Martedì 21 Maggio 2019 | 00:29

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

 
BariL'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 
BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Dobbiamo abituarci a uno stile più sobrio

La crisi economica ci ha lasciato una coperta corta quanto a risorse, generando una competizione tra anziani e giovani. E distruggendo quella solidarietà tra le generazioni, che è sempre stata alla base di una solida società. Purtroppo, oggi, alla politica mancano idealità e progetti lungimiranti che sappiano andare oltre le scadenze elettorali. Ci si avvita e ci si scontra su temi e programmi di cortissimo respiro, ignorando che un’intera generazione è quasi persa per mancanza di lavoro e di prospettive per il futuro. Né basta a risollevare le sorti del Paese allungare sempre più l’età da pensione, anche se oggi si vive più a lungo. È una politica delle «toppe».
Uno stile più sobrio in tutto andrebbe scelto come programma di vita, non subìto come conseguenza di una crisi economica. Si può essere felici vincendo anche con poco. La «sobrietà», scrive papa Francesco nella Laudato si, «vissuta con libertà e consapevolezza, è liberante». La ricerca smodata di soldi, il possesso e il consenso sfrenato di beni non ci servono a colmare il vuoto esistente e l’insoddisfazione che caratterizzano tante nostre scelte. Un’economia di condivisione e comunione non solo ci permetterebbe di stare meglio, in un mondo più equo e più giusto, ma sarebbe anche redditizia sotto tutti i punti di vista.

Lorenzo Grande, Polignano a Mare (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400