Giovedì 14 Novembre 2019 | 12:44

NEWS DALLA SEZIONE

Meno della metà dei PS ha definito un protocollo
Asma

Asma Grave, patologia fortemente invalidante

 
PRIMA IN EUROPA
Industria farmaceutica volano per la produzione italiana

Industria farmaceutica volano per la produzione italiana

 
Processo infiammatorio e di tipo immunologico
Psoriasi

Psoriasi, anche il cuore vuole la sua parte... e non solo

 
Un algoritmo ci salverà
Il cuore che verrà

Il cuore che verrà

 
DA MANEGGIARE CON CURA
Cambia l'ora e cambia l'umore

Cambia l'ora e cambia l'umore

 
Risposte a marzo prossimo
Scherza col dottore e lascia star il cuore

Scherza col dottore e lascia star il cuore

 
Una mostra a Milano
Aids

Aids, obiettivo soppressione del virus

 
UNA GIOSTRA IN PIAZZA PREFETTURA
SMA - Atrofia Muscolare Spinale

Parte da Bari la campagna per cambiare il futuro dei pazienti affetti da SMA

 
CONFERENZA DI CONSENSUS A MILANO
Malattie infiammatorie croniche intestinali: 200mila italiani affetti

Malattie infiammatorie croniche intestinali: 200mila italiani affetti

 

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Matera
Vigili del Fuoco, da oggi sono cittadini onorari di Matera

Vigili del Fuoco, da oggi sono cittadini onorari di Matera

 
LecceIl gasdotto
Tap, Snam annuncia: «Lavori al 90%, consegna confermata per il 2020»

Tap, Snam annuncia: «Lavori al 90%, consegna confermata per il 2020»

 
BrindisiA san vito dei normanni
Brindisi, infastidisce clienti di supermercato e manda in ospedale un cc: arrestato

Brindisi, infastidisce clienti di supermercato e manda in ospedale un cc: arrestato

 
TarantoDurante la task force
Infrataras Taranto, in 145 a rischio licenziamento: domani sit in in Regione

Infrataras Taranto, in 145 a rischio licenziamento: domani sit in in Regione

 
BariI dati
Acquaviva, al via "Radiografia del Cuore della Puglia": confronto tra 10 comuni

Acquaviva, al via "Radiografia del Cuore della Puglia": confronto tra 10 comuni

 
PotenzaLa città che cambia
Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

 
BatFatture inesistenti
Barletta, società cartiere di fatture false: 53 indagati

Barletta, società cartiere di fatture false: 53 indagati

 
FoggiaLotta alla droga
Vieste, in auto con 1 kg di cocaina purissima e 20mila euro: arrestato

Vieste, in auto con 1 kg di cocaina purissima e 20mila euro: arrestato

 

i più letti

Si adattano alla disponibilità di ossigeno

La cellula, respira, come? Ed è subito Nobel

Malattie come anemia e tumori ringraziano e prenotano l’applicazione terapeutica

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Cellula, cellule

William G. Kaelin, americano 62 anni, Peter J.Ra- tcliffe, inglese (n. 1954) e Gregg L. Semenza, americano (n. 1956), hanno visto premiare le proprie ricerche su “come le cellule rilevano e si adattano alla disponibilità di ossigeno”. L'ossigeno, dice “son come tu mi vuoi” alle cellule del corpo e queste se ne servono per vivere. Altrimenti, per loro, sarebbe morte. Ma come cellula ed ossigeno si intendono, come funziona il loro “colloquio” nel contesto dell’organismo e della sua attività?

“L'importanza fondamentale dell'ossigeno – recita la motivazione del Nobel - è nota da secoli, il modo in cui le cellule si adattano ai cambiamento dei livelli di ossigeno è rimasto per molto tempo misterioso”. Le ricerche premiate hanno scoperto la presenza ubiquitaria di “sensori” (sentinelle per rilevare la concentrazione di ossigeno esistente) e fatto luce sul come avviene, per esempio, che, in condizioni di ipossisa (carenza parziale di ossigeno) come su verifica in alta montagna dove c’è aria rarefatta, oppure durante o dopo uno impegno fisico di durata (sport, lavoro) che manda in tilt i muscoli (“debito di ossigeno”, l’organismo si affretta o rendere disponibile e/o produrre maggior numero di globuli rossi i quali, così, ingloberebbero più ossigeno che, legandosi con l’emoglobina, lo trasporterebbero e lo renderebbero fruibile da parete dei tessuti in carenza.

I Nobel hanno anche portato luce nella patologia. Per esempio, nei soggetti con insufficienza renale cronica che vanno incontro a facile anemia poiché manca loro l'eritropoietina (EPO, ormone prodotto dai reni e in misura minore da fegato e cervello, che ha come funzione principale la regolazione dell'eritropoiesi, cioè produzione dei globuli rossi da parte del midollo osseo). Un faro anche verso i tumori, avidi consumatori di notevole quantità di ossigeno per sostenere il proprio elevato metabolismo, per svilupparsi e vivere e che, per farlo, si fabbricano nuovi vasi sanguigni (neoangiogenesi). Il marchingegno risolutivo sarebbe impedire al tumore di fabbricarseli e farli morire di fame, cosa che cercano di fare alcune strategie terapeutiche antitumorali.

Nell’eterogeneo sistema è chiamato in causa un articolato complesso collegato ed interagente di enzimi, ormoni, geni che i tre premiati hanno indagato e la cui conoscenza potrà rappresentare la via per uccidere “per inedia” la massa tumorale. Essi hanno identificato i meccanismi che a livello molecolare regolano l'attività dei geni (che codificano proteine) a seconda dei livelli di ossigeno di cui possono disporre le cellule.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie