Venerdì 18 Giugno 2021 | 11:41

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraIl caso
Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

 
LeccePaura in paese
Galatone, incendio in camera da letto: un ustionato

Galatone, incendio in camera da letto: un ustionato

 
BariIl fatto
Bitonto, sequestro ad imprenditore che imponeva a ditte edili lavori in subappalto

Bitonto, sequestro ad imprenditore che imponeva a ditte edili lavori in subappalto

 
TarantoIl caso
Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

 
BrindisiIl fatto
Brindisi, Altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

Brindisi, altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

 
Foggiacovid 19
Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

 

i più letti

A San marco in lamis e a rignano

Torna «Grani Futuri» per trasmettere la cultura del pane buono

La due giorni prevede dibattiti e confronti tra cuochi e fornai, degustazioni di piatti a base di pane, esplorazione dei luoghi intorno a San Marco come antichi mulini e masserie

A TAVOLA - Il tipico pane della Daunia

A TAVOLA - Il tipico pane della Daunia

Cuochi e fornai del Movimento internazionale del Pane sono attesi il 15 e 16 giugno a San Marco in Lamis e Rignano Garganico, nel Foggiano, per Grani Futuri, terza edizione dell'evento che, per il 2019, parlerà "Di pane e di terra".

La due giorni prevede dibattiti e confronti tra cuochi e fornai, degustazioni di piatti a base di pane, esplorazione dei luoghi intorno a San Marco come antichi mulini e masserie, per trasmettere la cultura del pane buono come fatto consueto e quotidiano.

Il primo giorno sarà a San Marco in Lamis, terra di pane e di acqua: nelle architetture originarie ciascuna delle abitazioni del centro storico era dotata di pozzo e molte lo sono ancora, con molti mulini e che fino agli anni ‘50 contava 22 forni comuni. È qui che cuochi e panettieri in arrivo anche da Olanda, India e USA invaderanno le strade.

Il ricavato della cena conclusiva - a Masseria Paglicci la sera del 16 giugno, messa in tavola dai grandi cuochi che aderiscono al movimento - sarà destinato ai laboratori del pane per i piccoli pazienti del reparto di Oncologia pediatrica della Casa sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. La cena è dedicata al Panenutrice, "un lemma di nuovo conio che speriamo entri nel linguaggio comune" spiega l'ideatore e promotore di Grani Futuri, Antonio Cera, economista e panificatore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie