Venerdì 18 Giugno 2021 | 11:03

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

 
NewsweekDiritti
Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

 
LecceFormazione
UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

 
BrindisiIl fatto
Brindisi, Altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

Brindisi, altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

 
Foggiacovid 19
Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

 

i più letti

Campanello di allarme anche per la Puglia

Acqua, dove c’è agricoltura ed economia prosperano

L’estate in arrivo pone già qualche preoccupazione per la Basilicata, dove mancano all’appello circa 16 milioni di metri cubi, dovuti ai minori livelli dei bacini Pertusillo e Camastra

Lago del Pertusillo in Basilicata

Lago del Pertusillo in Basilicata

L’estate in arrivo pone già qualche preoccupazione per la Basilicata, dove mancano all’appello circa 16 milioni di metri cubi, dovuti ai minori livelli dei bacini Pertusillo e Camastra. Un campanello di allarme anche per la Puglia, che dipende fortemente dalla Lucania per l’acqua, mentre nel tacco d’Italia si continua a non utilizzare se non in piccolissima parte le acque reflue depurate.

Cifre alla mano, in Centro Italia mancano 12 milioni di metri cubi d’acqua, rispetto alla media del periodo, nel lago di Cingoli nelle Marche, mentre il lago di Bracciano, nel Lazio, è cm. 141,5 sotto lo zero idrometrico.

All’allerta sullo stato delle risorse idriche si comincerà a dare risposta solo con le opere previste dai 900 milioni sbloccati dal Governo nell’ambito di Piano Nazionale Invasi, Piano Irriguo Nazionale. Se non dovessero più esserci significative precipitazioni nelle prossime settimane, prima di luglio – conclude l’Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione e Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI) – in varie zone d’Italia saremo di nuovo in emergenza siccità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie