Giovedì 21 Marzo 2019 | 14:28

NEWS DALLA SEZIONE

Fondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
Regionali 2019
Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

Basilicata, mondo agricolo sul piede di guerra

 
Le previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 
Verso le elezioni
Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

Berlusconi operato d'urgenza per ernia inguinale: annullato tour in Basilicata

 
I fatti tra il 2017 e il 2018
Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

Potenza, ex dirigente sanitario molestava dipendente: rinviato a giudizio

 
Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaFondi Europa-Regioni
Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

Basilicata, in arrivo 5 mln per un nuovo Hospice a Potenza

 
BariL'aggressione
Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
LecceNel Leccese
Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

Trepuzzi: furto al Comune nella notte, rubati 7 computer

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 

a lavello

Si spezza una pala eolica
prima di entrare in funzione

«Le nostre case a rischio». Aerogeneratore a pochi metri dall'alta tensione

pala eolica

di FRANCESCO RUSSO

LAVELLO - «Tanto tuonò che piovve», recita la famosa frase attribuita a Socrate. Ed alla fine l’elica di una pala eolica - costruita vicino ad abitazioni e a cavi dell’alta tensione, e da giorni al centro delle proteste di alcuni cittadini - si è spezzata prima ancora di entrare in funzione e per fortuna senza provocare danni a persone. È avvenuto a Lavello, poco al di fuori del centro abitato, lungo la statale 93. «Siamo a rischio in casa nostra», tuona un cittadino che risiede nella zona, chiamata contrada San Barbato. Ma la più agguerrita è Antonella Angrisani, da sempre contraria all’entrata in funzione del mini-parco eolico in quella parte di Lavello, periferica ma con alcuni residenti. «Da settimane cerchiamo di impedire che le pale entrino in funzione: non siamo stati ascoltati ed ecco cosa è successo», dice la donna, che il 9 novembre scorso - con un post pubblicato sul web - aveva chiamato in causa il sindaco Altobello «affinché si ponga fine - scriveva - a questo scempio nell’interesse dei cittadini».

«Sia i rappresentanti del Comune che della Società Terna - racconta la Angrisani - avevano riscontrato con elevato timore la pericolosa vicinanza della pala ai fili dell’elettrodotto ad alta tensione. La società Terna aveva rilevato che questo è l’unico caso di una tale superficialità e sprezzo della sicurezza pubblica: un contatto della pala con i fili dell’elettrodotto determinerebbe una tragedia di immani proporzioni con conseguenze inimmaginabili». Pochi giorni fa, Angrisani era riuscita ad incontrare il primo cittadino. Ma la pala è rimasta lì, con un’elica che l’altro pomeriggio ha ceduto rischiando di finire sui cavi dell’alta tensione. Non è la prima volta, comunque, che si verifica un episodio del genere in Italia. Il più recente è avvenuto a Brindisi, dove l’elica di una pala eolica ha tranciato di netto i cali dell’alta tensione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400