Martedì 25 Giugno 2019 | 09:53

NEWS DALLA SEZIONE

#winemed
TIPICITA' - Pane e vino dalle Tavole di San Giuseppe a San Marzano

Vino? Le destinazioni turistiche

 
Altissima qualità
CALICI - Una degustazione  nel castello aragonese di Taranto

Vino a Orsara, Taranto e Lecce

 
Orgoglio pugliese in tutta Italia e nel mondo
I PILASTRI - La famiglia Maci e la direttrice Assunta De Cillis

I primi 30 anni di Cantine Due Palme

 
Ciak si gira
Lidia Bastianich e chef Pietro Zito

Lidia Bastianich torna in Puglia

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il tour della Puglia di Antenuccitra cene, amici e calciatori

Il tour della Puglia di Antenucci tra cene, amici e calciatori

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'emergenza
Xylella, produzione olive in Salento giù del 16%

Xylella, produzione olive in Salento giù del 16%

 
HomeCriminalità
Andria, agguato tra la gente: ucciso fratello del boss, un ferito

Andria, agguato tra la gente: ucciso fratello del boss, un ferito

 
FoggiaL'annuncio
Foggia, ok da Palazzo Chigi a 43 progetti per 280 mln. Conte: lavoro di squadra

Foggia, ok da Palazzo Chigi a 43 progetti per 280 mln. Conte: lavoro di squadra

 
PotenzaArrestato
Picerno, minaccia di morte ex moglie e la spinge

Picerno, minaccia di morte ex moglie e la spinge: in manette

 
GdM.TVIl caso
Polignano, pesce scaduto e congelato: sequestri in due ristoranti

Polignano, pesce scaduto e congelato: sequestri in due ristoranti

 
BrindisiNel Brindisino
Crac partecipata, torna in libertà il sindaco di S.Pietro Vernotico

Crac partecipata, torna in libertà il sindaco di S.Pietro Vernotico

 
TarantoIl caso
Bonifiche, commissario Taranto: «Accordo da 12 mln per 4 Comuni»

Bonifiche, commissario Taranto: «Accordo da 12 mln per 4 Comuni»

 
MateraA Montescaglioso
Matera, cadde mongolfiera e morirono 2 studenti: chieste 4 condanne

Matera, cadde mongolfiera e morirono 2 studenti: chieste 4 condanne

 

i più letti

Rinnovo delle cariche

Cuochi & vino, nuovi presidenti

Biodiversità, sta nascendo il paniere di prodotti del Parco dell'Alta Murgia

Chef Rocco Pozzulo, chef Salvatore Turturo e l'enologo Massimo Tripaldi

Chef Rocco Pozzulo, chef Salvatore Turturo e l'enologo Massimo Tripaldi

Sapori, è la stagione del rinnovo delle cariche nelle più prestigiose associazioni di professionisti di settore. Ecco la triade che guiderà le nostre tavole nei prossimi anni. Sono Rocco Pozzulo, lucano, rieletto con entusiasmo presidente della Federazione Italiana Cuochi (F.I.C.) a Catania nel corso del XXX congresso nazionale: resterà fra le pietre miliari di un sistema Italia che mette al centro dell’attenzione i prodotti e i produttori.

Sorpresi? Ebbene sì, chi fa lo chef di professione continua incessantemente a concentrare l’attenzione non tanto (o non solo) sulla ricetta la sulla materia prima. In Puglia, alla guida dell’Unione Cuochi regionale passaggio di consegne da Michele D’Agostino a Salvatore Turturo che proseguirà il suo impegno associativo a favore delle nuove generazioni affiancato dal segretario Nicolò Samarelli e dal tesoriere Nicola Furio, entrambi di Molfetta.

Nel consiglio nazionale della F.I.C. i nuovi delegati sono oltre al presidente Turturo, D’Agostino, Mario Falco (Foggia), Francesco Lanza (Molfetta) e Furio. Buonvento e nuove cariche anche all’interno di Assoenologi Puglia, Basilicata e Calabria che ha eletto come presidente Massimo Tripaldi di Manduria. Nel passaggio di consegne con Massimiliano Apollonio, di Monteroni di Lecce, il punto più delicato sarà il congresso nazionale che si svolgerà in Basilicata nei prossimi mesi grazie anche al lavoro svolto da Sergio Paternoster. Tripaldi lavorerà a servizio del vino con i vice presidenti Giuseppe Di Gregorio (BT) e Angelo Soleti (Cisternino). In consiglio nazionale ci saranno Tripaldi e Apollonio, nella Unione internazionale degli enologi resta Leonardo Palumbo, riconfermate Antonella Briglia come segretaria e Laura Minoia delegata nazionale giovani, mentre in consiglio è entrato Fabio Mecca.

Con orgoglio va evidenziato come «La Gazzetta del Mezzogiorno» coinvolge nella «Guida al Buongusto», da molti anni, la maggior parte dei neo eletti di entrambe le associazioni. Insieme, vino-cibo-comunicazione di qualità, possono fare la differenza anche per il crescente export agroalimentare della Puglia. Le solide fondamenta sulle quali poggiano le bontà dei nostri cuochi e i celebri vini dei nostri enologi sono l’arcobaleno dei prodotti tipici delle Puglie. E, fra questi, spicca il nascente «Paniere del Parco dell’Alta Murgia» sul quale sta lavorando il Parco Nazionale attraverso le Cooperative di Comunità. Il paniere murgiano sarà realizzato in sinergia con CoopCulture, Legacoop Puglia e della Condotta Slow Food delle Murge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie