Martedì 26 Maggio 2020 | 23:36

NEWS DALLA SEZIONE

L'editoriale
rda i giorni della Storia

Porre fine alla guerra fredda Stato-Regioni

 
L'EDITORIALE
Se l’effetto del virus uccide il ceto medio

Se l’effetto del virus uccide il ceto medio

 
LA SCOMMESSA
Beppe Macchione

Gazzetta, la prospettiva di bene storico culturale

 
LA STORIA
Bari, il ricordo del re delle zip, Claudio Goffredo: la storia continua

Bari, il ricordo del re delle zip, Claudio Goffredo: la storia continua

 
Il punto
Gli insegnanti vogliono riaperte le scuole

Bar e ristoranti aperti. Scuole e atenei chiusi?

 
L'analisi
Il testacoda del fisco che penalizza merito e lavoro

Il testacoda del fisco che penalizza merito e lavoro

 
L'analisi
Prime elezioni post-Covid banco di prova per la politica

Prime elezioni post-Covid banco di prova per la politica

 
Il ricordo
Piero Manni

Piero Manni, il cuore a Sud di un editore militante

 
L'Editoriale
Quelle parole che cambiano il nostro modo di stare insieme

Quelle parole che cambiano il nostro modo di stare insieme

 
L'Editoriale
l brutto della Fase 2 liberati, ma non liberi

Il brutto della Fase 2: liberati ma non liberi

 
L'analisi
alta velocità

Alta velocità e asili nido: per il Sud è il solito danno

 

Il Biancorosso

Calcio
L’ultima incornata dello Zar Maiellaro. «De Laurentiis, spingi il Bari in serie A»

L’ultima incornata dello Zar Maiellaro: «De Laurentiis, spingi il Bari in serie A»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barimobilità sostenibile
Bari, presentato il piano «Open Space» con piste ciclabili e piste per show

Bari, presentato il piano «Open Space» con piste ciclabili e piste per show

 
TarantoLa tragedia
Taranto, si ribalta Apecar muore 80enne, ferita la moglie

Taranto, si ribalta Apecar muore 80enne, ferita la moglie

 
LecceLa decisione
Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

Soleto, «La Fontanella» verso la chiusura: Regione revoca autorizzazione Rsa

 
Foggiafase 2
Più controlli anti-movida e stop a sagre e feste nel Foggiano: la richiesta del prefetto

Controlli anti-movida e stop a sagre e feste nel Foggiano: le richieste del prefetto

 
Materadalla polizia
Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

Matera, in auto con la marijuana: 25enne ai domiciliari

 
Potenzanel Potentino
Venosa, nell’ex ghetto di Boreano sorgerà un moderno centro di accoglienza migranti

Venosa, nell’ex ghetto di Boreano sorgerà un moderno centro di accoglienza migranti

 
Batil grande accusatore
Sistema Trani, chiesto il giudizio per D’Introno

Trani, giustizia svenduta: «D'Introno non è una vittima, deve essere processato»

 
BrindisiAmbiente
Ostuni, volontari scoprono amianto nascosto in campagna

Ostuni, volontari scoprono amianto nascosto in campagna

 

i più letti

La riflessione

Domani alla resa dei voti per scenari assai diversi

Domani si vota per cinque scenari diversi

Governo

Domani si vota per cinque scenari diversi. Primo. Salvini e Di Maio dicono all’unisono che il governo durerà altri quattro anni. Nessuno ci crede, a cominciare da loro perché le differenze tra Lega e Cinque Stelle si sono ingigantite giorno per giorno e soprattutto perché è caduto in modo irreparabile il rapporto di fiducia tra i due leader sul quale si è retto finora il governo. Il futuro del gabinetto Conte dipende dall’ampiezza della forbice tra i due partiti.

È vero, come dice Di Maio, che il suo gruppo parlamentare è molto più ampio di quello leghista, ma se Salvini fosse sopra nei voti di almeno sei punti sarebbe impossibile non ridiscutere i rapporti di forza in modo consistente. Non tanto nella distribuzione delle ‘poltrone’ quanto nell’attuazione del programma, dal Tav alle Autonomie, dallo sblocco effettivo delle grandi opere pubbliche alla riforma della giustizia. Temi sui quali il Nord rumoreggia da tempo. Accetterebbe il Movimento di farlo?
Secondo. Alle elezioni del 4 marzo 2018 il Pd precipitò a 18 punti, il peggior risultato sempre. Il M5S schizzò a 32. Di quanto si avvicineranno domani i due partiti? Un sorpasso (assai difficile) sarebbe devastante per i grillini. Una distanza minima darebbe fiato a chi nel Pd pensa che dopo le elezioni politiche anticipate (non si sa quando) potrebbe riaprirsi un discorso tra i due partiti e garantirebbe al M5s un ipotetico secondo forno alternativo a quello leghista.

Terzo. Il centrodestra. Quanto valgono Forza Italia e Fratelli d’Italia? L’unico che dopo elezioni anticipate vorrebbe tornare al centrodestra classico è Berlusconi. Il Cavaliere chiede di votarlo per dare una mano di vernice moderata alla facciata sovranista. Salvini vorrebbe andare soltanto con la Meloni. La Meloni vorrebbe la stessa cosa, ma negli ultimi giorni ha fatto capire che se fosse necessario potrebbe ripensare al Cavaliere. Ancora una volta contano i numeri e il successo della Lega in quelli che saranno singoli collegi maggioritari delle elezioni politiche. Chi potrà permettersi che cosa?

Quarto. Domani si vota in Piemonte e in 3846 comuni, 221 con popolazione superiore ai 15mila abitanti, di cui sei capoluoghi di regione e 23 capoluoghi di provincia. Sono elezioni fondamentali per capire se è ancora inarrestabile l’ondata di centrodestra che dopo il 4 marzo dell’anno scorso ha conquistato sei regioni. Se il Piemonte passasse al centrodestra, per la prima volta si colorerebbe di verdeazzurro l’intero Nord fino ai confini con l’Emilia Romagna, il vero obiettivo della Lega in autunno. Se vuole mantenere comuni importanti come Firenze e Bari, dove gli uscenti partono favoriti, i sindaci di centrosinistra debbono vincere al primo turno, rischiando molto al ballottaggio. Un eccessivo indebolimento del centrosinistra e dei 5 Stelle peserebbe anche a livello nazionale.

Quinto scenario. L’Europa. Avremmo dovuto aprirci. Ci chiudiamo travolti dalla lotta nazionale. L’Europa è troppo importante per farne a meno, ha sbagliato troppo per restare la stessa. Comunque vadano le cose, Lega e Cinque Stelle apparterranno a coalizioni minoritarie a Bruxelles. Riusciranno a far pesare i loro voti nella futura coalizione? Riusciranno ad assicurare all’Italia un importante commissario economico? Quale sarà il peso dei nostri tra i socialisti e i popolari? La posta in gioco è troppo alta per disertare le urne. Andiamo a votare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie