Domenica 20 Ottobre 2019 | 18:39

NEWS DALLA SEZIONE

Università
Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

 
MARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
Inquinamento
Taranto, genitori e ambientalisti al sindaco: tuteli salute cittadini

Taranto, genitori e ambientalisti al sindaco: tuteli salute cittadini

 
La sperimentazione
Taranto, su divise dei vigili arrivano le mini telecamere

Taranto, sulle divise dei vigili arrivano le mini telecamere

 
L'inchiesta
Taranto, evasione fiscale fatture false per concorsi di bellezza: chiesto processo per 30

Taranto, evasione fiscale fatture false per concorsi di bellezza: chiesto processo per 30

 
Dai Carabinieri
Martina, maltratta i genitori per il denaro: arrestata una 27enne

Martina, maltratta i genitori per il denaro: arrestata una 27enne

 
Infortunio sul lavoro
Tarantino morì folgorato in Friuli: chiesto processo per due persone

Tarantino morì folgorato in Friuli: chiesto processo per due persone

 
L'appello
Melucci alla Regione Puglia: «per l'ex Ilva chiusura area a caldo e accordo su programma»

Melucci alla Regione Puglia: «per l'ex Ilva chiusura area a caldo e accordo su programma»

 
L'incidente
Arcelor Mittal, tragedia sfiorata a Taranto: crolla una lamiera, nessun ferito

Arcelor Mittal, tragedia sfiorata a Taranto: crolla una lamiera, nessun ferito

 
Il caso
Taranto, spaccia ovuli di hashish mentre è ai domiciliari: in manette 24enne

Taranto, spaccia ovuli di hashish mentre è ai domiciliari: in manette 24enne

 
Il caso
Allarme cinghiali, Cia denuncia: «Danni nei campi del Tarantino»

Allarme cinghiali, Cia denuncia: «Danni nei campi del Tarantino»

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Newsweeksu corso Vittorio Emanuele
A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

 
TarantoUniversità
Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Dopo la tragedia a Taranto

Ex Ilva, lunedì tavolo con Di Maio: sciopero sospeso, sindacato Usb lo conferma

Per il sindacato, anche a fronte della tragedia, la fabbrica va chiusa

Ilva, nuovo appello a Di Maio «A noi va bene il piano Mittal»

I sindacati di categoria Fim, Fiom e Uilm hanno sospeso dalla tarda serata di ieri lo sciopero ad oltranza nello stabilimento Arcelor Mittal proclamato dopo l'incidente mortale avvento a Taranto dopo avere ricevuto una convocazione per lunedì prossimo dal ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio.
«L'incontro ministeriale - è detto in un comunicato - deve essere l’inizio di un percorso, necessario a produrre delle scelte radicali e di cambiamento sui temi importanti quali la sicurezza e la salute dei lavoratori e dei cittadini». «Fim, Fiom e Uilm - conclude la nota - si stringono al dolore della famiglia di Cosimo, che purtroppo risulta ancora disperso, e andranno in fondo per far emergere le responsabilità su quanto accaduto nella giornata di ieri».

LA POSIZIONE DI USB - «Riteniamo profondamente sbagliata la sospensione dello sciopero che Fim Fiom Uilm hanno deciso e pertanto manteniamo la mobilitazione proclamata». Lo annunciano Sergio Bellavita, dell’Usb nazionale e Francesco Rizzo, Usb di Taranto, che in una nota annunciano di avere «formalmente revocato la sottoscrizione dell’intesa del 6 settembre 2018 con Arcelor Mittal che ha definito le condizioni contrattuali della cessione del gruppo siderurgico» per «le gravi inadempienze di Arcelor Mittal rispetto agli impegni assunti in sede ministeriale, peraltro ben testimoniate nel corso dell’ultimo incontro al ministero dello sviluppo economico».

Secondo l’Usb, «Arcelor Mittal non ha rispettato i criteri di selezione del personale all’atto delle assunzioni, non ha rispettato il numero previsto di assunti da subito, ha collocato ulteriori 1400 lavoratori in cassa integrazione e non sa dire quando rientreranno, non garantisce i volumi produttivi sottoscritti nel piano industriale ed infine, non sta investendo nulla per il rifacimento e la messa in sicurezza degli impianti». «Lo stabilimento tarantino non garantisce gli standard minimi di sicurezza dopo anni di progressivo ed inesorabile abbandono degli impianti. Il governo ne prenda atto», insiste il sindacato che chiede la risoluzione per inadempienza del contratto con A.Mittal, e la chiusura dello stabilimento con un impegno pubblico per costruire un’alternativa occupazionale.

EMILIANO CONTINUA L'INTERLOCUZIONE CON DI MAIO - «Sto interloquendo con il capo di gabinetto del ministro Di Maio direttamente e con Di Maio per messaggi, quindi siamo in continuo contatto, anche perché volevamo capire fino in fondo quale era l’interpretazione del ministro fino a prima della tragedia» su «l'atteggiamento di Arcelor Mittal rispetto alla revoca della immunità penale».
«Adesso c'è il sequestro dell’altoforno principale della fabbrica che ha facoltà d’uso ma ai fini della spegnimento, quindi non può essere utilizzato ancora, in più si è verificato questo incidente. Io credo che peggio di così non si possa immaginare». Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, risponde così alle domande dei cronisti sull'attuale interlocuzione con il Governo con riferimento allo stabilimento ex Ilva di Taranto.

«A Milano qualcuno pensa che la Puglia sia contro l’industria nazionale, questo mi addolora. I principali quotidiani italiani che valutano l’impatto sull'economia italiana della vicenda - dice Emiliano - sostengono che noi siamo 'inaffidabilì come soggetti perché non consideriamo l’esigenza della produzione nazionale. Non è vero. Noi abbiamo dato tutta la disponibilità e la comprensione possibile, abbiamo accettato un termine triennale che era stato considerato dalla Corte costituzionale per rimettere a posto la fabbrica, lo stesso termine è stato violato dal Governo con i suoi commissari, e la fabbrica non è stata messa a posto. Ne stanno accadendo di tutti i colori. Le coperture dei parchi minerali che si stanno realizzando sono già tutte piene di minerali perché si realizzano con i parchi minerali aperti che continuano nelle giornate di wind day a spargere veleno di tutti i tipi sulla città di Taranto. E’ una situazione dantesca».
«Lo dico con moderazione - conclude il governatore pugliese - non perché non sia furibondo, ma perché temo che mostrando la mia rabbia risulterei ancora meno credibile agli occhi dell’opinione pubblica nazionale. Sto dicendo delle cose fondate su dati oggettivi, non sto facendo campagna elettorale, o peggio ideologismo ambientale o sulla sicurezza del lavoro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie