Sabato 16 Novembre 2019 | 00:57

NEWS DALLA SEZIONE

Cinema
Six Underground: ecco la locandina del film Netflix girato a Taranto

Six Underground: ecco la locandina del film Netflix girato a Taranto

 
il siderurgico
ArcelorMittal lascia l'Ilva, la Procura di Milano apre un'inchiesta

ArcelorMittal lascia l'Ilva, la Procura di Milano apre un'inchiesta. I commissari presentano ricorso

 
le dichiarazioni
Taranto, parla la pediatra: «È un infanticidio: sono 25 anni che vedo i bambini ammalarsi»

Taranto, parla la pediatra: «È un infanticidio: sono 25 anni che vedo i bambini ammalarsi»

 
nel Tarantino
Sava, i bulli: «Nessuna minaccia. L'anziano ci dava soldi perché eravamo amici»

Sava, i bulli: «Nessuna minaccia. L'anziano ci dava soldi perché eravamo amici»

 
il siderurgico
Mittal, oggi incontro al Mise tra azienda e sindacati: «Entro il 15 gennaio altiforni spenti»

Mittal comunica stop a Prefetto e Governo: oggi incontro al Mise. Procura Milano apre inchiesta, commissari depositano ricorso

 
La polemica
Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

Ex Ilva, bufera sulla Bellanova e il quadro abbandonato a Taranto: «Un errore»

 
Le dichiarazioni
Arcelor Mittal, Bentivogli: «Morselli ha comunicato lo stop degli impianti»

Ex Ilva verso lo spegnimento, Bentivogli: «Morselli ha comunicato stop impianti».
Emiliano: «Fermarli significa distruggerli»

 
Il caso
Ona contro Mittal: «Licenziato ingiustamente operaio con patologia di asbesto»

Ona contro Mittal: «Licenziato ingiustamente operaio con patologia di asbesto»

 
Durante la task force
Infrataras Taranto, in 145 a rischio licenziamento: domani sit in in Regione

Infrataras Taranto, in 145 a rischio licenziamento: domani sit in in Regione

 
La decisione
Medicina, borse di studio e incentivi economici per chi frequenta a Taranto

Medicina, borse di studio e incentivi economici per chi frequenta a Taranto

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, scatta il sit in davanti al Mise delle imprese dell'indotto

Mittal, allarme indotto: non possiamo pagare stipendi
Scatta sit in davanti al Mise. Emiliano incontra ad Morselli

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bari, l'ex direttore sportivo Angelozzi: «Credo nella promozione»

Bari, l'ex direttore sportivo Angelozzi: «Credo nella promozione»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccei DISAGI
Maltempo in Puglia, danni per 6 mln di euro a Porto Cesareo

Maltempo in Puglia, danni per 6 mln di euro a Porto Cesareo

 
BrindisiIl caso
Riconversione Enel Brindisi, 50 aziende al governo chiedono tavolo per crisi

Riconversione Enel Brindisi, 50 aziende al governo chiedono tavolo per crisi

 
TarantoCinema
Six Underground: ecco la locandina del film Netflix girato a Taranto

Six Underground: ecco la locandina del film Netflix girato a Taranto

 
BatLa sentenza
Giro di droga ad Andria: 23 condanne, confiscati campi da calcio e case

Giro di droga ad Andria: 23 condanne, confiscati campi da calcio e case

 
Potenzal'indagine
Potenza, parrucchiere 58enne violenta giovane dipendente: ai domiciliari

Potenza, parrucchiere 58enne violenta giovane dipendente: ai domiciliari

 
Foggiacodice rosso
Maltrattamenti e stalking nei confronti di 3 donne: 3 arresti nel Foggiano e Nordbarese

Maltrattamenti e stalking nei confronti di 3 donne: 3 arresti nel Foggiano e Nordbarese

 
Materasolidarietà
Maltempo a Matera: Piccolo Teatro di Milano devolve incassi Falstaff alle popolazioni colpite

Maltempo a Matera: Piccolo Teatro di Milano devolve incassi Falstaff alle popolazioni colpite

 

i più letti

La grande chiesa

Taranto, i primi 50 anni di bellezza della Concattedrale

Monsignor Santoro vara l’accordo per le celebrazioni del cinquantenario

Taranto, i primi 50 anni di bellezza della Concattedrale

Foto Todaro

TARANTO - Da una ricerca di cinque laureandi in Ingegneria Edile-Architettura nasce l’idea di celebrare i cinquant’anni della Concattedrale di Taranto. A sancire l’iniziativa progettuale è l’accordo firmato ieri da Arcidiocesi di Taranto, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto, e dal Dipartimento di Ingegneria ed Architettura del Politecnico di Bari. L’intesa punta alla condivisione di un programma scientifico, poggiato su uno dei pochi esempi di gotico moderno ed annoverato come il capolavoro di Giò Ponti, spinto nella sua realizzazione nei primi anni ‘60 da monsignor Guglielo Motolese.

«Quella sua commissione - commenta il successore, arcivescovo Filippo Santoro - fu una intuizione che, dopo mezzo secolo, in un momento in cui l’ambiente di Taranto è devastato dall’inquinamento, ci permette di riscoprire la bellezza. Attraverso quell’opera capì dove si sarebbe sviluppata la città e mise in atto le conclusioni del Concilio Vaticano II scolpite da Paolo VI, che invitò il mondo dell’arte a tornare ad essere degna della Chiesa, dopo la sconvolgente distruzione bellica».

Il progetto scientifico del cinquantenario della Concattedrale Gran Madre di Dio sarà caratterizzato da diverse tappe, che si svilupperanno da settembre di quest’anno fino al 6 dicembre 2020, data celebrativa del mezzo secolo di vita dell’opera d’arte. Iniziative di ricerca (che già conta sul materiale consultato di oltre 2500 documenti), mostre (a partire dalla pubblicazione dell’epistolario tra Motolese e Ponti sull’evoluzione progettuale), pubblicazioni (con una monografia sull’opera architettonica) e convegni, con l’acume dell’evento internazionale alla vigilia della celebrazione dei cinquant’anni, che assumerà un carattere religioso.

«La Concattedrale è stata ideata per essere riconosciuta anche dal quartiere. E noi - ha dichiarato la soprintendente Piccarreta - vogliamo portarla al centro di un dibattito culturale con la città, perché esprime un filo diretto con l’architettura milanese. L’opera è una sorta di contraltare rispetto a quello che sta accadendo nell’antica Taranto. Mi piace pensare che l’accordo di oggi segni un rilancio complessivo del territorio».

Per il direttore del Dipartimento di ingegneria civile ed architettura del Politecnico di Bari Dicar Giorgio Rocco, che da tarantino al cospetto dell’arcivescovo si scusa per esserci entrato per la prima volta, parla di un luogo «che è stato trascurato per troppo tempo, eppure è un edificio di grande complessità. L’opera è un nuovo stimolo nell’impegnarci nell’avvio della Scuola di laurea di specializzazione in beni architettonici e paesaggistici a Taranto, dal gennaio prossimo, con l’aiuto logistico della Soprintendenza. Questo ci permetterà di migliorare la nostra conoscenza».
I responsabili scientifici delle attività celebrative della Concattedrale sono il funzionario architetto Fernando Errico, il professore associato del Dicar Gabriele Rossi ed il responsabile dei Beni culturali ecclesiastici dell’Arcidiocesi don Francesco Simone. Quest’ultimo annuncia l’aspirazione, nel contesto dei 50 anni, di «ospitare a Taranto la mostra Tutto Ponti che è stata acclamata per oltre mezzo anno di esposizione al Musée des Arts Decoratifs di Parigi. Tale vetrina può trovare spazio in uno dei nostri musei».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie