Venerdì 17 Settembre 2021 | 05:40

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Novelle contro la paura

Che bella farmacia là sopra la Murgia

Nico Cirasola e il matrimonio a Gravina

Che bella farmacia là sopra la Murgia

Anno di grazia 1951, paese sulla Murgia – Puglia.

Andrea era diventato titolare di una farmacia ereditata dal padre morto la settimana prima. Durante la veglia intorno al letto del defunto alcune comari del paese tra un requiem e un Padre nostro cominciano a sussurrare tra di loro: «La Farmacia la chiudono o la vendono?… Quanti sacrifici ha fatto il padre Danilo per tenere in piedi la tradizione di famiglia…il figlio Andrea, terza generazione ad ereditare il patrimonio di famiglia, è sempre stato capa tosta. Andrea non ha mai preso il titolo di studio per gestire la farmacia… Non ha imparato niente dal nonno né dal padre… Mai una volta è stato visto nel laboratorio dietro il bancone a preparare uno sciroppo, unguento, e se non eri bravo con le spezie e con le erbe medicinali non potevi stare dietro il bancone. Il nonno di Andrea ha dovuto lavorare senza paga per 5 anni come ragazzo di bottega presso la spezieria a Bari con un maestro con i fiocchi, poi si è fatto 2 anni di lezioni di chimica farmaceutica e botanica presso la regia Università a Bologna, superò brillantemente l’esame alla fine degli studi che non erano come quelli di oggi. Quando venne al paese il Sindaco e il parroco don Vincenzo hanno dovuto dichiarare che era nu’ bravo cristiano, “aveva grandi doti morali” e allora ebbeu’ titolo di farmacista!… Sia fatta la grazia del Signore!»…

«Io ho saputo che don Matteo, lo zio che ha sposato la cugina Lucia, si sta dando da fare per cercare una buona moglie per Andrea»…«E che se ne fa di una moglie anche se ha proprietà, senz’ u’ diploma la farmacia chiude… «Don Matteo sta cercando una moglie che tiene il titolo di studio per la farmacia»… «A do’ stanne femmine con diploma…devi andare in alta Italia»…«Don Matteo ie’ inzist’ e poi ìe’ presidente dell’azione cattolica e ha saputo che la figlia du’ notare di Bisceglie donna Sofia s’è prese u’ diploma a Milano… La signorina po’ se ne è venute o paise perché non ci piace l’aria…non può stare senza lu’ mare… dice che una volta alla settimana deve mangiare u’ pesce e u‘ attan don Luca è notaio e possidente e ogni giorno fa arrivare u’ pesce frisch da Molfetta con le barche»

«Donna Sofia da Bisceglie se vene’ sulla Murgia…ci va mangià vampasciule?»... «Don Matteo iè’ partite con la corriera sta’ matina’ appena spuntato u’ sole...».

Don Matteo è arrivato alle 8 nella piazza di Bisceglie vicino al manicomio… pare che donna Sofia abiti proprio nel bel palazzo che si affaccia sopa’ alla chiazza. Don Luca, stimato notaio, accoglie don Matteo nello studio al piano terra della sua abitazione proprio accanto al caffè Royal.
Stretta di mano, si siedono sul comodo salotto, caffè, tetta delle monache, gustoso pasticcino, con crema fresca di giornata, bicchiere d’acqua: «Don Matteo a che devo l’onore della visita? Per atti notarili credo di essere il numero uno della regione per il resto non so come possa aiutarla».

Don Matteo dopo aver richiesto altra acqua e fatto profondo respiro la prende alla larga» «Sono il presidente dell’azione cattolica di Gravina e don Nicola parroco in carica, fraterno amico di sua eminenza l’arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie Molfetta, mi ha riferito la notizia che ha saputo da uno che poi ha detto a me che proprio a Bisceglie c’è una signorina di buona famiglia che ha il titolo di studio per aprire una farmacia… Appena ho avuto l’indirizzo di Vostra eccellentissima signoria mi sono precipitato qui per un’ambasciata...».
«Sono a Vostra disposizione dite»… «Un parente a me caro è venuto a mancare la settimana scorsa per una infezione malefica che lo ha strappato in poco tempo alla famiglia…». «Mi dispiace molto… come posso aiutarvi… il defunto ha lasciato testamento?…». «Eccellenza non sono qui per il testamento,…mio nipote Andrea ha ereditato la farmacia del padre accolto nei cieli da qualche giorno… non ha fatto in tempo a prendere il diploma di farmacista e mo’ la farmacia è chiusa nonostante sia divenuto il pieno proprietario…». «Mi è giunta voce che vostra figlia Sofia oltre ad essere una bella e sana signorina… ha il diploma di farmacista…». «Vi capisco ma mia figlia non ha bisogno di lavorare… è tornata al paese proprio alla casa paterna per maggiori conforti!». «Comprendo eccellenza ma io sono qui per proporre alla signorina Sofia con il vostro permesso una unione per il bene di tutti!...Mio nipote Andrea ha ereditato dal padre la farmacia con tutti gli arredi, laboratorio appartamento sovrastante dotato di ampio giardino di pertinenza con affaccio panoramico sulla Gravina ma non tiene il diploma per la farmacia. L’abitazione è una delle costruzioni più antiche e pregiate del paese. Essendo figlio unico alla morte della madre gli spettano anche un casale in campagna, palazzi posizionati nel centro del paese con buona rendita annuale … Dal giorno del funerale tutte le signorine delle famiglie più in vista du’ paese e dintorni in cerca di marito hanno fatto la coda per portare il saluto ad Andrea… si fa per dire… Se troviamo l’accordo si potrebbe combinare un matrimonio e dare un sicuro avvenire di agiatezza a vostra figlia Sofia… Per quanto riguarda il pesce vi posso dare la mia parola d’onore che a donna Sofia non mancherà. Tutti i giorni manderemo un corriere a ritirarlo direttamente dalle barche… e poi sulla Murgia teniamo aria fresca e piatti unici!... Attendiamo una risposta massimo tra tre giorni!».

Non si sa bene se per interesse o per amore, due mesi dopo al paese ci fu una grande festa per le nozze tra don Andrea e donna Sofia. La Farmacia oggi funziona alla grande e serve tutti i paesi dei dintorni. Donna Sofia, dopo anni di pozioni preparate in laboratorio e curando gli arredi originali della bella farmacia di famiglia, oggi è una attenta venditrice di farmaci e sempre pronta con il sorriso a dare consigli ai clienti… Andrea attento alla cassa è un ottimo amministratore. Don Matteo, seduto al solito caffè Ragno Verde, continua ad essere ottimo sensale di matrimoni tra signorine e signorini alla ricerca di anima gemella di tutti i paesi tra la Murgia e la costa Pugliese. Nel frattempo donna Sofia ha partorito un figlio maschio… speriamo bene che Peppino, il nuovo arrivato riesca a prendere il diploma per la Farmacia di famiglia, per adesso gira nella farmacia con il triciclo ricevuto per il suo sesto compleanno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie