Domenica 24 Gennaio 2021 | 01:11

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

la storia

Coronavirus, «Il ritorno dalla Spagna a Trani, un’autentica odissea»

Titti Spatola, 28enne, era lì per impegni di lavoro. Dice: «Non preoccupatevi sono già in quarantena e mi autodenuncerò come prescritto»

Coronavirus, Bari Palese: nell'aeroporto svuotato non si viaggia più, ma si resiste senza paura

TRANI - «Io non lo so se questa è stata la scelta giusta, posso dirvi che le risposte arrivano col tempo. Tutto questo per dirvi: non giudicate più per favore, non fatelo mai più perché il prossimo potresti essere tu!»: e chi giudica in maniera pessima chi fa di tutto per rientrare a casa, legga pure questa storia.
Titti Spatola ha 27 anni, e da Trani era partita all’inizio di marzo per inseguire il suo sogno, quello di lavorare nel campo del turismo.

In Italia niente risposte al suo curriculum da laureata in tedesco e inglese, ma da Lanzarote (arcipelago delle Canarie), nel giro di due chiamate via Slipe, era arrivata immediatamente la possibilità di un posto di lavoro in un grande albergo 5 stelle.
Un sogno che si avvera. Titti parte il 6 marzo, rassicurata dalle informazioni dell’epoca.

E racconta: «6 marzo. Parto. Aeroporti vuoti, mascherine un po' ovunque. Ansia abbastanza. 7 marzo. Arrivo. Faccio un respiro e dico «finalmente qui». 8 marzo. Chiusa la Lombardia. Penso "ce l'ho fatta per un pelo". 10 marzo, la Spagna chiude i voli da e per l'Italia. Tutta la Spagna zona rossa , chiuso tutto. «Vabbè dai sull'isola non ci sono casi», mi dicono.
15 marzo. Primi 3 casi. Aeroporti aperti senza precauzioni. Mamma, papà, bro, amici: «Torna!».
16 marzo. «Parto o resto? Se parto metto a rischio me e gli altri. Se resto sono comunque a rischio ma in una stanza da sola, in una famiglia che non è la mia, se vai anche solo al supermercato ci sono troppi turisti irresponsabili e in più pago affitto senza lavorare. Cerco risposte. Chiamo la polizia. Chiamo l'hotel. Non sanno darmi risposte. Mi consigliano di fare la cosa migliore per me. E quale è la cosa migliore per un sognatrice come me? Qual è la cosa giusta».

Le uniche risposte arrivano dalla Farnesina, con il charter della Neos Air per un volo il giorno successivo, senza certezza di altre possibilità. Titti accetta, compra il biglietto, si organizza in qualche modo, trova un passaggio con altra gente nella stessa situazione, prende il traghetto per Fuerteventura, resta ore in attesa fino all’imbarco: «Ritardi vari, finalmente si sale e ci dividiamo. Aereo pieno, tante mascherine ma zero distanza. Tutti o quasi dai 50 anni in su. Il mio posto invece era vicino a due ragazze che avevano prenotato lo stesso hotel mio. Atterriamo all'1 a Fiumicino. Le valigie escono alle 2.30 passate! Prendiamo il taxi, check in hotel, doccia da un'ora, chissà scaccia il fatidico virus, e finalmente alle 3.30 a letto».

17 marzo. Roma, in hotel ognuno racconta la sua storia «e l'unica cosa che mi viene in mente paradossalmente sono le note di "sono un ragazzo fortunato perché mi hanno regalato il mondo". Titti riesce a prendere il treno che la riporta a Trani.
«Non preoccupatevi sono già in quarantena senza nessuno, e mi autodenuncerò. Questo è il rispetto che ho per i miei, per me e per la gente che non voglio incontrare al supermercato. Tutto questo è per dirvi una sola cosa: non giudicate, non commentate, non c'è la cosa giusta da fare. Non c'è.. ma c'è una cosa che vince su tutto è la libertà di scegliere dove vivere ma anche dove morire, per assurdo. Scegliere dove farsi curare nel caso di star male».

«Quando si ha paura si è tutti contro tutti se la cosa si vede dal di fuori, ma quando si è dentro credetemi si è uniti più che mai. È partito tutto da dei ragazzi trevigiani bloccati alle Canarie che tramite i social si sono fatti sentire, inserendomi in questo gruppo di "los perdidos". Poi preso taxi con modenesi, traghetto con padovani, aereo con ragazze siciliane ma che vivevano a Tenerife. Nella navetta c'era anche il cinese che chissà se provava a tornare a casa. Io non lo so se questa è stata la scelta giusta, posso dirvi che le risposte arrivano col tempo. Tutto questo per dirvi: non giudicate più per favore, non fatelo mai più perché il prossimo potresti essere tu! Il mio sogno per ora finisce ancor prima di iniziare, ma ho pur sempre lasciato una valigia da recuperare. Sono a casa. E sento mamma: "lavati le mani e vai in cucina».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie