Venerdì 30 Luglio 2021 | 02:28

NEWS DALLA SEZIONE

il punto
Le strategie dei partiti con la galassia dei no vax

Le strategie dei partiti con la galassia dei no vax

 
Il punto
La giustizia si riforma «solo» con l’armonia draghiana

La giustizia si riforma «solo» con l’armonia draghiana

 
Esperti a confronto
Bari, in città il futuro si chiama «mare»

Bari, in città il futuro si chiama «mare»

 
la riflessione
A che serve davvero il lasciapassare sanitario

A che serve davvero il lasciapassare sanitario

 
la riflessione
Quei cari banditori, altro che fake news

Quei cari banditori, altro che fake news

 
il punto
Se il vaccino diventa una questione politica

Se il vaccino diventa una questione politica

 
L'analisi
Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

 
Il commento
Le notti magiche seduti sul divano di casa

Le notti magiche seduti sul divano di casa

 
La riflessione
Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

 
il punto
Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

 
l'approfondimento
Dobbiamo attrezzarci per una vita da precari

Dobbiamo attrezzarci per una vita da precari

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraL'allarme
Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

Incendi: fiamme in pineta nel Materano, evacuato campeggio

 
FoggiaL'Irccs di San Giovanni Rotondo
Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

Firmato a Roma il nuovo Protocollo Regione Puglia - Casa Sollievo

 
BrindisiTokyo 2020
Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

Dell'Aquila a Brindisi abbraccia famiglia: «Non vedevo l'ora»

 
Batviolenza domestica
Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

Picchia moglie e figlio minorenne disabile, 52enne in carcere

 
TarantoSicurezza
Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

Migranti, «agenti in servizio in hotspot sono eroi»

 
Potenzal'emergenza
Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

Covid: da domani in Basilicata iter per vaccinare i ragazzi

 
BariFiamme altissime
Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione

Gravina, incendio in campi Murgia barese: da 16 ore canadair in azione - LE FOTO

 
LecceSerie B
Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

 

i più letti

L'analisi

Coprifuoco finito, riecco tutti i mali del sabato sera

Tempi nuovi (?) e vecchi mali. Per esempio i giovani e l'abuso di alcol. Le cronache dal Salento sembrano riportarci all'era pre-Covid

ambulanza 118 notte

Tempi nuovi (?) e vecchi mali. Per esempio i giovani e l'abuso di alcol. Le cronache dal Salento sembrano riportarci all'era pre-Covid: storie di ordinario sballo in uno scenario da precoce movida estiva. Il coprifuoco ci aveva disabituati; non se ne sentiva la mancanza.

La Puglia era ancora in «zona gialla» e soggetta a restrizioni orarie quando – nella notte tra sabato e domenica - alcuni ragazzi intossicati dall'alcol sono stati soccorsi dal personale del 118 nei Comuni salentini di Ugento, Monteroni e Gallipoli. In un caso è stato necessario il ricovero in ospedale.

Chissà se i medici leccesi, mentre prestavano le cure, avranno ricordato lo slogan-tormentone dei mesi più bui della pandemia: «Ne usciremo migliori». Se già c'erano dubbi, gli episodi dello scorso fine settimana – i malori durante le feste o davanti ai locali, le richieste di aiuto – li hanno dissipati.

Un anno e mezzo di (forzata) sobrietà da confinamento sembrava aver invertito la tendenza dello sballo, anche se sappiamo che - al netto dell'inabissarsi del fenomeno: tra feste private e rave party clandestini - altri fronti del malessere adolescenziale si sono aperti (pensiamo ai tristi numeri delle depressioni e dei suicidi).

Dal coma etilico agli incidenti mortali (spesso conseguenza dell'alcol e, per soprammercato, dell'abuso di droghe) parevano ridimensionati dopo aver impresso il loro marchio funesto alle stagioni estive, nel Salento in particolare e in particolare negli ultimi anni.

Il coprifuoco, le restrizioni, la necessità di evitare l'ennesimo dilagare dei contagi da coronavirus, attraverso il rispetto delle regole, sembravano il «salvacondotto» per un «mondo nuovo» nel quale almeno fronteggiare il problema della «movida sballata» con efficaci armi preventive.

Invece sfogliando le pagine di cronaca, leggendo l'intervista rilasciata alla Gazzetta dal direttore della centrale operativa del 118 di Lecce Maurizio Scardia, sembra di essere ripiombati nell'incubo: l'abuso di alcol da parte dei giovanissimi con gravi episodi di intossicazione, la necessità di vietare la vendita di bevande nei supermarket, i pericoli della guida in stato d'ebrezza, le campagne di sensibilizzazione nelle scuole, l'impegno di famiglie e istituzioni perché il fenomeno sia compreso ed eliminato con interventi a monte e non quando il danno è irrimediabile.

A sfogliare il giornale, ascoltare le parole del dottor Scardia, pare di trovarsi nel 2019 e non nel 2021. Distanziamento, coprifuoco, confinamento, sembrano non essere mai esistiti e non aver prodotto la benché minima maturazione di una diversa consapevolezza della parola libertà. Anzi, la libertà appare compressa e compromessa, perciò ora bisogna riappropriarsene, ma in realtà di ripiomba in antichi vizi.

Perché la libertà, ce lo ha insegnato la pandemia, è bellissima se rispettiamo noi stessi, il nostro corpo, la nostra salute rispettando le regole e, quindi, rispettando gli altri. Siamo ancora in tempo perché l'estate, nel Salento come in tutta la Puglia, non sia la stagione dell'osceno ritorno allo sballo ma quella nella quale la sfida da raccogliere, soprattutto da parte dei giovani, sia quella di rispettare le regole per non perdere la libertà.

Proprio loro, i ragazzi, hanno vissuto un anno e mezzo di coprifuoco, confinamenti, scuole chiuse. Proprio loro ora sanno, sulla propria pelle, come la libertà è facilissimo perderla e difficilissimo riconquistarla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie