Venerdì 14 Maggio 2021 | 07:08

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Il ruolo degli (ex) Populisti nel «Romanzo Quirinale»

Il ruolo degli (ex) Populisti nel «Romanzo Quirinale»

 
La riflessione
Dal Covid l’ultima beffa alle donne

Dal Covid l’ultima beffa alle donne

 
Il punto
Ambiente ferito, la lezione di Papa Wojtyla

Ambiente ferito, la lezione di Papa Wojtyla

 
il dibattito
Giustizia sotto i riflettori: i partiti affilano le armi

Giustizia sotto i riflettori: i partiti affilano le armi

 
La riflessione
Metà giugno, è questa la nuova data da segnare

Metà giugno, è questa la nuova data da segnare

 
L'analisi
La tentazione del «Liberi tutti» e il senso di responsabilità

La tentazione del «Liberi tutti» e il senso di responsabilità

 
Verso l'estate
Ora il turismo riscopra l'antica legge dell'ospitalità

Ora il turismo riscopra l'antica legge dell'ospitalità

 
L'editoriale
La festa dell'Europa per una nuova Europa

La festa dell'Europa per una nuova Europa

 
L'editoriale
Il primo beato fra i magistrati nel momento più difficile

Il primo beato fra i magistrati nel momento più difficile

 
Il punto
Stellantis, su Melfi equivoci e silenzi

Stellantis, su Melfi equivoci e silenzi

 
L'analisi
Le leggi non si fanno dal palco dei concerti

Le leggi non si fanno dal palco dei concerti

 

Il Biancorosso

Verso il derby
Bari, si punta a ritrovare tra i disponibili il difensore esterno Celiento

Bari, si punta a ritrovare tra i disponibili il difensore esterno Celiento

 

NEWS DALLE PROVINCE

Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

Vaccini in Puglia, trasferite a Bari dalla Sicilia 50mila dosi AstraZeneca

 
FoggiaIl caso
Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

Sdegno a Foggia, rubano tandem dell’Unione Ciechi e Ipovedenti: «Così ci tolgono la libertà»

 
PotenzaOccupazione
Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

 
HomeEmergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 
TarantoSicurezza sul lavoro
Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

 
BrindisiCarabinieri
Francavilla, le molestie corrono sul filo del telefono

Francavilla, le molestie corrono sul filo del telefono

 

i più letti

La relazione

Inps, tra Puglia e Basilicata si accumulano le pratiche: è emergenza invalidi civili

In Puglia più di 100mila arretrati. In Basilicata oltre 12mila

truffa all'inps

Gli effetti della pandemia si scaricano su una categoria particolarmente debole, quella dei pensionati di invalidità civile. La relazione al pre-Rendiconto sociale 2020 presentato dal Civ, il consiglio di indirizzo e vigilanza dell’Inps, presieduto da Guglielmo Loy, fotografa una situazione di disagio per questa categoria.

«Gli attuali sistemi organizzativi (fase sanitaria in convenzione con Inps o in gestione da parte delle regioni) per il riconoscimento delle prestazioni di invalidità civile – si legge nella relazione - non riescono a far fronte, in tempi congrui, al flusso delle domande generando così un consistente arretrato».

Per la Puglia le pratiche inevase dell’attività sanitaria di competenza della Regione ammontano a 65.805, a cui aggiungerne 37.820 di revisione che deve smaltire direttamente l’Inps. In Basilicata - dove la fase sanitaria è affidata in convenzione - l’arretrato è pari complessivamente a 12.178 domande (di cui 10.912 sono prima istanza e 1.266 revisioni). La prima conseguenza è che i tempi medi di attesa per l’accertamento sanitario si allungano nonostante qualche miglioramento che pure si è registrato nelle due regioni: in Basilicata occorrono 154 giorni prima del riconoscimento dell’indennità (di cui 19 giorni servono per gli adempimenti amministrativi) rispetto ai 175 giorni del 2019 (di cui 24 per adempimenti amministrativi).

Decisamente migliore la situazione in Puglia con 84 giorni di attesa (di cui 31 giorni per la fase amministrativa) erano 74 nel 2019 (di cui 33 per gli adempimenti amministrativi). Nel 2020, i tempi medi di attesa per l’accertamento sanitario, a livello nazionale, hanno subito un peggioramento passando da 88 giorni a 122 giorni (+34 rispetto all’anno precedente). La fase sanitaria delegata all’Inps presenta alcune significative criticità. In particolare i giorni medi di attesa in Sicilia sono 186 (+60 rispetto all’anno precedente), nel Lazio 132 (+52), in Calabria 131 (+40).

L’arretrato al 31 dicembre 2020 – rileva la relazione del Civ-Inps - per il 45% è di competenza Inps mentre per il 55% delle Regioni. Va tenuto conto che le realtà in convenzione (con gestione Inps) sono il Lazio, la Basilicata, la Calabria, la Campania (esclusa Napoli), alcune provincie Siciliane e Venete oltre a Pordenone. Queste realtà rappresentano in termini di popolazione, circa il 25%. Al formarsi dell’arretrato concorre il richiamo a visita per i già titolari di pensione d’invalidità. Ecco la proposta per superare i disagi: «Qualora, nell’emergenza pandemica, si provvedesse ad un formale rinvio delle visite di revisione, i centri medico legali dell’Inps potrebbero far fronte ad un maggior numero di visite per le domande di invalidità civile. Di grande agevolazione in questo percorso risulterebbe una strutturata ed organizzata modalità di visita su base documentale». In sostanza il Civ, per smaltire gli arretrati, propone di rinviare, finché c’è la pandemia, le visite di richiamo per concentrarsi sulle sole prime visite, che potrebbero essere fatte «su base documentale» anziché di persona. La migliore situazione è quella della regione Umbria con una punta minima di 75 giorni medi e la peggiore è quella della Sardegna con 248 giorni medi. I tempi di liquidazione a conclusione della fase sanitaria e amministrativa sono per il 52,8% nei primi 15 giorni, mentre il 22,7% degli invalidi civili attende la liquidazione oltre 121 giorni.

Nel 2020 i titolari di prestazioni d’invalidità sono in Puglia: 70.968 (solo pensione), 152.567 (solo indennità), 40.385 (pensione e indennità); in Basilicata 7.896 (solo pensione), 17.236 (solo indennità), 4.488 (pensione e indennità).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie