Martedì 02 Giugno 2020 | 14:08

NEWS DALLA SEZIONE

L'Editoriale
Il mezzogiorno e la borghesia industriale da rifondare

Il Mezzogiorno e la borghesia industriale da rifondare

 
L'analisi
La politica presente e la crisi di futuro

La politica presente e la crisi di futuro

 
IL PUNTO DI VISTA
La cura cinese per medici anche ai manager asl

La cura cinese per medici anche ai manager asl

 
L'ANALISI
Evviva la libertà senza dimenticare il posto più sicuro (casa propria)

Evviva la libertà senza dimenticare il posto più sicuro (casa propria)

 
L'EDITORIALE
Rendere utili al Sud e al paese le riforme chieste dall’Europa

Rendere utili al Sud e al paese le riforme chieste dall’Europa

 
L'ANALISI
Al di là di ogni verdetto quelle urla inascoltate

Al di là di ogni verdetto quelle urla inascoltate

 
il commento
Se l’invito alla speranza arriva da BankItalia

Se l’invito alla speranza arriva da BankItalia

 
L'analisi
I signori della rete nel recinto dell’odio

I signori della rete nel recinto dell’odio

 
Il punto
America di ieri. Europa di oggi

America di ieri. Europa di oggi

 
La riflessione
Tornate da Nord a studiare nelle università del vostro Sud

«Ragazzi tornate dal Nord a studiare nelle università del vostro Sud»

 
L'Editoriale
Così regolati così sregolati il pandemonio della pandemia

Così regolati, così sregolati: il pandemonio della pandemia

 

Il Biancorosso

Lutto
Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSanità post emergenza
Il San Giuseppe da Copertino

L’ospedale di Copertino riapre ma l’organizzazione è disastrosa

 
BariEstate alle porte
Cala San Giovanni

Fase 2, lettini personalizzati nell’azzurro di Polignano

 
Tarantoatti persecutori
Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

Taranto, armato si fa trovare sotto la casa della ex: arrestato stalker 48enne

 
BatIl caso
Rssa «Bilanzuoli» di Minervino

Minervino, anziani abbandonati: chiusa pure la Rsa «Bilanzuoli»

 
Brindisil'accordo
Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

Petrolchimico Brindisi, in serata arriva l'intesa: Comune revoca sospensione

 
PotenzaDal 3 giugno
Basilicata, nuova ordinanza di Bardi: aperture in sicurezza e assembramenti vietati

Basilicata riapre in sicurezza e senza assembramenti: nuova ordinanza di Bardi

 
Materanel Materano
Grassano, ladri strappano la cassaforte dell'ufficio postale

Grassano, ladri «strappano» la cassaforte dell'ufficio postale

 

i più letti

L'analisi

Post-virus, più innovazione per non restare al verde

La politica agricola non può assorbire una fetta così larga delle spese quando la rivoluzione tecnologica avanza a ritmi enormi

La battaglia europea scatenata sui «Coronavirus bond», per cui certi paesi chiedono giustissimamente una politica di collettiva responsabilità europea per le spese indispensabili per affrontare il «nemico occulto», rischia di trasferirsi su un terreno politico non corretto: quello del nazionalismo conflittuale che tanto piace ai sovranisti doc. E’ lampante che dalla Germania ci si aspetti un’attitudine radicalmente diversa rispetto a quella adottata con la Grecia , anzitutto perché la memoria dovrebbe ritornare all’unificazione monetaria delle due Germanie, grazie alla disponibilità europea che ne pagò costi notevoli, in secondo luogo perchè larghissima parte dei surplus da esportazioni tedeschi – eccessivi - avvengono nell’ambito comunitario, ma soprattutto perchè quella unificazione fu atto politico condiviso.

Nei giorni prossimi vedremo purtroppo accanirsi il dibattito in termini nazionalistici il che impedirà di vedere più serenamente problemi strutturali che invece sono rilevanti, a mio parere prioritari, come il riordino delle prelazioni politiche dal settore agricolo rispetto a quello industriale e delle innovazioni tecnologiche.

Di uno dei più grandi centroavanti della storia, lo svedese Gunnar Nordahl , si ricordano epiche azioni come i 40 metri corsi con un difensore allacciato alla cintura, praticamente trascinato, e susseguente goal, ed un fantastico goal fantasma, credo unico nella storia, quando una sua cannonata fu di tale violenza che la palla entrata in rete, ne uscì e l’arbitro non se ne accorse e lasciò proseguire l’azione. Gunnar - deceduto per infarto in una piscina dove indossava costume da bagno rossonero- era la punta di diamante del mitico trio milanista GreNoLi, e mentre il primo (Gren) era chiamato il Professore, e l’ultimo Liedholm era il Barone, lui era conosciuto come il Pompierone. Gunnar scrisse un libro autobiografico – oro e campi verdi - il cui titolo è bene ricordare in epoche di corona virus bond rifiutati da alcuni paesi.

Oro, è l’entità delle entrate della comunità europea, diciamo circa €140 miliardi, neppure tanti se si considera che è inferiore all’1% del Pil europeo. Personalmente credo che questo importo dovrebbe essere portato almeno al doppio se non al triplo per permettere alla Unione Europea di cominciare ad essere veramente adulta e avviarsi a caratterizzarsi per altre politiche che non siano Campi verdi. Le spese della comunità per le politiche agricole sono circa 40%. Troppo se si considera che l’ Unione europea per diventare veramente adulta dovrebbe puntare alle politiche della tecnologia industriali e soprattutto della innovazione tecnologica dove da sempre, è al rimorchio degli USA e ora in alcuni aspetti anche della Cina.

Ma il sostegno all’agricoltura –giusto e lungimirante in partenza – ha un effetto sottovalutato in termini di coscienza europeistica. L’agricoltura è da sempre un settore che ha alimentato una classe sociale strutturalmente conservatrice, poco dedita alla innovazione e quasi sempre aliena alla solidarietà. La popolazione agricola della UE è di poco superiore al 4% della totalità della popolazione lavorativa, ma questa popolazione lavorativa del 4% è destinataria di quasi la metà delle spese del budget europeo. Naturalmente è chiaro che di questa politica beneficia la comunità nel suo totale, ma il fatto resta. La politica agricola non può assorbire una fetta così larga delle spese quando la rivoluzione tecnologica avanza a ritmi enormi. E allora non potendo ridurre il numeratore, occorre aumentare il denominatore. Per capire la necessità di spinta all’innovazione bisogna confrontare le spese militari USA, circa il 5% del budget federale, e quelle della Russia e della Cina, fra il 3 e il 4 %, a fronte delle quali quelle europee sono di circa il 2%, ma non centralizzate bensì frutto di una semplice addizione di spese. Ora non si vuole promuovere una politica militaristica, ma è noto che gran parte della innovazione USA nell’alta tecnologia viene da quel tipo di spese e la UE deve inventarsi un modello di sviluppo che personalmente chiamo economia del sapere. La Germania sbaglia moltissimo nel non sostenere i Corona virus bond, ma sbagliano anche coloro che per difendere una giustissima urgenza finanziaria, puntano sull’antigermanesimo. Macron ha dimostrato che il dissenso va gestito in termini operativi. Noi abbiamo un trio in grado di agire in quel modo. Il presidente Mattarella, riferimento politico di altissimo livello; l’ex Governatore della Bce, Draghi, riferimento finanziario internazionale unico; ed il nostro Pm Conte che sta portando il paese ad una responsabilità condivisa impensabile solo pochi mesi fa.

La Germania sbaglia, ma bisogna farglielo capire ragionevolmente. Quel trio è perfettamente in grado di farlo. Un po’ più di oro per le industrie e l’ innovazione e un po’ meno per i campi verdi, con gli eurobond necessari. Chiamiamoli Sapere Europa Bond.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie