Domenica 15 Dicembre 2019 | 08:30

NEWS DALLA SEZIONE

il punto
Dalle piazze virtuali alle piazze delle persone

Dalle piazze virtuali alle piazze delle persone

 
Politica 2.0
Da Schmitt alla sfida europea radici e futuro del sovranismo

Da Schmitt alla sfida europea radici e futuro del sovranismo

 
L'analisi
Indignatevi piazze del Sud (con i dottori ora spazzini)

Indignatevi piazze del Sud (con i dottori ora spazzini)

 
verso il 2020
Puglia, il centrodestra cerca la sintesi su Fitto

Puglia, il centrodestra cerca la sintesi su Fitto

 
politica
Le sardine conquistano Francesca Pascale, ma non tutte le pugliesi

Le sardine conquistano Francesca Pascale, ma non tutte le pugliesi di destra

 
l'approfondimento
Impariamo a pronunciare parole non ostili

Impariamo a pronunciare parole non ostili

 
L'analisi
Dall’Europa agli appalti una lunga serie di autogol

Dall’Europa agli appalti una lunga serie di autogol

 
il punto
Ma occorre cambiare il modo di fare l'acciaio

Ma occorre cambiare il modo di fare l'acciaio

 
l'analisi
Il complesso di Telemaco della nostra dmeocrazia

Il complesso di Telemaco della nostra dmeocrazia

 
L'analisi
Partititi, rischio di apparire monadi senza finestre

Partititi, rischio di apparire monadi senza finestre

 
il commento
Tosca, boom di ascolti: la qualità anche in Tv

Tosca, boom di ascolti: la qualità anche in Tv

 

Il Biancorosso

serie c
Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

Bari: senza Di Cesare e Scavone, a Caserta per chiudere l'andata in bellezza

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiVia 53mila persone
Bomba day

Brindisi, evacuazione all'alba per bomba-day: città deserta, artificieri Esercito al lavoro

 
GdM.TVAllarme bomba
Bari, borsone sospetto su  panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

Bari, borsone sospetto su panchina davanti alla stazione: traffico bloccato, zona transennata

 
Leccenel Leccese
Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

Lizzanello, colpi di pistola contro vetrina parrucchiere: indagano i cc

 
Tarantosulla SS 106
Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Manfredonia, barche «in regola», ma senza controlli: arrestati 4 militari Capitaneria

Manfredonia, barche risultavano «in regola»: arrestati 2 militari Capitaneria, 27 indagati

 
Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 
Batil caso
Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

Bat, concorso funzionari ex Provincia: c'è l'ombra di una parentopoli

 
HomeMaltempo in Basilicata
Lauria, vento spazza via tetto di una palestra: ci sono feriti

Lauria, tromba d'aria spazza via tetto del PalaAlberti: 8 feriti, grave 28enne VD/FT

 

i più letti

Il commento

Regionali in Puglia fra sardine e pinguini

Il termometro della solidità dell’alleanza di centrodestra e della risposta della politica alla richiesta di rinnovamento che arriva dalle piazze web e dalla «zoopolitica», animata da sardine progressiste e pinguini sovranisti

Regionali in Puglia fra sardine e pinguini

Le regionali dei prossimi mesi saranno il bivio cruciale della politica italiana, la misura della tenuta del governo, il termometro della solidità dell’alleanza di centrodestra e della risposta della politica alla richiesta di rinnovamento che arriva dalle piazze web e dalla «zoopolitica», animata da sardine progressiste e pinguini sovranisti.

Emilia-Romagna e Calabria, e subito dopo Puglia, Campania e Toscana sono dunque i fronti caldi dello scontro politico. L’alleanza di governo che sostiene Giuseppe Conte a Palazzo Chigi, al momento, non si va ricomponendo in Emilia-Romagna e Calabria: il voto a sorpresa degli iscritti pentastellati su Rousseau, ribaltando le indicazioni del capo politico Di Maio volte a saltare il turno elettorale, ha scombinato i piani del centrosinistra. Tra i grillini è rinata una tentazione identitaria insieme alla volontà di schierare liste equidistanti dalla destra e dalla sinistra. Un pericoloso ritorno alle origini ribellistiche che però mette a repentaglio la solidità dell’accordo nazionale giallo-rosso. In particolare in Emilia-Romagna - regione la cui consultazione è ritenuta «madre di tutte le battaglie» - i sondaggi indicano il governatore uscente dem Stefano Bonaccini e la rivale leghista Lucia Borgonzoni distaccati di una incollatura. E così la partecipazione dei grillini potrebbe sottrarre al centrosinistra i voti necessari alla conferma del politico modenese. In questo contesto arrivano le mediazioni dell’ala progressista del M5S, schierata in funzione di favorire un accordo con i dem, accordo al momento sarebbe sgradito a Di Maio («intese con partiti no, sì con formazioni civiche»): si ipotizza però un patto con l’Emilia-Romagna alla sinistra e una chance ai grillini in Calabria. Ma tutto è in alto mare.

Queste dinamiche nazionali si riflettono anche sulla Puglia dove un accordo tra centrosinistra e Pd consoliderebbe la corsa del candidato progressista (il governatore uscente Michele Emiliano cerca la riconferma con il meccanismo delle primarie, fissate per gennaio). Tutto facile? No. Emiliano preferisce non fare alleanze e il M5S, con la nomina a co-coordinatrice dell’ex ministro Barbara Lezzi, rivendica autonomia e distanze siderali dal governo regionale (a cui chiede chiarezza dopo le ultime inchieste giudiziarie). Intanto si accendono quotidianamente fiammate sulle primarie progressiste: la benzina arriva dai renziani di Italia viva, che considerano i gazebo inadeguati ed Emiliano poco attraente al punto da scegliere il disimpegno. Insomma sulle trattative (sotterranee e pubbliche) a sinistra, non poteva mancare il fantasma dell’ex premier Renzi, che potrebbe ricordarsi dei suoi pregressi dissapori con Emiliano, schierando un candidato governatore autonomo… In Puglia si voterà in primavera e non è da escludere che questo quadro possa essere stravolto con un matrimonio in extremis tra Pd, centrosinistra e M5S, come per il Conte Bis.

Sul fronte opposto il centrodestra non ha ancora individuato il proprio candidato governatore: il pallino è saldamente nelle mani di Giorgia Meloni che dovrà indicare un esponente di Fratelli d’Italia, ma la Lega punta i piedi e chiede «una nuova narrazione» (una velata presa di distanze dalla scelta dell’alleato?). Insomma se Atene piange, Sparta non ride. E dalle piazze digitali e reali si alza una richiesta di partecipazione sotto forma di mobilitazione da «zoo-politica»: per vincere alle Regionali, in contese decise all’ultimo voto, sardine e pinguini avranno un peso inimmaginabile fino a qualche settimana fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie