Martedì 18 Maggio 2021 | 19:22

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
I Lost tornano a Bari per il «virtual tour» tra le radio universitarie: nuovo brano con un tuffo nei ricordi

I Lost tornano a Bari per il «virtual tour» tra le radio universitarie: nuovo brano con un tuffo nei ricordi

 
Musica
The Resonance: nel nuovo album rinascono gli anni '80, alla riscoperta di synth e drum machines

The Resonance: nel nuovo album rinascono gli anni '80, alla riscoperta di synth e drum machines

 
Musica
Lavvocato «Parte in causa» nel debutto discografico

Lavvocato «Parte in causa» nel debutto discografico

 
Musica
La voglia di verità nei «Maledetti ritornelli» di Cristiana Verardo: fuori il nuovo album

La voglia di verità nei «Maledetti ritornelli» di Cristiana Verardo: fuori il nuovo album

 
Nuove uscite
«Dieci», in arrivo il nuovo album degli Shakalab

«Dieci», in arrivo il nuovo album degli Shakalab

 
Musica
H.E.R. pugliese giornata omotransfobia

«Voglio essere felice»: l'inno alla rinascita della pugliese H.E.R. nella Giornata contro l'omofobia

 
Novità
Bastano solo «2 Accordi» e Molla ci cambia la musica

Bastano solo «2 Accordi» e Molla ci cambia la musica

 
Nuove uscite
«Hamilton», il foggiano MalaVoglia immagina così l'amore che vorrebbe

«Hamilton», il foggiano MalaVoglia immagina così l'amore che vorrebbe

 
Musica
«Marchio di fabbrica», nuovo singolo per il pugliese 21 Graffi

«Marchio di fabbrica», nuovo singolo per il pugliese 21 Graffi

 
Canzoni
«Io, te e la panchina», fuori il nuovo singolo del salentino Guglielmo Lai

«Io, te e la panchina», fuori il nuovo singolo del salentino Guglielmo Lai

 
prodotto da Molla
«Vita da film», l'esordio del pugliese Fanizzi, bancario di giorno e artista di notte

«Vita da film», l'esordio del pugliese Fanizzi, bancario di giorno e artista di notte

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio, ecco la storia di Bari-Foggia

Calcio, ecco la storia di Bari-Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariEdilizia giudiziaria
Bari, il polo penale raddoppia a Poggiofranco

Bari, il polo penale raddoppia a Poggiofranco

 
Leccenel leccese
Muore il frate contagiato a Parabita, religiosi in quarantena

Muore il frate contagiato a Parabita, religiosi in quarantena

 
Potenzacovid
E anche in Basilicata i contagi continuano a calare

E anche in Basilicata i contagi continuano a calare

 
PotenzaCovid
Basilicata, scuole superiori da domani in presenza al 100%

Basilicata, scuole superiori da domani in presenza al 100%

 
Tarantoambiente
Taranto, sequestrata discarica di  rifiuti pericolosi

Taranto, sequestrata discarica di rifiuti pericolosi - IL VIDEO

 
BatAd Andria
Arsenale sequestrato a ex gip, De Benedictis ammette: «Mie solo alcune di quelle armi»

Arsenale sequestrato a ex gip, De Benedictis ammette: «Mie solo alcune di quelle armi»

 
BrindisiTerritorio
Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

 

i più letti

nel Barese

Ruvo, il Talos Festival vince la sfida dell'edizione distanziata

Musica e danza: un legame da sfruttare più intensamente

Ruvo, il Talos Festival vince la sfida dell'edizione distanziata

L’immagine di Piazzetta Le Monache, a Ruvo, con i posti a sedere distanziati e il palcoscenico messo al contrario rispetto al passato resterà probabilmente impressa nella memoria degli aficionados del Talos festival. Così come gli scatti che i numerosi fotografi al seguito della manifestazione hanno realizzato quest’anno potrebbero diventare dei pezzi rari, come dei piccoli «Gronchi rosa» della memoria per il loro ritrarre pubblico e musicisti muniti di mascherine, a testimonianza dell’«edizione del Covid», di un anno nel quale, una volta di più, il festival, i suoi ideatori Pino e Livio Minafra con Margherita Porfido, la civica amministrazione, gli stessi spettatori sono riusciti a opporre una singolare resistenza umana per non fermare una manifestazione che ormai appartiene a una comunità e che è finalmente riuscita a fare identità intorno a sé.
Ecco allora che le tre fredde (solo meteorologicamente) serate di questa edizione d’ottobre assumono un significato che va ben oltre la semplice fruizione della musica per diventare un punto fermo nella già abbastanza tribolata storia di un appuntamento senza il quale la Puglia della musica creativa sarebbe decisamente più povera.
E che per questi concerti ci fosse attesa lo hanno dimostrato i tre «esauriti» serali, forse favoriti anche dalle restrizioni imposte dalle norme sanitarie, ma non per questo meno significativi.

Le non poche difficoltà non hanno permesso ai Minafra di sbizzarrirsi come in passato, eppure i tre appuntamenti - Paolo Angeli, il duo Salis - Zanchini e il trio Servillo, Girotto, Mangalavite - hanno rimarcato un’attenzione a quella ricerca, a quella libertà improvvisativa che però non si allontana mai dalla cura della melodia, dal legame con un passato che può essere ancora gravido di suggestioni anche per i linguaggi contemporanei. In questo senso non c’è dubbio che il recital «Liberi» portato in scena da Antonello Salis e da Simone Zanchini abbia incarnato alla perfezione lo spirito del Talos e soprattutto lo slogan coniato ormai diversi anni fa da Pino Minafra: la melodia, la ricerca, la follia.

Nell’arco di circa un’ora e mezzo, Salis a pianoforte e fisarmonica e Zanchini a fisarmonica e live electronics hanno proposto un set vivace, fantasioso e persino imprevedibile, sfociato in un estemporaneo omaggio a Ennio Morricone, con le rivisitazioni a loro modo energiche e intense di temi da film quali Il buono, il brutto, il cattivo, Giù la testa, Nuovo Cinema Paradiso e Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto. Riletture creative, beninteso, ma sempre musicalissime, nelle quali il pianoforte di Salis si è acceso di bagliori tayloriani, con clusters e improvvise raffiche di note, mentre nei momenti in cui entrambi i solisti hanno imbracciato le fisarmoniche la musica si è fatta rapsodica, frenetica nel suo continuo smontare e rimontare i temi cucendoli persino a citazioni del Bolero di Ravel o di standard del jazz.
Ci sarebbe poi da dire della danza, del bel filone che il coreografo Giulio De Leo ha sviluppato accanto a quello musicale. Per ora ci limitiamo a suggerire che, nel Talos del futuro, danza e musica potrebbero e dovrebbero interagire creativamente in maniera molto più stretta anche negli appuntamenti serali. La provocazione è lanciata...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie