Domenica 20 Gennaio 2019 | 12:41

LETTERE ALLA GAZZETTA

Smacco a Israele è la nuova cura Trump?

Un’altra risoluzione Onu "contro" Israele, per gli insediamenti dei coloni in Cisgiordania e questo Stato risponde convocando, il giorno di Natale (!) gli ambasciatori della nazioni che l'hanno firmata.
A parte il fatto che non ci è dato di sapere cosa avrebbero detto a Gerusalemme, se un ambasciatore israeliano fosse stato convocato nel giorno della loro ricorrenza religiosa del Kippur, il governo israeliano, rivoltando la frittata, ha definito “vergognosa” la risoluzione adottata dal Consiglio di sicurezza, respingendola in toto. Ma altra novità, non meno importante, è stata la decisiva astensione degli Stati Uniti, che se invece avessero posto il veto, avrebbero di fatto non consentito l’approvazione della risoluzione, anche se non è facile dimenticare che in oltre un centinaio di risoluzioni che riguardano Israele non se ne trova nemmeno una contro la Palestina.
Potremmo augurarci che, con l’avvento dell’era Trump, qualcosa possa finalmente cambiare nella politica estera degli americani? La speranza è l’ultima a morire.

Armando Santoro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400