Sabato 19 Gennaio 2019 | 00:53

LETTERE ALLA GAZZETTA

Non si può votare con la pancia

Più volte è stato ribadito, con inalterabile evidenza, che la democrazia non si tocca. Men che meno il suffragio universale. Ma proprio per questo, tutte le volte che depositiamo nell’urna l’espressione del nostro voto, occorre far valere la padronanza degli strumenti formativi. Io credo che succeda abbastanza spesso. Almeno me lo auguro.
Chiedere al coniuge o al figlio o a un amico come e per chi votare è davvero scoraggiante. La democrazia copia e incolla non rende ragione della sovranità popolare. Il governo del popolo funziona solo se ogni scelta è legittimata dalla consapevolezza di ciò che si esprime.
Qualcuno ha detto che si può votare anche di pancia. Speriamo di no. La democrazia è cosa seria e più che la pancia conta la testa.

Fabio Sìcari, Bergamo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400