Venerdì 24 Maggio 2019 | 04:49

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl candidato
Comunali, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

Comunali Bari, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 
PotenzaStatale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
BatLa sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
BrindisiNel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Tarantonel tarantino
Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

 
LecceSenza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Licenziati cioè condannati a morte

In Italia c’è la pena di morte. A Foggia, una ventina di “furbetti del cartellino” sono stati licenziati. Al di là di facili ed ipocriti moralismi, chiediamoci se la pena è congrua al reato. In un Paese dove conosciamo bene le reali pene che scontano assassini, rapinatori, ladri, grandi corrotti e corruttori, dove le carceri si svuotano di delinquenti, dove chi ti ha rubato l’auto il giorno dopo la sentenza è in libertà per rubare altre auto, in questo Paese i furbetti del cartellino vanno certamente sanzionati, anche con pene durissime, ma non con il licenziamento. In una città come Foggia, al giorno d’oggi, un licenziamento equivale ad una condanna a morte.

Francesco Berardino, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400