Venerdì 10 Luglio 2020 | 15:15

Il Biancorosso

calcio
Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaBorsa Merci
Foggia, grano, nuovo agguato sul prezzo: abbassato di 2 euro a quintale, l'ira degli agricoltori

Foggia, grano, nuovo agguato sul prezzo: abbassato di 2 euro a quintale, l'ira degli agricoltori

 
LecceUniversità
Lecce, una forma di riscatto sociale: fra i neolaureati due detenuti

Lecce, una forma di riscatto sociale: fra i neolaureati due detenuti

 
BariIl caso
Terlizzi, «Lei è positivo». Ma è un errore. Incubo per un 45enne

Terlizzi, «Lei è positivo». Ma è un errore. Incubo per un 45enne

 
BatNella Bat
Trinitapoli, scoperta maxi piantagione ci cannabis con oltre 3400 piante

Trinitapoli, scoperta maxi piantagione ci cannabis con oltre 3400 piante

 
Potenzal'opera pubblica
Potenza, inaugurato sottopasso di via Calabria per migliorare mobilità cittadina

Potenza, inaugurato sottopasso di via Calabria per migliorare mobilità cittadina

 
Tarantola visita
Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

 
HomeOperazione «Long vehicle»
Assalto a portavalori sulla Brindisi-Lecce, sgominata la banda

Assalto a portavalori sulla Brindisi-Lecce, sgominata la banda: 8 in manette

 
Materamaltrattamenti in famiglia
Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

Bernalda, minaccia convivente per gelosia col coltello: arrestato 40enne

 

i più letti

Le leguminose.

A scuola di cucina

Asya Argentieri

Asya Argentieri

Asya Argentieri è una studentessa al secondo anno della Triennale di Scienze Gastronomiche a Pollenzo. L'obiettivo che si prefigge questo blog è quello di far conoscere ogni aspetto del cibo e trasferire la passione della buona cucina non solo a coloro che ne conoscono il lato gustativo. Il cibo infatti, è molto di più di quello che viene rappresentato a tavola e che spesso non viene raccontato. La passione di Asya che per ragioni di studio ora gira il mondo allo scopo di conoscere le diverse culture e i metodi applicati alla cucina «deriva - racconta - anche dal luogo in cui sono nata: la Puglia». «Una regione in cui - aggiunge - nel passato il cibo assumeva particolari significati e che oggi abbiamo perso di vista».

Le Fabaceae o Papillionacee, meglio conosciute come leguminose, sono dei semi racchiusi in un baccello e appartengono alla cerchia dei vegetali. La loro storia è antica e ricca di testimonianze, come ad esempio la presenza di legumi nelle tombe reali Egiziane, oppure la loro citazione da parte di Omero nell'Iliade, e ancora nell'Antico Testamento sono ulteriormente presenti. La loro origine risale intorno ai 20.000 anni fa in alcune culture orientali, mentre una storia diversa vive il fagiolo comune in quanto è stato coltivato per la prima volta 5.000 anni fa. Già i nostri antenati conoscevano il segreto di questi ortaggi, ossia il loro immenso valore nutritivo: contengono dal 25 al 40% di proteine, di granlunga superiore al valore biologico dei cereali e poco inferiore a quello di origine animale. I glicidi rappresentano circa il 50 % del peso secco, e si dividono in amido, pectina e cellulosa. I lipidi sono presenti per il 3% del peso secco ed i sali minerali insieme alle vitamine sono presenti in discreta quantità.

I legumi più utilizzati nella nostra regione sono i fagioli, i piselli, le lenticchie, i ceci, le fave e carrube. Sono considerati protagonisti di una cucina “povera” solo a causa del loro costo molto basso, non a causa delle proprietà. Infatti, questi vegetali vantano di elevate proprietà nutrizionali differenziate in due gruppi: energia e macronutrienti, sali minerali e vitamine.

Riguardo il primo gruppo, i legumi freschi soprattutto, apportano un quantitativo energetico piuttosto eterogeneo, e bisogna ricordare la differenza con quelli secchi, ai quali varia la componente nutritiva ed energetica con l'idratazione. L'energia per la maggior parte è data dai carboidrati. Riguardo i macronutrienti, le proteine rappresentano circa un terzo delle kcal totali, mentre i lipidi sono polinsaturi ossia di buona qualità ma presenti in piccole quantità.

Parliamo adesso del secondo gruppo: i sali minerali presenti nei legumi sono ferro, potassio e fosforo, anche se la biodisponibilità di essi è limitata mentre le vitamine tipiche dei legumi sono tiamina, niacina, acido folico e biotina.

I legumi, purtroppo, hanno anche degli “effetti collaterali” che spesso frenano il loro consumo, come il meteorismo e la flatulenza. Questo fenomeno è dato prevalentemente a causa della fermentazione batterica colica verso alcuni oligosaccaridi: raffinosio e stachiosio. Essa comporta una produzione di metano che in piccolissima parte viene assorbito, e la restante subisce l'espulsione diretta. Esiste però un'altra faccia della medaglia, infatti questo processo riduce il rischio di intossicare il colon e quindi previene delle patologie. I legumi, però, possiedono anche delle funzioni anti-nutrizionali come: antitriptica e atiamilasica. Esse consistono nella riduzione significativa dell'efficacia digestiva verso le proteine e gli amidi. Dal punto di vista lipidico-digestivo, i legumi riescono a ridurre l'assorbimento del colesterolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie