Giovedì 25 Aprile 2019 | 01:46

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Bio-consumatore

A scuola di cucina

Asya Argentieri

Asya Argentieri

Asya Argentieri è una studentessa al secondo anno della Triennale di Scienze Gastronomiche a Pollenzo. L'obiettivo che si prefigge questo blog è quello di far conoscere ogni aspetto del cibo e trasferire la passione della buona cucina non solo a coloro che ne conoscono il lato gustativo. Il cibo infatti, è molto di più di quello che viene rappresentato a tavola e che spesso non viene raccontato. La passione di Asya che per ragioni di studio ora gira il mondo allo scopo di conoscere le diverse culture e i metodi applicati alla cucina «deriva - racconta - anche dal luogo in cui sono nata: la Puglia». «Una regione in cui - aggiunge - nel passato il cibo assumeva particolari significati e che oggi abbiamo perso di vista».

Bio-consumatore.

Le mode si susseguono sempre più velocemente, e nel nostro tempo ne abbiamo vissute parecchie. Una tra queste che ha dato una mano all'agricoltura sostenibile è la corsa ai prodotti biologici. Ma l'agricoltura biologica cos' è? È un'agricoltura consapevole, che utilizza minime dosi chimiche e nessun tipo di OGM, e soprattutto cerca di rispettare il ciclo naturale della terra. Parliamo quindi di come influenzerebbe l'ecosistema Terra. 

Guardiamo prima al nostro sistema Terra. La biodiversità è importante per un ecosistema sostenibile, ma purtroppo è in declino. Questo è dovuto alle pratiche agricole, di allevamento insostenibili e di disboscamento. Ma non solo, anche il cambiamento climatico colpisce la nostra biodiversità. Perciò in questo scenario, è una grande responsabilità umana essere sostenibili e conservare la biodiversità. 

Ciò a cui si sta puntando molto, sono le conoscenze tradizionali. Tuttavia, bisognerebbe cambiarle e traslarle in un nuovo mondo complesso, poiché sono nate in un mondo che non esiste più. Ma non solo, un altro grande problema è la perdita delle conoscenze tradizionali, dimostrato dal pensiero comune che ogni mercato locale dovrebbe basarsi sui prodotti globali. Perciò, bisognerebbe puntare a nuovi progetti, capaci di apprendere le tecniche ormai appartenenti ad un passato lontano. 

Il mondo in cui ci troviamo ora sta cambiando anche a livello sociale. Ciò di cui si ha bisogno è una politica nuova, che dia importanza alla democrazia, all'inclusione, alla partecipazione e sensibilità culturale così da poter dare spazio alla sostenibilità economica, ecologica e sociale. Per ottenere un risultato così importante, c'è bisogno di sfidare le attuali politiche con strumenti e mezzi nuovi. 

Attualmente il sistema alimentare si basa su scambi sfavorevoli al nostro pianeta, insostenibili appunto. L'attore protagonista di questa nuova era è il consumatore consapevole, capace di sapersi muovere nella nuova giungla alimentare e scegliere cibi sostenibili. Ma da soli non potrebbero cambiare tutte le cattive abitudini, però dovrebbero fare da modello, per nuovi sistemi alimentari più consapevoli e più responsabili. 

Un altro argomento importantissimo attualmente discusso, è la salute in relazione con il piacere. È inevitabile dire che un'agricoltura sostenibile non può che far bene sia alla terra che all'uomo. Ma in questa partita il ruolo più di rilievo ce l'ha il gusto, che è cambiato ed è assuefatto a gusti meno "naturali". Perciò dovremmo educare il gusto prima che noi stessi, e la terra di conseguenza. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400