Lunedì 01 Giugno 2020 | 08:02

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

Ricette Puglia

Taralli caserecci

Ricetta del Maestro Fornaio Domenico (detto Nico) Carlucci

Taralli caserecci - Ricetta del Maestro Fornaio Domenico (detto Nico) Carlucci

Taralli caserecci - Ricetta del Maestro Fornaio Domenico (detto Nico) Carlucci

Ingredienti
 • kg 1 farina (tipo W basso)
 • g 25 lievito di birra fresco (2,5% sul peso della farina)
 • g 400 vino bianco (40% sul peso della farina)
 • g 200 olio evo (20% sul peso della farina)
 • g 20 Sale marino fino 27,5 (2% sul peso della farina)
 • q.b. olio evo per spennellare

Procedimento
Impastare a mano la farina e il lievito e far mescolare per ossigenare e miscelare le polveri per 2 minuti. Iniziare l’impasto inserendo il vino, di seguito l’olio e in fine il sale ben distanti tempisticamente dal lievito. Impastare finchè non avremo un impasto omogeneo e soprattutto senza cristalli da sale visibili.

Trasferire l’impasto sul piano di lavoro poco infarinato, fare 2 pieghe (sovrapporre l’impasto), spennellare con olio e lasciare «puntare» (riposare) per circa 15 minuti coperto con telo in plastica. Con l’aiuto di un mattarello stendere il nostro impasto allo spessore di circa 1 centimetro. Prelevarne poco per volta e formare dei filoni lunghi e sottili, tagliare la pasta e ricavare dei bastoncini del diametro di una matita, lunghi 8-10 cm e larghi 1 cm chiudendoli ad anello per formare i taralli sovrapponendo e premendo le estremità di giuntura in modo da far aderire bene i lembi. Lasciare «puntare» per 15 minuti non coperti.

Appena i taralli saranno pronti, portare sul fuoco o piastra a induzione una casseruola con acqua non salata. Quando sarà bollente ma non a ebollizione (circa 90°), immergere gli anelli di pasta poco per volta ed estraeteli con una paletta (passino) man mano che affiorano in superfice (oppure usare un bollitore).

Sgocciolateli con cura (magari facendoli asciugare in un canovaccio di stoffa) e allineateli su una teglia con carta da forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 200° C per circa 15 minuti o fino a cottura ultimata cioè finchè non abbiano acquistato un colore paglierino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie