Domenica 26 Gennaio 2020 | 18:12

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BatLa storia
Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
GdM.TVAttentato
San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

La sanità pugliese e il fenomeno mobilità passiva

Evitare i «viaggi della speranza» innalzando il budget delle strutture private, enti ecclesiastici per primi, che, secondo l’analisi dell’Istituto Sant’Anna, garantiscono meglio l’eccellenza? A parte che essa non è per tutto, in tal modo si impoverirebbe ancor di più la sanità pubblica, nella quale c’è necessità di un maggiore sforzo per far sì che i nostri policlinici universitari non siano più solo luoghi di passaggio per le migliori professionalità, con conseguente appiattimento della qualità dell’assistenza anche negli altri ospedali regionali.
Il problema della mobilità passiva è complesso. Si va fuori per sentito dire, tradizione e fama, talvolta anche immotivata, spesso su consiglio degli stessi operatori sanitari, ma soprattutto perché mancano sicuri punti di riferimento per determinate patologie, in primo luogo i tumori. Sarebbe il caso quindi, prima ancora di creare poli di attrazione, cosa tutt’altro che semplice, di avere il coraggio di chiudere quelle strutture non in grado di rispondere adeguatamente alla domanda. Ferma restando comunque per il cittadino la libertà di scegliere dove e da chi farsi curare.


Giuseppe Gragnaniello, Terlizzi (BA)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie