Sabato 27 Febbraio 2021 | 23:16

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

L'intervista

Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

Auteri toglie gli alibi al Bari: «La fortuna? Conta altro»

«Ognuno raccoglie ciò che merita. Avanti sulla strada giusta»

Il risultato, prima di tutto. Tanto per non perdere l’abitudine a tenere il piede pigiato sull’acceleratore. Mai come stavolta non è nemmeno il caso di tirare in ballo il «pepe» di un derby. Sarebbe riduttivo farne una questione regionale o di presunte suggestioni. Conta vincere. Il resto conta zero.

Auteri, le giornate passano e la Ternana resta abbastanza lontano.
«Il concetto che si sposa bene con la situazione del Bari è perseveranza. Noi dobbiamo continuare a cercare la perfezione senza guardare troppo chi ci sta davanti. Ripartiamo dalle prestazioni con una convinzione sempre più forte».

In settimana si è parlato tanto di sfortuna. Per lei è un concetto fine a se stesso o qualcosa che va combattuto alzando la qualità delle giocate?
«A me non è mai piaciuto parlare di sfortuna. O essere fatalista. Ognuno raccoglie ciò che merita. Se non abbiamo vinto nonostante un ottimo rendimento è perché abbiamo sbagliato un po’ troppo. Nel calcio qualcosa, nel breve, ti può essere tolto. Ma, poi, torno a dire che conterà la nostra perseveranza».

Quattro partite in casa nelle prossime sei in un mese di fuoco. Può essere l’occasione giusta per accorciare dalla vetta?
«In teoria sì. Anche il concetto di calendario è molto virtuale. La verità è che per il Bari ogni partita assomiglia a un bivio. Bisogna decidere che strada prendere. E noi la conosciamo. Sapendo che stiamo entrando in una fase cruciale».

La scarsa precisione in zona gol può dipendere dall’ansia da prestazione alla luce del distacco dalla vetta?
«Si può dire tutto e il contrario di tutto. L’unica cosa che conta è ridurre il gap. Non dobbiamo pensare all’ansia. E non credo si sia vista una squadra nervosa. Sarò noioso, ma ripartiamo dalla prestazione».

A Foggia s’è visto un Bari spento. Torna il derby, ha messo in guardia i suoi?
«A Monopoli abbiamo giocato una buona gara, a dir il vero. È evidente che in certe gare gli avversari ci riservino un trattamento particolare. E ci sta perché noi siamo il Bari».

Le assenze possono indurla a cambiare qualcosa sul piano del sistema di gioco?
«In settimana proviamo a fare tante cose. E siamo pronti a tutto, magari anche a partita in corso. Ma ovviamente non è questa la sede per parlarne. I numeri, però, sono relativi. L’importante è avere la stessa faccia».

D’Ursi sta diventando un’arma in più?
«A me piace sempre parlare di reparto. Con la Turris ha giocato una partita appena sufficiente. So cosa può dare, ha grandi potenzialità».

Cone sta Maita?
«Meglio. Ma è fermo dal 29 dicembre. C’è tempo ancora, purtroppo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0:...

 
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato ferma...

 
Bari-Foggia, il gran derby di sabato è anche questione di gol

Bari-Foggia, il gran derby di sabato è anche questione ...

 
Il metodo Carrera: elasticità e furore per far decollare il Bari

Il metodo Carrera: elasticità e furore per far decollar...

 
Catania-Bari, pareggio da brivido: Frattali salva il match parando un rigore al 93'

Catania-Bari, pareggio da brivido: Frattali salva il ma...

 
Catania-Bari di domani vale più di un secondo posto

Catania-Bari, il doppio ex Spinesi: vale più di un seco...

 
Bari calcio, scoppia la Cianci-mania dopo il gol d'esordio del bomber: il video del tripudio diventa virale

Bari calcio, scoppia la Cianci-mania dopo il gol d'esor...

 
Bari-Monopoli 1-0: al San Nicola esordio vittorioso per mister Carrera

Bari-Monopoli 1-0: al San Nicola esordio vittorioso per...