Domenica 24 Febbraio 2019 | 06:10

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

IL DOPO PARTITA

In casa biancorossa tutti zittipesano le parole del tecnico?

In casa biancorossa tutti zitti
pesano le parole del tecnico?

Fabiano: inaccettabile che Cornacchini abbia respinto la mia stretta di mano

lI calciatori del Bari non parlano. Motivi di sicurezza hanno spinto il club biancorosso a far salire in fretta e furia la squadra sul pullman in partenza da Torre del Greco con destinazione Puglia. In effetti, l’atmosfera allo stadio «Liguori» è quantomeno elettrica. La vittoria della Turris è festeggiata con comprensibile euforia, ma anche con eccessivo dileggio nei confronti dei galletti. Lo show di un fotografo davanti alle telecamere di Dazn, con tanto di improperi e gestacci, è un eloquente spaccato del contesto. Non è risparmiato nemmeno Giovanni Cornacchini che, al momento delle interviste di rito, è infastidito da alcuni sostenitori campani assiepati alle sue spalle. Tutto vero, insomma. Ma è altrettanto chiaro che non ci sia tanta voglia di commentare la caduta con la Turris. Franco Brienza era stato individuato dal club per parlare con i giornalisti: probabilmente, la conferenza del capitano sarà spostata alle prossime ore. Che saranno importanti per confrontarsi a mente fredda e sgombrare il campo da alcune ombre. Non è sfuggita una certa freddezza tra calciatori e allenatore a fine match, così come le dichiarazioni di Cornacchini sull’insufficienza di attributi nel match clou della stagione meriterebbero una spiegazione più esauriente. Fin troppo diretto, invece, l’allenatore corallino, Franco Fabiano che sparge elogi sulla realtà barese, ma punta il dito proprio su Cornacchini. «È stato bellissimo battere il Bari, ma non mi confronto con un club che per storia, blasone, tifoseria e caratura tecnica non appartiene a queste categorie. Difficile competere con una corazzata così forte, ma noi non ci arrendiamo. Il mio alterco con Cornacchini (avvenuto su una palla da restituire alla Turris in seguito ad un infortunio di un calciatore campano, ndc)? In campo possono capitare momenti di tensione. È inaccettabile, invece, che abbia respinto la mia stretta di mano al termine del match perché qui si tira in ballo l’educazione. Con la squadra che si ritrova, non avrebbe mai dovuto parlare della Turris, invece ha persino detto che l’assenza di alcuni nostri uomini cardine si sarebbe tramutata in un vantaggio. Ha avuto paura di noi, è venuto qui con tre centrali difensivi puri anziché dar libero sfogo agli attaccanti: doveva mettersi il pannolino. La verità è che di allenatori ce ne sono tanti, ma di uomini pochi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Brienza, lombosciatalgia smaltitail fantasista con l'Acireale in panchina

Brienza, lombosciatalgia smaltita il fantasista con l'A...

 
Bari, la grande passione biancorossauna media di 10mila tifosi a partita

Bari, la grande passione biancorossa una media di 10mil...

 
Parlare di calco con le donneè un piacere per i sensi

Parlare di calcio con le donne
è un piacere per i sensi

 
Hamili, Bolzoni, Feola e Langellail Bari è il centrocampo della serie C

Hamlili, Bolzoni, Feola e Langella il Bari e il centroc...

 
Hamilili, a caccia del gol perduto"Preferisco giocare da mezz'ala"

Hamlili, a caccia del gol perduto "Preferisco giocare d...

 
Brienza non ha ancora recuperatoBiancorossi senza il fantasista?

Brienza non ha ancora recuperato Biancorossi senza il f...

 
Bari, il rammarico di Papadopulo"Non sono riuscito ad allenare qui"

Bari, il rammarico di Papadopulo "Non sono riuscito ad ...

 
Torna a casa il tifoso caduto a LocriPer lui frattura vertebra cervicale

Torna a casa il tifoso caduto a Locri Per lui frattura ...