Lunedì 01 Giugno 2020 | 04:34

NEWS DALLA SEZIONE

operazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
tragedia sfiorata
Foggia, fiamme a Borgo Mezzanone: 6 baracche distrutte nessun ferito

Foggia, fiamme a Borgo Mezzanone: 6 baracche distrutte nessun ferito VIDEO

 
La lite
San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

San Severo, poliziotto aggredito e preso a calci nei genitali da 3 ragazzi

 
Storia a lieto fine
Foggia, Isabella 99 anni vince la battaglia contro il covid e lascia il Policlinico Riuniti

Foggia, Isabella 99 anni vince la battaglia contro il covid e lascia il Policlinico Riuniti

 
tragedia sfiorata
Foggia, auto fuori strada: giovane donna ricoverata in codice rosso

Foggia, auto fuori strada: giovane donna ricoverata in codice rosso

 
controlli della polfer
Foggia, piantagione di marijuana scoperta accanto ai binari del treno

Foggia, piantagione di marijuana scoperta accanto ai binari del treno

 
traffico aereo
Foggia, al Gino Lisa lavori fermi da marzo per il Covid: non riprenderanno presto

Foggia, al Gino Lisa lavori fermi da marzo per il Covid: non riprenderanno presto

 
il colpo
Foggia, assalto al bancomat: lo fanno esplodere con una «marmotta» e fuggono con i soldi

Foggia, assalto al bancomat: lo fanno esplodere con una «marmotta» e fuggono con i soldi

 
L'incidente
Foggia, ruba uno scooter e durante la fuga investe comandante dei cc: arrestato 19enne

Foggia, ruba scooter e nella fuga investe comandante dei cc: arrestato 19enne

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

Il rogo

Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

Le pinete della collina date alle fiamme, non basta l’indignazione per fermarli

Lucera, tornano i piromani del castello: brucia la pineta

LUCERA - Negli ultimi giorni intorno alla fortezza svevo-angioina di Lucera non si stanno concentrando solo attenzioni e interessi di carattere artistico e culturale, ma anche quelle più devastanti e drammatiche di incendi che hanno attaccato quello che resta della vegetazione sottostante. E’ accaduto in maniera vasta, prolungata ed evidente soprattutto nello scorso fine settimana, di fatto il primo della stagione estiva caratterizzato da fiamme che hanno già fatto tracciare un bilancio piuttosto pesante. In effetti negli anni scorsi queste situazioni si sono succedute con una certa frequenza, specie in determinate condizioni atmosferiche e di direzione del vento. Drammaticamente memorabile quello del 10 luglio 2010 quando andarono in fumo 4 mila alberi e 10 ettari di pineta.

Sabato e domenica, invece, si sono verificati altrettanti episodi in due luoghi diversi della stessa collina, circostanza che ha fatto sospettare ulteriormente sulla natura dolosa degli eventi che hanno avuto bisogno di interventi di una certa importanza da parte di vigili del fuoco e personale dell’Arif, l’agenzia regionale che si occupa della salvaguardia di boschi e foreste. Nel primo pomeriggio di sabato scorso è stato necessario il ricorso agli aerei della protezione civile che hanno effettuato una decina di lanci di acqua e liquido ritardante per domare le fiamme risalite dal versante sud di Colle Albano, in fondo alla Provinciale 5 per Pietra. Al mattina successivo sono riapparse praticamente subito ma sul versante opposto, quello nord, e anche da lontano si vedevano chiaramente almeno tre focolai diversi, piuttosto difficili da giustificare con un evento naturale o accidentale.

E il vento rinforzato nelle prime del pomeriggio ha ulteriormente alimentato il fuoco che in effetti ha ripreso vigore ed è stato spento solo nella notte. Da qui l’indignazione di cittadini che credono di aver capito che ci sia la mano dell’uomo dietro quanto accaduto sotto il castello e soprattutto temono il ripetersi di tali situazioni, peraltro in un momento in cui la collina è sottoposta a lavori di consolidamento sul lato sud dove l’incendio di sabato è arrivato a lambire macchinari e attrezzature del cantiere in corso da qualche mese. Il lunedì mattina sono rimaste le polemiche, i soliti strali social contro ignoti e soprattutto l’ennesimo declivio collinare annerito dal fuoco, ma zero soluzioni di prevenzione di queste situazioni, al di là di una generica richiesta di sorveglianza di un’area oggettivamente piuttosto vasta. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie