Domenica 23 Febbraio 2020 | 04:53

NEWS DALLA SEZIONE

Arricchita da salumi e formaggi
I MAESTRI - I ramaioli sono  al lavoro  col mais dorato

Martedì grasso con polenta «Pat»

 
Fiori d’arancio
TRADIZIONE - La pittoresca esposizione  di prodotti garganici

Gargano, Vico paese dell’amore

 
Enogastronomia italiana
SUL PODIO - Dall'archivio della scorsa edizione di Ego Festival

L'Ego festival in arrivo a Taranto

 
10 e 11 febbraio 2020
Olive coratina

Forum Veronafiere, networking della filiera olio extravergine di oliva

 
Made in Italy
Le bontà delle olive pugliesi di tante varietà

«Evo days» e degustazioni d’olio

 
Patrimonio culturale Unesco
SIRINO - Lago piccolo e bellissimo, scrigno di sapori

Un'alleanza di allevatori e cuochi

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, mister Vivarini srpona i suoi prima della trasferta contro la Cavese: «Siamo nel momento clou del torneo»

Bari, mister Vivarini sprona i suoi: «Siamo nel momento clou del torneo»

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiasos sicurezza
Foggia, nelle campagne torna il Far West

Foggia, nelle campagne torna il Far West

 
Barila decisione
Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

 
BatTragedia sfiorata
Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

 
BrindisiIl caso
«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

 
PotenzaI controlli
Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

 
Tarantol'illustrazione
Diodato nella sua Taranto: l'omaggio di un artista è virale

Diodato nella sua Taranto: lunedì attestato benemerenza dal Comune

 
LecceNel Salento
Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

 
Materanel Materano
Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

 

i più letti

A salvaguarda della filiera e dei consumatori

Olio, che fregatura se costa poco

Clodoveo (Uniba) lancia sul web petizione «salutare» al ministro Bellanova

CONDIRE - È sapore  e benessere,  se olio è di qualità

CONDIRE - È sapore e benessere, se olio è di qualità

Fermiamo l’olio extra vergine di oliva a basso costo. La scienza sposa la tecnologia e la petizione attraverso il potente social media a raggio mondiale change.org è partita, e sta galoppando. A dare il via all’iniziativa è la voce autorevole di Maria Lisa Clodoveo che, ancora una volta esce fuori dalle mura dell’università di Bari. Questa volta, lo fa rivolgendosi direttamente a noi: siamo noi consumatori ad essere chiamati in gioco.

La petizione STOP ALL'OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA COME PRODOTTO CIVETTA DELLA GDO NO EVOO LOW COST ha un triplice l’obiettivo. Da un lato la salvaguarda della filiera olivicola olearia e dall’altro dei consumatori italiani. Terzo obiettivo svelare, finalmente con chiarezza, che l’olio EVO buono, che fa bene e a basso costo non esiste! E allora, diciamolo con i dati scientifici alla mano: per ogni bottiglia di olio extra vergine svenduta al costo di 3-4 caffè, gli unici a non guadagnarci siamo noi consumatori che la acquistiamo.

Nel mirino della petizione c’è “la svendita quotidiana dell’olio extravergine di oliva, promossa dai volantini della GDO”. E si rivolge alla ministra delle Politiche Agricole Alimentari Teresa Bellanova ed al sottosegretario alle Politiche Agricole Giuseppe L'Abbate.

Lo scopo, spiega la prof.ssa Clodoveo, “è esigere una proposta di legge che vieti l’utilizzo dell’olio extra vergine di oliva come prodotto civetta sui volantini della GDO. Utilizzare l'olio extra vergine di oliva come prodotto civetta può essere considerato uno strumento di disinformazione per il consumatore medio e costituisce una aggressione quotidiana per l'economia agroalimentare italiana”.

Oltre ai danni economici irreversibili, per le economie agricole locali sul territorio italiano, ci sono quelli sulla salute del consumatore. “Non tutti sanno che produrre oli extra vergine a riconosciuta azione salutistica, è oneroso, e quando compriamo un olio a bassissimo costo – conclude la prof.ssa Clodoveo - dobbiamo essere consapevoli che stiamo acquistando semplicemente un condimento lipidico estratto meccanicamente da un frutto, ma non un alimento funzionale in grado di agire come fattore di prevenzione di patologie. Anche in Italia possiamo fare una rivoluzione dei consumatori, partendo con una semplice firma sulla petizione #NOEVOOLOWCOST http://chng.it/xfC8KZFFnk e diffondendone i contenuti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie