Lunedì 19 Agosto 2019 | 06:05

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
L'evento
S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

S. Michele Salentino, il paese si racconta con le video proiezioni

 
Nel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 
Nel Brindisino
Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

Lineamediterranea: a Fasano si parte con il sacrificio virtuale di solidarietà all'Ulivo Monumentale della Puglia

 
decenni di violenze
Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

Ostuni, maltratta la compagna per 20 anni: allontanato da casa

 
L’operazione
Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

Porto Brindisi, GdF sequestra 40mila scarpe Converse contraffatte

 
L'episodio
Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

Brindisi, distrugge un'auto parcheggiata a martellate: arrestata 37enne

 
Nel Brindisino
Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

Mesagne: raid contro auto maresciallo dei cc, data alle fiamme sotto casa

 
Storia a lieto fine
Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

Brindisi, i medici del «Perrino» salvano le ferie di una turista francese

 
3 arresti
Tentano di ucciderlo perché ha una relazione con la moglie di un detenuto: arresti a Brindisi

Brindisi, è l'amante di una moglie di un detenuto: pestato da mamma e figli
 

 
Violenza domestica
Cisternino, picchia il padre e minaccia la madre: arrestato 34enne

Cisternino, picchia il padre e minaccia la madre: arrestato 34enne

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceVandalismo
Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

 
HomeGuardia costiera
Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli

Polignano, stop bagni a Lama Monachile: pericolo nuovi crolli. L'Ordinanza

 
FoggiaLa polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
BrindisiIl caso
Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

Cisternino, si appropriava di auto poste sotto sequestro: denunciato

 
HomeIncidenti stradali
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Puglia, domenica di sangue sulle strade: 4 morti a Laterza, Trinitapoli e Veglie

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

Malavita scatenata

Brindisi, guerra di mala e rapine: prime pesanti condanne

Alcuni degli imputati hanno scelto il rito abbreviato dopo gli arresti

carabinieri

BRINDISI - Scontri tra opposte fazioni per il controllo del territorio: il tutto a colpi di Kalashnikov, con ferimenti e incendi che hanno scandito il periodo di tempo compreso tra la fine dell’estate e l’autunno dello scorso anno. Tutti condannati, con rito abbreviato, dopo gli arresti dei carabinieri.
Sono stati condannati Antonio Lagatta, 23 anni, alla pena di dieci anni e otto mesi di reclusione più 22mila euro di sanzione pecuniaria, ritenuto a capo di un gruppo; Antonio Borromeo, 25 anni, a sette anni e quattro mesi più 16mila euro, considerato alla guida della fazione rivale.

Del gruppo di Borromeo, secondo l’accusa, avrebbero fatto parte Lorenzo Russo, 21 anni, condannato a due anni e due mesi e scarcerato; Tiziano Marra, 20, a tre anni di reclusione. Con Lagatta, invece, sempre secondo le accuse, ci sarebbero stati: Michael Maggi, 24 anni, condannato alla pena di dieci anni e quattro mesi; Claudio Rillo, 23, condannato a nove anni e quattro mesi più 2.800 euro; Diego Pupino, 23, condannato a sei anni più 1.200 euro e Damiano Truppi, 23, condannato a otto mesi. Condannati, infine, Vincenzo Vantaggiato, 40 anni, e Annamaria Romano, 39, rispettivamente a due anni, 2.900 euro di multa e tre anni di reclusione e 1.200 euro, in relazione a un solo episodio di ricettazione.
Hanno scelto di essere giudicati con rito ordinario: Alessio Giglio, 25 anni, secondo l’accusa inserito nella fazione di Lagatta e Antimo Libardo, 40 anni, considerato la mente del gruppo Borromeo. La sentenza è stata emessa dal giudice per l’udienza preliminare Giuseppe Biondi ed ha tenuto conto della riduzione di un terzo della pena, per la scelta del rito alternativo al dibattimento.

La pm Simona Rizzo nela sua requisitoria, aveva affermato che c’erano “prove evidenti” degli scontri tra due fazioni di ragazzi poco più che ventenni, andati avanti sino a quando non c’è stato il blitz Alto impatto dei carabinieri».
Nel fascicolo, ha spiegato la pm, ci sono "intercettazioni, ambientali e telefoniche, tracciati Gps, immagini registrate da telecamere di sorveglianza" poste in prossimità dei luoghi in cui sono avvenuti gli incendi e le sparatorie. Erano 28 i capi di imputazione contestati, partendo dalla sventagliata di Kalashnikov avvenuta la notte del 13 settembre 2017, in piazza Raffaello, a Brindisi, con risposta a colpi di pistola. L’accusa è stata mossa nei confronti di Borromeo e Ferrari. Venne inizialmente presa di mira l’abitazione di Christian Ferrari con “tre bossoli Mk 979, munizionamento per Kalashnikov”: secondo la lettura data dalla Procura, doveva essere una ritorsione nei confronti del brindisino. Il movente sarebbe riconducibile al fatto che il “giovane non aveva mai reso dichiarazioni utili a scagionare il complice Angelo Sinisi, condannato anche lui”, fratello di Borromeo.

Nello stesso troncone processuale c’è l’assalto al portavalori Cosmopol, avvenuto la mattina del 6 novembre 2017, attorno alle 10, a distanza di qualche minuto dal prelievo dell’incasso del Mc Donald’s da parte dei vigilantes: Pupino avrebbe avuto il ruolo di “palo”, mentre Giglio è accusato di “concorso morale”, invece Maggi, Rillo e Lagatta sarebbero stati gli “esecutori materiali del colpo” che fruttò 25mila euro, solo in parte ritrovati.
Il collegio difensivo è composto dai penalisti: Laura Beltrami; Giuseppe Guastella, Daniela d'Amuri e Cinzia Cavallo. I legali hanno già fatto sapere che presenteranno ricorso in appello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie