Domenica 31 Maggio 2020 | 18:48

NEWS DALLA SEZIONE

LA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
l'ordinanza
Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

Foggia, partecipò a rapina in Emilia, arrestato capoclan di Trinitapoli

 
Traffico
Trani, parcheggi: torna in vigore la sosta a pagamento

Trani, parcheggi: torna in vigore la sosta a pagamento

 
La decisione
Barletta, movida spericolata: chiuse due attività nel cuore della città

Barletta, movida spericolata: chiuse due attività nel cuore della città

 
Commercio
Trani, dopo 15 anni trasloca il mercato settimanale di via Falcone

Trani, dopo 15 anni trasloca il mercato settimanale di via Falcone

 
nella bat
Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

Bisceglie, carabinieri smantellano piazza di spaccio: arrestati in 2 con 1,3kg di marijuana

 
Le proteste
Trani, «Nuovo padiglione, uno spreco»

Carcere di Trani: «Nuovo padiglione, uno spreco»

 
tragedia sfiorata
Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

 
il disastro del 2016
Andria, scontro treni, riprende il processo nell'auditorium di un oratorio

Andria, scontro treni, riprende il processo nell'auditorium di un oratorio

 
IL PREMIO
Andria: «Cut cut JA», vado dal coiffeur con l’app dell’Itis Jannuzzi

Andria: «Cut cut JA», vado dal coiffeur con l’app dell’Itis Jannuzzi

 
il grande accusatore
Sistema Trani, chiesto il giudizio per D’Introno

Trani, giustizia svenduta: «D'Introno non è una vittima, deve essere processato»

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

Fogliazza e i veleni sul Bari: uno sfogo, nulla di personale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barifase 2
Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

Bari, distanze non rispettate: sanzionato titolare locale quartiere Murattiano

 
PotenzaVIOLENZA
Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

Lagonegro, tentò di violentare la figlia dell'amante, condannato

 
BrindisiFASE 2
Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

Brindisi, contrordine, ordinanza sospesa: locali aperti anche dopo mezzanotte

 
LecceIL DIBATTITO
Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

Lecce, su rete 5g esperti al lavoro

 
BatLA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 
Foggiaoperazione «Ares»
A San Severo mafia, droga e racket in 37 chiedono il rito abbreviato

San Severo, mafia, droga e racket: 37 chiedono rito abbreviato

 
MateraArte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

Arcelor Mittal, parlamentari M5s: «Chiarire rinvio prescrizione Aia»

 

i più letti

nel nordbarese

Trani, l'antica muraglia devastata dalle onde e dal degrado

L'azione erosiva del mare continua, mentre incede la lentezza burocratica

Trani, antica muraglia devastata dalle onde e dal degrado

TRANI - Se da un lato i cancelli sono chiusi, ad arginare ondate di gente e di virus, dall’altra il mare impietoso non ha cancelli, e dunque non risparmia ondate d’acqua e schiuma contro l’antico muraglione. Che cade sempre più a pezzi, incurante di progetti e promesse, finanziamenti e impatti ambientali.

Il muraglione di epoca federiciana, risalente al XIII secolo, è infatti in condizioni sempre più disastrose, e non si intravedono al momento inizi di cantieri, ne’ selfie d’ordinanza. Le fotografie allo stato dei luoghi, invece, sono recentissime, scattate dai primi timidi bagnanti della “Vittoria grande”, che chiedono alla “stampa” di segnalare per l’ennesima volta questa problematica. Cosa che viene fatta da decenni, dato che uno dei primi articoli sullo stato del muraglione della villa comunale fu scritto addirittura dal compianto prof. Benedetto Ronchi negli anni ’70, ed a seguire da tutti gli altri corrispondenti della Gazzetta. E così, attraverso generazioni di corrispondenti e di amministrazioni comunali, si giunge ai nostri giorni: ed il muraglione è quasi allo stremo e necessita di interventi immediati.

Eppure i lavori di contenimento sembravano “imminenti” già qualche mese fa, e addirittura nell’ultimo tratto del 2019 era nata anche una polemica sulle modalità e sul tipo degli interventi, su quanto fossero “invasivi” per la villa comunale stessa.
In particolare "Italia in Comune" aveva chiesto, mediante l'accesso agli atti, notizie più dettagliate sul progetto, apprendendo che si trattava di un “progetto alquanto invasivo che avrebbe rischiato di pregiudicare in maniera, forse perenne, la bellezza architettonica della Villa Comunale e del suo paesaggio; che non avrebbe garantito la fruibilità della stessa alle migliaia di concittadini che la frequentano quotidianamente. La Sovrintendenza ha diffidato il Comune di Trani affinché bloccasse i lavori, richiamandolo al rispetto delle norme”.

Una notizia che era stata smentita dall'assessore ai Lavori Pubblici, Mimmo Briguglio, che invece aveva dichiarato “che la Sovrintendenza ha già espresso alla Regione Puglia parere di non assoggettabilità a Valutazione di impatto ambientale del progetto per quanto riguarda i lavori di ripascimento di quel tratto di litorale. Va da sé che, una volta che la ditta aggiudicataria avrà trasmesso l'esecutività dell'intervento così come proposto, sarà richiesta alla Soprintendenza formale richiesta di autorizzazione così come prevede l'art. 21 del decreto legislativo 42/2004 essendo la villa sottoposta a tutela”.

Nello scorso mese di febbraio, quando il Covid 19 non aveva ancora fatto irruzione nelle nostre vite, le cavità si erano allargate e, soprattutto, si era accentuato il rigonfiamento delle pietre al piede del muraglione sotto la pressione della porzione superiore, lasciando intravedere anche le infiltrazioni in cemento che si eseguirono nel 2011, senza un vero e proprio progetto organico di rigenerazione e ripascimento di quello e altri luoghi.

Ma oggi l'azione erosiva del mare continua, mentre incede la lentezza burocratica ed amministrativa con cui si sta portando avanti il procedimento. Forse anche questo è da addebitare all’emergenza dovuta al coronavirus?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie