Mercoledì 12 Agosto 2020 | 16:31

NEWS DALLA SEZIONE

i fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
il provvedimento
Bisceglie: rissa e colpi di pistola in aria, chiuso locale per 15 giorni

Bisceglie: rissa e colpi di pistola in aria, chiuso locale per 15 giorni

 
NORDBARESE
Andria, Marmo: da rifare la gara ponte sulla raccolta dei rifiuti

Andria, gara ponte sui rifiuti: tutti i dubbi di Marmo

 
nella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
IL RACCONTO
Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

 
INQUINAMENTO
Legambiente: canale H a Barletta inquinamento da bollino rosso

Legambiente: mare da bollino rosso a Barletta nei pressi del canale H

 
MALASANITÀ
Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

 
IL CASO
Barletta, concorso vigili, solo 8 «superstiti»

Barletta concorso vigili, solo 8 «superstiti»

 
verso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
IL PROGETTO
Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

 
i fatti nei mesi scorsi
Fece esplodere una bomba e appiccò un incendio davanti a farmacia: un arresto a Bisceglie

Fece esplodere una bomba e appiccò un incendio davanti a farmacia: un arresto a Bisceglie

 

Il Biancorosso

serie C
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta fantasia

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoI dati del 2020
Mittal, la denuncia del comitato difesa salute: «Ai Tamburi raddoppio di benzene nell'aria»

Mittal, la denuncia del comitato difesa salute: «Ai Tamburi raddoppio di benzene nell'aria»

 
BariLA GAZZETTA NEI BAR
La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

La partita in tv, un caffè e la Gazzetta

 
GdM.TVVerso il voto
Regionali Puglia, Michaela Di Donna esclusa da Forza Italia e manda una frecciata a Fitto

Regionali Puglia, Michaela Di Donna esclusa da Forza Italia e manda una frecciata a Fitto

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
Leccenel basso salento
Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

 
BrindisiTRAGEDIA
Brindisi, scontro auto-scoote: muore motociclista 51enne

Mesagne, scontro auto-scooter: muore motociclista 51enne

 
PotenzaIL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
MateraNel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 

i più letti

In zona Zagaria

Andria, scattano i sigilli a discarica abusiva di 23 mila metri quadri

Operazione degli uomini della compagnia della Guardia di Finanza nella zona pedemurgiana

Andria, scattano i sigilli a discarica abusiva di 23 mila metri quadri

ANDRIA - Sequestrata dai militari della Guardia di Finanza di Andria un’area di circa 23 mila metri quadri in Contrada Zagaria: ancora una volta, una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto.
I finanzieri ci sono arrivati durante un’operazione di servizio: hanno sorpreso un uomo alla guida di un autocarro di proprietà di una ditta individuale operante in Andria, nelle attività di demolizione, intento a sversare illecitamente 30 tonnellate di rifiuti speciali, costituita da materiali di risulta derivanti da attività edili e di sbancamento, in una estesa area privata, sprovvista di qualunque autorizzazione.

E’ partita da lì una serie di approfondimenti, eseguiti sul posto, come documentato dai rilievi fotografici effettuati, che hanno permesso di accertare come l’intera area poco distante rispetto a quella oggetto di sversamento, insistente sempre in località Zagaria, fosse un’enorme discarica abusiva destinataria di ulteriori e diversi rifiuti, come materiale di risulta, elementi cementizi, ceramici, plastici ed in vetroresina, residui di materiale in gesso, tubazioni, profilati in PVC, frammenti di asfalto, polistirolo, pneumatici, sanitari, terra derivante da attività di sbancamento, rifiuti vegetali derivanti da scerbatura e scarti di macelleria.

A confermare così la scelta più comoda ed economica ma assolutamente scellerata dello smaltimento illegale dei relativi rifiuti da parte di talune imprese edili, impegnate in opere di costruzione e/o ristrutturazione di complessi residenziali.
Ma non è tutto. Nel corso della perlustrazione dell’area, infatti, i finanzieri della Compagnia di Andria hanno rinvenuto, celati tra gli ulivi, un motoveicolo ed un’autovettura, oggetti di furto rispettivamente a luglio ed agosto di quest’anno, oltre ad ulteriori carcasse di macchine depredate. Pertanto, nell’ambito della medesima attività, i finanzieri hanno, da un lato sequestrato il mezzo pesante, che era stato utilizzato per trasportare e scaricare i rifiuti speciali (materiale di risulta prelevati presso il cantiere edile che la ditta proprietaria del mezzo ha aperto in via Trani ad Andria), denunciando il conducente del mezzo che ha chiamato in correità anche il titolare della ditta incaricata della demolizione; dall’altro effettuati opportuni accertamenti finalizzati a risalire al proprietario del terreno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie