Lunedì 19 Agosto 2019 | 09:39

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 
I numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 
L'aggressione
«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

 
Nel nordbarese
Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

 
Denunciata una terza persona
Barletta, finge di vendere bibite, in realtà spaccia cocaina: arrestato con la moglie

Barletta, finge di vendere bibite, in realtà spaccia cocaina: arrestato con la moglie

 
La tragedia
Trani, annega un 63enne: forse stroncato da un malore

Trani, annega un 63enne: forse stroncato da un malore

 
Criminalità
Trani, rapinatori aggrediscono in casa una anziana a Capirro

Trani, rapinatori aggrediscono in casa una anziana a Capirro

 
L'episodio il 2 agosto
Canosa, picchiano un disabile ad una festa: arrestato 19enne

Canosa, branco picchia un disabile ad una festa: arrestato 19enne

 
Il caso
Trani, è caos per il 118, la denuncia: «Accordi stravolti»

Trani, è caos per il 118, la denuncia: «Accordi stravolti»

 
Nel centro storico
Andria, scoperto "taxi della cocaina": arrestato pusher

Andria, scoperto "taxi della cocaina": arrestato pusher

 
Il lavoro oltreoceano
Fuga di cervelli, da Bisceglie negli Usa: le storie di un medico e un musicista

Fuga di cervelli, da Bisceglie negli Usa: le storie di un medico e un musicista

 

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 
BariIl caso
Bari, tenta di rubare portafoglio a turisti: denunciato

Bari, tenta di rubare portafoglio a turisti: denunciato

 
LecceVandalismo
Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

Lecce, distrutto il «Tempietto» di via Rubichi. L'ira del vescovo

 
FoggiaLa polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
HomeIncidenti stradali
Scontro frontale tra due auto tra Laterza e Ginosa: morto 40enne, 3 feriti

Puglia, domenica di sangue sulle strade: 4 morti a Laterza, Trinitapoli e Veglie

 
GdM.TVIl ritrovamento
Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

Scanzano Jonico, sulla spiaggia spunta un granchio tropicale

 
PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 

i più letti

il progetto «cammini e percorsi»

Barletta, Villa Bonelli e Montaltino: la riqualificazione rimane nel cassetto

Il Comune trascura la valorizzazione di due beni immobili

Barletta, Villa Bonelli e Montaltino: la riqualificazione rimane nel cassetto

BARLETTA - Un progetto di valorizzazione di beni immobili di grande levatura e spessore a livello storico e architettonico rimasto nel cassetto e di cui non si hanno notizie. È un’altra storia di “quelle incompiute” che viene a galla e che crea non pochi dubbi e interrogativi sull’attività di certi settori dell’Amministrazione comunale. E dove certi provvedimenti si intrecciano tra l’opportunità e la volontà, dove spesso prevale quest’ultima. La palazzina di Villa Bonelli e l’ex scuola rurale del Borgo di Montaltino: due immobili di una certa valenza architettonica destinatari di una proposta di valorizzazione che, però, è rimasta ferma, chiusa nel cassetto del dirigente del settore comunale di competenza.

L’iter Tutto inizia il 4 dicembre 2017 quando l’Agenzia del Demanio in collaborazione col Mibact e il Mit indice il secondo bando del Progetto «Cammini e Percorsi», avente l’obiettivo di promuovere il turismo lento attraverso la rigenerazione di immobili inutilizzati, inseriti in suggestivi contesti paesaggistici e naturali, grazie ad investimenti capaci di trasformarli in nuovi contenitori di attività e servizi per i viaggiatori. Di qui la giunta comunale dell’epoca guidata dal sindaco Pasquale Cascella delibera di partecipare al bando per quanto riguarda la palazzina interna di Villa Bonelli di via Canosa e l’ex scuola rurale sita alle porte del Borgo di Montaltino, lungo il percorso della via Francigena. A proposito il bando prevede un partenariato pubblico-privato dove i destinatari siano tutti gli operatori che possano sviluppare un progetto turistico dall’elevato potenziale per i territori a beneficio di tutta la collettività. Si arriva al 19 aprile 2018, data della scadenza del bando: la Max Tayefi - Architect Inc. con sede a Calgary (Canada), in qualità di capogruppo deposita presso gli uffici di competenza del Comune una proposta per la concessione della palazzina nella Villa Bonelli. Da quel momento non vi è stato un seguito. A nulla sono valse le sollecitazioni della società MT-Arch. affinché sia espletato il bando. Tutto è fermo nell’assoluto silenzio, nonostante nel plico ci sia un impegno economico di garanzia intestato al Comune di Barletta. Situazione che meriterebbe delle risposte essendo trascorsi oltre quindici mesi dalla scadenza dei termini, e su cui non si conoscono le determinazioni dell’attuale Amministrazione comunale al cospetto di un impegno preso a suo tempo dal Comune medesimo nei confronti del Mibact e del Mit.

La disdetta In data 17 giugno scorso, la Max Tayefi Architect Inc. con una lettera a firma di Mehran Tayefi comunica che «a tutt’oggi il concorso indetto dall’Agenzia del demanio, promosso da Mibact e Mit, approvato dalla giunta comunale con atto n. 243 del 2017, non è stato purtroppo ancora espletato». Di qui la denuncia: «Troviamo il comportamento dell’Amministrazione comunale oltremodo scorretto nei confronti dei partecipanti che hanno creduto in questo concorso ed investito risorse economiche e professionali». E, alla luce del deprecabile comportamento tenuto, la Max Tayefi Architect Inc. chiede al Comune la restituzione, con liberatoria, dell’assegno di 2mila euro depositato il 19 aprile 2018. Infine: «Sarà nostra cura di informare il Mibact e il Mit dell’atteggiamento tenuto dal Comune di Barletta nell’incapacità di sostenere gli impegni presi con la citata delibera di giunta». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie