Martedì 19 Gennaio 2021 | 16:32

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

Bari, i numeri in grigio: Ternana avanti in tutto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl bilancio del Wwf
Molfetta, recuperate e liberate oltre mille tartarughe marine in poco più di 2 anni

Molfetta, recuperate e liberate oltre mille tartarughe marine in poco più di 2 anni

 
Foggiaparto record
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: mamma dimessa

 
TarantoLa protesta
Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 
PotenzaLa pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

al tribunale di bari

Crollo di Barletta, sei assoluzioni in appello

E sette condanne diventano più miti

Crollo di Barletta, sei assoluzioni in appello

BARI - Una parziale ma sostanziale riforma della sentenza di pronunciata dal Tribunale di Trani il 15 dicembre 2015. Sei dei 15 imputati per il tragico crollo della palazzina di via Roma, il 3 ottobre 2011, a Barletta, sono stati assolti dalla Corte d’Appello di Bari da qualsiasi imputazione contestata a vario titolo. In altri 7 casi le pene sono state più miti, complice in alcuni casi l’intervenuta prescrizione.

Dopo un paio d’ore di camera di consiglio, il collegio ha scritto la parola fine al giudizio originato da varie impugnazioni alla sentenza di primo grado, compresa quella del pm Giuseppe Maralfa, titolare dell’inchiesta per far luce sulle responsabilità delle morti di Matilde Doronzo (32 anni), Giovanna Sardaro (30), Antonella Zaza (36), Tina Cenci (37) e di Maria Cinquepalmi, la 14enne figlia del titolare del laboratorio di confezioni dov’erano impegnate le altre vittime.

La Corte ha scagionato da ogni accusa l’ing. Pietro Ceci (condannato in primo grado a 5 anni di reclusione e a 6 mesi d’arresto); il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di Barletta Francesco Gianferrini (in primo grado 3 anni e 6 mesi di reclusione, a 5 mesi e 15 giorni d’arresto); il funzionario comunale Valeria Valendino (in primo grado 2 anni e 6 mesi di reclusione nonché a 4 mesi e 15 giorni d’arresto); il maresciallo di polizia municipale Alessandro Mancini (in primo grado 4 mesi di reclusione, pena sospesa); Antonio Sica, incaricato della sorveglianza del cantiere Giannini Srl – proprietaria dell’area adiacente la palazzina di via Roma dove si stavano eseguendo i lavori ritenuti causa del crollo – condannato in primo grado ad 1 anno e 10 mesi di reclusione, pena sospesa); il geometra comunale Roberto Mariano (in primo grado 2 anni di reclusione, pena sospesa), quest’ultimo difeso dall’avvocato Giuseppe Bufo e Piero Martire.

La Corte ha rideterminato pene inferiori rispetto a quelle comminate in primo grado per il vigile urbano della polizia edilizia Giovanni Andriolo, che a Trani era stato già assolto dalla più grave accusa di crollo di costruzioni, omicidio colposo plurimo e lesioni personali (da 3 anni e 6 mesi ad 1 anno e 4 mesi, pena sospesa); per Salvatore Chiarulli, legale rappresentante dell’impresa esecutrice dei lavori per la demolizione dell’edificio e la bonifica (da 4 anni e 9 mesi di reclusione e 2 mesi e 15 giorni d’arresto a 2 anni e 9 mesi); per i suoi fratelli-dipendenti Andrea e Giovanni Chiarulli (da 4 anni e 7 mesi a 2 anni e 9 mesi ciascuno); per Cosimo Giannini, legale rappresentante dell’omonima Srl proprietaria del suolo adiacente la palazzina di Via Roma dove si stavano eseguendo i lavori edili (da 4 anni e 9 mesi di reclusione e 6 mesi d’arresto a 4 anni); per l’architetto Giovanni Paparella ritenuto direttore dei lavori dell’area Giannini (da 5 anni e 6 mesi di reclusione e 6 mesi d’arresto a 4 anni e 5 mesi di reclusione); per il geometra Vincenzo Zagaria (da 4 anni e 6 mesi di reclusione a 3 anni e 10 mesi). Confermata la pena di primo grado per l’ingegnere comunale Rosario Palmitessa a 4 anni di reclusione. In alcuni casi è stata ridotta l’entità dei risarcimenti in favore delle parti civili. Confermata la condanna alla sanzione amministrativa di 480mila euro per la srl Giannini quale persona giuridica. Col dispositivo di ieri sera è stata revocata la confisca dell’area.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie