Mercoledì 22 Maggio 2019 | 00:52

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità
Da Bisceglie a Boston: ricercatore scopre innovativa terapia oncologica

Da Bisceglie a Boston: ricercatore scopre innovativa terapia oncologica

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 
Riflettori puntati
Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

 
Il diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
L'episodio
Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

 
Magnitudo 2
Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

 
REBUS VIABILITÀ
Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

 
Il memoriale
Nardi Savasta

Magistrati arrestati, D'Introno: «Ai giudici escort, mazzette e frullatori»

 

Il Biancorosso

IL PAGELLONE
Di Cesare e Floriano campionato topPiovanello l'under più in palla

Di Cesare e Floriano campionato top
Piovanello l'under più in palla

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIngenti danni
Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

 
MateraL'incidente
Montescaglioso, contro tra auto e moto: un morto

Montescaglioso, scontro tra auto e moto: muore un 30enne

 
HomeLa decisione
Bari, figlio di 2 donne: giudice dà l'ok alla trascrizione dell'atto di nascita

Bari, figlio di 2 donne, i giudici: «Ok a trascrizione atto di nascita»

 
TarantoI tubi scambiati
Morirono in 8 per scambio tubi in ospedale: reato va in prescrizione

Castellaneta, 8 morti in ospedale: il reato va in prescrizione

 
BrindisiIl comizio
Ostuni, botta e risposta tra Salvini e i contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

Ostuni, botta e risposta tra Salvini e contestatori: «Torna a casa» «Voi fischiate noi lavoriamo»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 

i più letti

al tribunale di bari

Crollo di Barletta, sei assoluzioni in appello

E sette condanne diventano più miti

Crollo di Barletta, sei assoluzioni in appello

BARI - Una parziale ma sostanziale riforma della sentenza di pronunciata dal Tribunale di Trani il 15 dicembre 2015. Sei dei 15 imputati per il tragico crollo della palazzina di via Roma, il 3 ottobre 2011, a Barletta, sono stati assolti dalla Corte d’Appello di Bari da qualsiasi imputazione contestata a vario titolo. In altri 7 casi le pene sono state più miti, complice in alcuni casi l’intervenuta prescrizione.

Dopo un paio d’ore di camera di consiglio, il collegio ha scritto la parola fine al giudizio originato da varie impugnazioni alla sentenza di primo grado, compresa quella del pm Giuseppe Maralfa, titolare dell’inchiesta per far luce sulle responsabilità delle morti di Matilde Doronzo (32 anni), Giovanna Sardaro (30), Antonella Zaza (36), Tina Cenci (37) e di Maria Cinquepalmi, la 14enne figlia del titolare del laboratorio di confezioni dov’erano impegnate le altre vittime.

La Corte ha scagionato da ogni accusa l’ing. Pietro Ceci (condannato in primo grado a 5 anni di reclusione e a 6 mesi d’arresto); il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di Barletta Francesco Gianferrini (in primo grado 3 anni e 6 mesi di reclusione, a 5 mesi e 15 giorni d’arresto); il funzionario comunale Valeria Valendino (in primo grado 2 anni e 6 mesi di reclusione nonché a 4 mesi e 15 giorni d’arresto); il maresciallo di polizia municipale Alessandro Mancini (in primo grado 4 mesi di reclusione, pena sospesa); Antonio Sica, incaricato della sorveglianza del cantiere Giannini Srl – proprietaria dell’area adiacente la palazzina di via Roma dove si stavano eseguendo i lavori ritenuti causa del crollo – condannato in primo grado ad 1 anno e 10 mesi di reclusione, pena sospesa); il geometra comunale Roberto Mariano (in primo grado 2 anni di reclusione, pena sospesa), quest’ultimo difeso dall’avvocato Giuseppe Bufo e Piero Martire.

La Corte ha rideterminato pene inferiori rispetto a quelle comminate in primo grado per il vigile urbano della polizia edilizia Giovanni Andriolo, che a Trani era stato già assolto dalla più grave accusa di crollo di costruzioni, omicidio colposo plurimo e lesioni personali (da 3 anni e 6 mesi ad 1 anno e 4 mesi, pena sospesa); per Salvatore Chiarulli, legale rappresentante dell’impresa esecutrice dei lavori per la demolizione dell’edificio e la bonifica (da 4 anni e 9 mesi di reclusione e 2 mesi e 15 giorni d’arresto a 2 anni e 9 mesi); per i suoi fratelli-dipendenti Andrea e Giovanni Chiarulli (da 4 anni e 7 mesi a 2 anni e 9 mesi ciascuno); per Cosimo Giannini, legale rappresentante dell’omonima Srl proprietaria del suolo adiacente la palazzina di Via Roma dove si stavano eseguendo i lavori edili (da 4 anni e 9 mesi di reclusione e 6 mesi d’arresto a 4 anni); per l’architetto Giovanni Paparella ritenuto direttore dei lavori dell’area Giannini (da 5 anni e 6 mesi di reclusione e 6 mesi d’arresto a 4 anni e 5 mesi di reclusione); per il geometra Vincenzo Zagaria (da 4 anni e 6 mesi di reclusione a 3 anni e 10 mesi). Confermata la pena di primo grado per l’ingegnere comunale Rosario Palmitessa a 4 anni di reclusione. In alcuni casi è stata ridotta l’entità dei risarcimenti in favore delle parti civili. Confermata la condanna alla sanzione amministrativa di 480mila euro per la srl Giannini quale persona giuridica. Col dispositivo di ieri sera è stata revocata la confisca dell’area.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400