Domenica 01 Agosto 2021 | 02:39

NEWS DALLA SEZIONE

editoria
Da domani la Gazzetta si ferma

Da domani la Gazzetta si ferma

 
il punto
Le strategie dei partiti con la galassia dei no vax

Le strategie dei partiti con la galassia dei no vax

 
Il punto
La giustizia si riforma «solo» con l’armonia draghiana

La giustizia si riforma «solo» con l’armonia draghiana

 
Esperti a confronto
Bari, in città il futuro si chiama «mare»

Bari, in città il futuro si chiama «mare»

 
la riflessione
A che serve davvero il lasciapassare sanitario

A che serve davvero il lasciapassare sanitario

 
la riflessione
Quei cari banditori, altro che fake news

Quei cari banditori, altro che fake news

 
il punto
Se il vaccino diventa una questione politica

Se il vaccino diventa una questione politica

 
L'analisi
Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

Mattarella, i suoi primi 80 anni e la partita quirinale

 
Il commento
Le notti magiche seduti sul divano di casa

Le notti magiche seduti sul divano di casa

 
La riflessione
Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

Lo Stato dice ai giovani del Sud «Dovete emigrare»

 
il punto
Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

Quell’inferno cantieri sulla via delle vacanze

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, pregiudicato trovato morto per strada: abitava in alloggio parrocchia

Lecce, pregiudicato trovato morto per strada: abitava in alloggio parrocchia

 
PotenzaLa curiosità
È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

 
MateraEditoria
Gazzetta del Mezzogiorno, il sindaco di Matera: «Salvaguardare la testata e i lavoratori»

Gazzetta del Mezzogiorno, il sindaco di Matera: «Salvaguardare la testata e i lavoratori»

 
TarantoEditoria
Gazzetta Mezzogiorno, sindaco Taranto: «È una scomparsa inaccettabile»

Gazzetta Mezzogiorno, sindaco Taranto: «È una scomparsa inaccettabile»

 
BariIl caso
Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

Gravina, rogo minaccia ancora bosco Difesa Grande: fiamme riprendono vigore dopo 2 giorni

 
Homeeditoria
Gazzetta, Rossi: «Le ragioni di questo sostegno anche dinanzi al governo Draghi»

Gazzetta, Rossi: «Le ragioni di questo sostegno anche dinanzi al governo Draghi»

 
Foggianel foggiano
I carabinieri salvato il gatto dal fuoco

I carabinieri salvano il gatto dal fuoco

 
Batcontrolli sul litorale
Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

Bisceglie, tentato furto di una scooter: due arresti

 

i più letti

L'analisi

L’esercizio della pazienza fra pass e vaccinazioni

Bravi ai rigori, ma non rigorosi? Euforici, ma non realisti?

Covid, la Regione Puglia rilascia il green pass: ecco come richiederlo

Bravi ai rigori, ma non rigorosi? Euforici, ma non realisti? Ma no, l’immagine degli italiani eterni bambinoni e chiassosi, che intonano all’unisono Notti magiche, non si appanna quando li si mette di fronte alle grandi decisioni.
Il 68,4 % dichiara di «essere favorevole a introdurre un pass sanitario obbligatorio per entrare in ristoranti, alberghi, cinema, treni e aerei». Il 69,2% condivide la determinazione: «il personale sanitario che non si sarà completamente vaccinato entro il 15 settembre non potrà più lavorare e non verrà più pagato».
 
Alla prova del duro ritorno alla realtà, il sondaggio del quotidiano La Stampa dimostra che la pandemia ci ha temprati alle decisioni estreme. E quando all’improvviso il mare torna in tempesta, per raggiungere sani e salvi Itaca sappiamo di dover affrontare i mostri Scilla e Cariddi.

Contagi in risalita con la variante Delta e quarantene che fungheggiano in Europa, l’ultimo monito viene dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), inequivocabile: il rischio di una «catastrofe assoluta» se il pericoloso ritardo nella vaccinazione dei bambini a causa della pandemia di Covid-19 non verrà recuperato e se le restrizioni sanitarie verranno revocate troppo rapidamente.

Sono perciò, senza ombra di dubbio, l’ordinata e disciplinata convivenza da un lato e la prosecuzione della campagna di vaccinazione dall’altra le Scilla e Cariddi di un popolo che deve tornare alla sua Itaca, alla normalità, che vuol dire al contempo un nuovo slancio, per non pregiudicare il lavoro già fatto.

Troppo bello è stato il sogno di alcune notti e lancinante è apparsa la disillusione per un paese appunto che agisce d’impulso, di slancio, ma appare spesso renitente rispetto alla disciplina. E la disciplina della certificazione e della campagna vaccinale vuole che si abbandonino i cori e i caroselli per rimboccarsi le maniche e proseguire il tortuoso percorso del momento storico.
La nottata non è finita. Ma di fronte ai compiti, siamo più lenti, esitanti. È vero, la stanchezza gioca la sua parte, siamo esausti, ma l’intenso luglio, con i giorni dell’acme cui è seguito il crollo appena mascherato del dopo Europei, si presta a una lezione di carattere e di studio delle attitudini e comportamenti di un popolo intero.

Non sarà facile in questa estate conservare il sangue freddo e la pazienza dei controlli costanti, capillari, di code estenuanti con esibizione di permessi e carte. Già tardi alla meta si moltiplicheranno soste e rallentamenti. Per godere del piacere di un concerto o dell’allegria di un serata o dell’avventura di un viaggio.

Allo stesso modo, per molti non sarà facile accettare come un obbligo la condivisione del rito della vaccinazione, specie quando la stessa è, come dire, «consustanziale» al tuo ruolo e non puoi esimerti.
In questo frangente, secondo un copione già ben sperimentato, piuttosto che misurarsi sulla elaborazione di direttive chiare e lineari, le previsioni delle Cassandre di turno si esercitano su proclami e anticipazioni sul numero dei possibili contagiati, sul destino dei nostri figli alla riapertura delle scuole, sulla quarta ondata che arriverà.

La pandemia ritorna in qualche modo a essere un esercizio comunicativo, in cui hanno forza e ragione coloro che appaiono più persuasivi. E allora, non saremo bravi almeno quanto i francesi?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie