Mercoledì 30 Settembre 2020 | 17:47

NEWS DALLA SEZIONE

L'editoriale
Il Movimento 5 Stelle al bivio del futuro

Il Movimento 5 Stelle al bivio del futuro

 
La riflessione
Giovani talenti di questa terra quanti rimpianti senza impianti

Giovani talenti di questa terra quanti rimpianti senza impianti

 
L'analisi
Troppi sussidi fanno crescere malcostume e povertà

Troppi sussidi fanno crescere malcostume e povertà

 
Il punto
Il presidente dell'Inps e l'idea dei manager a basso costo

Il presidente dell'Inps e l'idea dei manager a basso costo

 
il punto
Il dilemma del Carroccio tra nazione e regioni

Il dilemma del Carroccio tra nazione e regioni

 
Il commento
Se la mascherina a Foggia è d'obbligo

Se la mascherina a Foggia è d'obbligo

 
L'ANALISI
Dove ancorarsi di fronte alla tempesta coronavirus

Dove ancorarsi di fronte alla tempesta coronavirus

 
Il commento
Studenti, i grandi più garantiti dei piccoli

Studenti, i grandi più garantiti dei piccoli

 
L'ANALISI
Sud reagisci così pensano di toglierti i soldi europei

Sud reagisci così pensano di toglierti i soldi europei

 
L'analisi
Il super blindato Premier ora può alzare la posta

Il super blindato Premier ora può alzare la posta

 
IL PUNTO
Credito e finanza non ostacoliamo il cambiamento

Credito e finanza: non ostacoliamo il cambiamento

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Il Bari nella tana della Spal: Antenucci ferma l'orologio

Il Bari nella tana della Spal: Antenucci ferma l'orologio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariTrasporti
Bari, Fiera del Levante: ecco il piano mobilità, trasporto pubblico e parcheggi per la Campionaria

Bari, Fiera del Levante: ecco il piano mobilità, trasporto pubblico e parcheggi per la Campionaria

 
Materadalla polizia
Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

 
FoggiaNel Foggiano
Paura a Peschici: 47enne sparito nel nulla da 5 giorni, ha lasciato il cellulare a casa

Paura a Peschici: 47enne sparito nel nulla da 5 giorni, ha lasciato il cellulare a casa

 
LecceLa vicenda
Duplice omicidio Lecce, il 21enne reo confesso in carcere in isolamento

Duplice omicidio Lecce, reo confesso in carcere in isolamento. Trovato altro biglietto con tempi del delitto Legale: «Ragazzo provato»

 
TarantoIl caso
Taranto, morte gruista Mittal: riparte l'inchiesta

Taranto, morte gruista Mittal: riparte l'inchiesta

 
BrindisiLa vicenda
Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

 
BatLa visita
Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

 

i più letti

L'analisi

Gli eurosoldi non possono accontentare tutti quanti

In altri termini il nuovo rapporto Stato/Regioni rappresenta il ”fattore scala” che assicura l’effettiva trasformazione delle risorse europee straordinarie in un concreto contributo a conciliare l’aumento degli investimenti con quello del concorso alla stabilizzazione del debito pubblico

Gli eurosoldi non possono accontentare tutti quanti

Il Ministro per gli Affari Europei, Enzo Amendola entro il 15 ottobre deve scegliere tra i 534 progetti quelli da finanziare con i 209 €miliardi assegnati dall’Unione Europea tenendo conto del suggerimento del Commissario Ue Paolo Gentiloni di non disperdere gli interventi per accontentare tutti.

A tal fine l’Italia deve, anzitutto, superare l’ostacolo degli Stati Generali dell’Economia e dal Programma Nazionale delle Riforme che non hanno preso in considerazione la pregiudiziale Ue:senza riforme nessun finanziamento. L’aiuto può venire dalla proposta di Mario Buti e Marcello Messori di un nuovo rapporto Stato/Regioni. che, tuttavia, deve consistere nell’applicazione di una riforma già tradotta in norme vigenti che il Parlamento non può realizzare prima del 15 ottobre.Che fare? La soluzione del problema è rappresentata dalla legge n.145/2018 che ha realizzato un nuovo rapporto Stato/Regioni, concludendo un plurisecolare processo riformatorio. Partito dalla comune intuizione del lombardo Carlo Cattaneo e del napoletano Antonio Genovesi della necessità d’ integrare lo studio dei profili giuridici dell’ente locale con quelli economici, tradotta dopo 92 anni nella legge 10/08/1950.n.646 istitutiva della Cassa per il Mezzogiorno con la quale coraggiosamente Alcide De Gasperi segnò la fine dell’impermeabilità alla Scienza Economica della P.A.e recepita, dopo 62 anni, dalla riforma costituzionale del 2012 con l’introduzione del Comma 1 dell’art 97 è stata riconosciuta una nozione economica della P.A. ove l’equilibrio del bilancio e il concorso alla stabilizzazione del debito pubblico del complesso delle amministrazioni pubbliche vengono ad assumere la funzione di veri e propri “parametri finanziari “ del principio del “buon andamento della Pubblica Amministrazione Questa duplice valenza del Buon Andamento, è stata tradotta dalla legge n.56/2014 in un profondo rinnovamento del rapporto Stato regione, realizzato attraverso la sostituzione del Patto di Stabilità Interno con i l nuovo bilancio degli enti locali (legge n.208/2015, legge n. 232/2016, legge n.205/2017 e legge n.145/2018). Pertanto, l’Italia può accedere ai 209 miliardi di euro potendo dimostrare che serviranno realizzare la riforma del rapporto Sato /regioni, tradotta in norme vigenti.

RISORSE Rimane ora da affrontare la seconda pregiudiziale relativa alle modalità di allocazione di dette risorse in questo schema, tenendo conto del suggerimento dell’on. Irene Tinagli (Presidente della Commissione Affari Economici del parlamento EU.), di prendere in considerazione solo la valutazione dell’impatto degli strumenti di politica economica In effetti la nuova normativa, stabilendo uno stretto nesso di funzionalità tra l’equilibrio di bilancio ed il concorso alla stabilizzazione del debito pubblico, ha anche indicato con esattezza la procedura di calcolo per conseguirlo. In tal modo la possibilità di valutare ex ante i risultati della scelta programmata elimina le distorsioni del Patto di Stabilità che, rimandando tutto ex post consentiva solo di prendere atto di risultati, imprevedibili ed ormai irrimediabili. Appare, pertanto, evidente che il criterio con cui scegliere i progetti da finanziare sia quello della rispettiva funzionalità non solo al profilo giuridico ma anche allo stretto nesso trai due parametri finanziari del Buon Andamento.

In altri termini il nuovo rapporto Stato/Regioni rappresenta il ”fattore scala” che assicura l’effettiva trasformazione delle risorse europee straordinarie in un concreto contributo a conciliare l’aumento degli investimenti con quello del concorso alla stabilizzazione del debito pubblico. Ad esempio sarà possibile dare maggiore spazio a:
1) Meccanismi compensativi: per realizzare l’ intervento finanziario gestito dalle regioni atto a rimuovere non solo le discontinuità presenti tra i livelli di governo locale dello stesso territorio regionale, ma anche quelle tra regioni. attraverso il ricorso alla flessibilità nazionale, alla quale è affidato il compito della perequazione interregionale. solidale ma responsabile.
2) Città Metropolitane: per consentire di superare gli ostacoli che hanno impedito l’adozione dei piani strategici, necessari per realizzare il ruolo di motori dello sviluppo regionale affidato dalla legge istitutiva.
3) Spesa sanitaria: per realizzare la sostenibilità finanziaria dei singoli sistemi sanitari regionali necessaria per consentire al SSN di rispettare il vincolo di bilancio congiuntamente agli obiettivi di fondo di universalità ed equità in un contesto di bisogni in aumento.

4) Beni culturali: a seguito della riforma del codice dei Beni Culturali realizzata dal Ministro Dario Franceschini la spesa pubblica destinata al patrimonio culturale ha assunto una stretta funzionalità al Buon Andamento della P.A.
commissarioQuanto detto è confermato da una verifica empirica, in via di aggiornamento.
In conclusione ritengo che il Ministro degli Affari Europei, essendo vincolato anche lui al rispetto dei nuovi termini del Buon Andamento della P.A. dovrebbe affidare la gestione delle risorse spettanti agli enti locali alla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e non a d un Ente appositamente costituito o ad un Commissario Straordinario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie