Mercoledì 30 Settembre 2020 | 05:30

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Giovani talenti di questa terra quanti rimpianti senza impianti

Giovani talenti di questa terra quanti rimpianti senza impianti

 
L'analisi
Troppi sussidi fanno crescere malcostume e povertà

Troppi sussidi fanno crescere malcostume e povertà

 
Il punto
Il presidente dell'Inps e l'idea dei manager a basso costo

Il presidente dell'Inps e l'idea dei manager a basso costo

 
il punto
Il dilemma del Carroccio tra nazione e regioni

Il dilemma del Carroccio tra nazione e regioni

 
Il commento
Se la mascherina a Foggia è d'obbligo

Se la mascherina a Foggia è d'obbligo

 
L'ANALISI
Dove ancorarsi di fronte alla tempesta coronavirus

Dove ancorarsi di fronte alla tempesta coronavirus

 
Il commento
Studenti, i grandi più garantiti dei piccoli

Studenti, i grandi più garantiti dei piccoli

 
L'ANALISI
Sud reagisci così pensano di toglierti i soldi europei

Sud reagisci così pensano di toglierti i soldi europei

 
L'analisi
Il super blindato Premier ora può alzare la posta

Il super blindato Premier ora può alzare la posta

 
IL PUNTO
Credito e finanza non ostacoliamo il cambiamento

Credito e finanza: non ostacoliamo il cambiamento

 
l'Analisi
Ridotta la quantità aumentiamo la qualità

Referendum e riduzione parlamentari: ridotta la quantità aumentiamo la qualità

 

Il Biancorosso

Calcio
Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

Il Bari dice addio a Berra e Scavone: arrivano al Pordenone

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl virus
Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

Covid in Basilicata, 16 nuovi contagi in casa di riposo a Marsicotevere

 
BatLa visita
Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

 
BariL'appello
Coronovirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

Coronavirus, altri 4 casi a Locorotondo, il sindaco ai cittadini: «Rispettate voi e gli altri»

 
FoggiaIl caso
Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

Partecipano a festa di Prima Comunione: 20 contagi nel Foggiano

 
LecceIl video
Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava casa dopo aver ammazzato i fidanzati

Lecce, ecco l’assassino mentre rientrava a casa dopo aver ammazzato i fidanzati. Tutti gli errori del killer

 
TarantoLa celebrazione
Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

Mittal, a Taranto la cerimonia in memoria delle vittime del lavoro

 
MateraNel Materano
Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

 
BrindisiNel Brindisino
Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

Campo di Mare, sbarcati 47 migranti egiziani nella notte: stanno tutti bene

 

L'editoriale

Se un altro virus contagia le istituzioni

Da oggi al 20 settembre vi sono 35 giorni in cui la pandemia potrebbe riprendere la sua corsa

Tanti candidati ma nemmeno  uno straccio  di programma

Tre giorni fa la Corte costituzionale ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati contro il referendum sul taglio dei parlamentari e ha così spianato la strada al cosiddetto «election day». Il 20 e il 21 settembre si dovrebbe votare quindi per confermare o bocciare la legge costituzionale sul numero dei parlamentari, per eleggere i presidenti e i relativi consigli di 7 sette regioni – Puglia compresa – e, infine, per i sindaci di un migliaio di Comuni. Si dovrebbe. Perché se da un punto di vista tecnico non vi sono più ostacoli, vi è una probabilità – bassissima, ma non nulla – che slitti per altre ragioni, ovvero per la seconda ondata del Covid.

Da oggi al 20 settembre vi sono 35 giorni in cui la pandemia potrebbe riprendere la sua corsa. Gli ultimi dati sono preoccupanti, visti i casi in progressivo aumento e a fronte di un minor numero di tamponi. A questo va aggiunto il fatto che i contagi rilevati in questi giorni sono in realtà avvenuti una settimana o 10 giorni fa, dati i tempi di latenza del virus. Quindi gli effetti di quanto sta accadendo in questo periodo, presumibilmente quello dei comportamenti più a rischio, li vedremo solo a fine settimana prossima.

In più c’è da considerare che a fine mese riprendono tutte le attività: si torna nelle fabbriche, i bus sono di nuovo super affollati, come le metropolitane e i treni dei pendolari. Tutte situazioni che potenzialmente fanno aumentare i contagi. A questo va aggiunto che, nonostante il protocollo già messo a punto per i «seggi sicuri», l’esercizio del voto resta comunque una attività carica di un certo rischio. Ci sono le matite che passano da cento mani, le schede che comunque devono essere maneggiate da una serie di persone, il fatto che un elettore in cabina tocca una serie di parti in comune, senza contare che può aver starnutito o tossito. Fattori di rischio rispetto ai quali molti elettori hanno già dichiarato che non andranno a votare.
Questo della partecipazione è un altro «virus» che potrebbe agire nell’election day. Il referendum confermativo non prevede infatti un quorum e dunque non vi sarà nessuno a spingere per andare a votare. La vittoria del Sì appare scontata, poiché sul piatto della bilancia vi sono argomenti asimmetrici. Da una parte il tema popolare del taglio dei parlamentari, con le facili considerazioni sulla «casta», sul basta con i furbetti e sulle ruberie di corredo; dall’altra il tema della rappresentanza e del rispetto delle minoranze, decisamente meno facile da comunicare.

A fare da traino, almeno là dove è previsto il voto, potrebbero essere le elezioni regionali. Scegliere il «governatore» che per i prossimi cinque anni gestirà il territorio ha più appeal che non la questione – apparentemente distante – della riduzione dei parlamentari. Ma anche in questo caso l’effetto Covid potrebbe fare la sua parte nel disincentivare la partecipazione al voto, soprattutto se nelle regioni interessate (oltre alla Puglia, ci sono Veneto, Liguria, Campania, Toscana, Marche e Valle D'Aosta) dovessero svilupparsi focolai importanti di contagio. Non a caso i presidenti uscenti di queste regioni erano stati protagonisti di un vivace scontro con il governo sulla data delle elezioni, chiedendo appunto che si tenessero a fine agosto, cioè nella fase ritenuta ancora sicura dal punto di vista sanitario.

Gli scaramantici, che in politica sono numerosi almeno quanto lo sono nel mondo sportivo, fanno rilevare anche che è la prima volta che un election day si tiene a settembre. Osservazione che, al di là della curiosità statistica, comunque conserva un nucleo di verità: mai c’era stata una campagna elettorale sotto gli ombrelloni e pertanto blanda, discontinua, povera di contenuti e per di più con un pubblico distratto dalle vacanze. Si può dire con buona approssimazione che sia per il referendum costituzionale che per i presidenti delle Regioni ci sarà un voto per «fede», cioè sulla base di convinzioni già maturate da tempo e impermeabili a qualsiasi annuncio, programma o considerazione. Il che ripropone la questione di prima: il concreto rischio che i cosiddetti «indecisi» restino tali e scelgano di restarsene a casa non avendo avuto l’opportunità e neppure la spinta ad approfondire le motivazioni per votare un candidato al posto di un altro.

In questa tornata più che mai le scelte potrebbero essere determinate da chi possiede pacchetti di voti, dalle organizzazioni più o meno efficienti dei partiti, dallo scambio di «favori». Insomma, si rischia un ulteriore allontanamento dei cittadini dalla loro rappresentanza. E purtroppo anche la prevista vittoria dei Sì al referendum costituzionale porterebbe il futuro politico dell’Italia in questa direzione, con i partiti sempre più arroccati nella scelta di candidati «sicuri» e «fedeli», con buona pace dei cosiddetti rappresentanti della «società civile». La casta insomma diventerebbe ancora più «casta» e alla democrazia tutto questo non fa bene. Forse dopo il Covid bisognerebbe provare a contrastare lo strano virus che ormai contagia le nostre istituzioni allontanandole sempre più dalla gente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie