Domenica 12 Luglio 2020 | 00:47

NEWS DALLA SEZIONE

Analisi
Tanti candidati ma nemmeno uno straccio di programma

Tanti candidati ma nemmeno uno straccio di programma

 
Analisi
Il fascino della politica strega pure i virologi

Il fascino della politica strega pure i virologi

 
Il commento
Quei livelli di assistenza che massacrano il Mezzogiorno

Quei livelli di assistenza che massacrano il Mezzogiorno

 
L'Analisi
Didattica a distanza cioè scuola senza vicinanza

Didattica a distanza cioè scuola senza vicinanza

 
Analisi
Se il coronavirus smaschera i big

Se il coronavirus smaschera i big

 
Editoriale
Gli ostacoli al (doppio) binario della crescita

Gli ostacoli al (doppio) binario della crescita

 
Il punto
Quella voglia matta di tornare alle urne Prima pagina

Quella voglia matta di tornare alle urne

 
Analisi
Se basta un uccellino a far volare via la ferrovia

Termoli-Lesina: se basta un uccellino a far volare via la ferrovia

 
Il punto
La rivoluzione? Stop ai timbri e linguaggio comprensibile

La rivoluzione? Stop ai timbri e linguaggio comprensibile

 
L'analisi
Il luglio caldo della politica tra resistenze e spallate

Il luglio caldo della politica tra resistenze e spallate

 
L'opinione
Covid? Ci siamo illusi. Non siamo migliori

Covid? Ci siamo illusi. Non siamo migliori

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI controlli
Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

 
BatMusica
Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

 
GdM.TVL'intervista
Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

 
TarantoVino
Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

 
FoggiaFurto e riciclaggio
Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

 
PotenzaIstruzione
Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

 
BrindisiCriminalità
Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

 
MateraIl ritrovamento
Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

 

i più letti

Il punto

Quel tele-pallone sgonfiato dal virus

È evidente che molte forze si augurano che l’Europa non abbia successo e il Coronavirus viene a tal scopo strumentalizzato.

tv locali

«In un mondo diviso e senza leader mondiali, in realtà tutti soffriamo per la tentazione di alcuni di procedere da soli»: chi parla, in un accorato articolo sul Guardian, è l’ex primo ministro Gordon Brown. E Peter Liese, brillante membro tedesco Cristiano Democratico del Parlamento europeo aggiunge: «Se UK avrà tempi difficili in tre mesi e in quel periodo l’Europa ha gestito la crisi in maniera che viene chiamata ad assistere la Gran Bretagna, immaginiamo come reagiranno gli inglesi».

È evidente che molte forze si augurano che l’Europa non abbia successo e il Coronavirus viene a tal scopo strumentalizzato. Sconfitto gravemente sul terreno elettorale, il Virus antieuropeismo cerca un alleato nel Coronavirus. Le tecniche sono quelle consolidate dell’antieuropeismo che peraltro hanno fallito clamorosamente alla prova elettorale. Pilastro: mancanza di unitarietà di risposta. Quindi meglio soli che male accompagnati.

Mancanza di unità di risposta? L’America è divisa in maniera sempre più drammatica su come affrontare il Coronavirus. Basta sfogliare qualche giornale americano – naturalmente per i leader che conoscono l’inglese – per capire che lo scontro fra le varie forze politiche è epocale, stile Hurrican Katrine, probabilmente costerà a Trump una rielezione che solo due mesi fa sembrava ineluttabile. Eppure si tratta di un Paese che da 200 anni gode di una gestione politica unitaria! Ma quello che sfugge ai tifosi del Virus nazionalistico è che la democrazia non solo richiede differenti opinioni ma si nutre di quelle. Con che coraggio intellettuale ci si può lamentare delle differenti opinioni di leader di differenti paesi europei quando in America questi conflitti sono più gravi e nel dopo Brexit stanno portando addirittura a una guerra civile dell’informazione? È evidente che Matteo 2 è scioccato dalla crescente credibilità del governo, e per via delle insufficienze dei comizi in spiaggia, delle inutilità dei provocatori campanelli squillati nel bolognese, e delle incongruenti passeggiate mano a mano con la fidanzata nella Roma deserta, capisce che “lo stile Salvini” sta perdendo clamorosamente la battaglia con lo stile Conte, persona di per sé intelligente, il cui stile sobrio e convincente gli permette di essere sempre più percepito nel paese come leader europeo unificante. Certo la Lagarde ha avuto uscite infelici. Grazie Mattarella per averlo stigmatizzato subito. Ma anche il capo della Fed è stato duramente attaccato da Trump. Cristina ha peraltro corretto il tiro - e se sentisse Super Mario ne trarrebbe benefici - ma senza l’intervento della BCE l’Italia monetaria sarebbe già frantumata stile Germania quando occorrevano miliardi di marchi per comprare un chilo di pane. Con le necessarie manovre che facciamo ci avvieremmo all’inflazione monetaria della grande crisi tedesca con il piccolo dettaglio che essendo il turismo bloccato e i dazi al di fuori in crescita non si avrebbero neppure i conclamati benefici della moneta inflazionata su cui tanto puntano gli avversari dell’euro, digiuni di politica economica.

L’Europa disturba tanti. E quindi è indigesto a tantissimi. Ma quello che il Virus del nazionalismo teme di capire, è che così come cresce la solidarietà nazionale intorno al governo, e a uno stile di comunicazione del PM sobrio e unificante, forse il Coronavirus, prima di arrendersi grazie al vaccino, debellerà questo antistorico virus nazionalistico.
Intanto, in questa guerra fratricida di virus c’è ne è uno che sembra sia stato debellato, ed è quello del calcio tv dipendenza, e Il calcio TV quando è eccessivo è un virus. Uno dei più grandi biologi viventi Richard Dawkins, ha espresso una teoria bio-genetica che va sotto il nome di Gene Egoista su cui dovremmo riflettere a proposito del Virus Calcio TV. Per la teoria del Gene egoista, Dawkins è forse pari a due altri biologi inglesi Charles Darwin e Alfred Wallace (questi li cito sempre insieme perché forse Wallace espresse addirittura prima di Darwin la teoria della evoluzione per selezione naturale ma il mondo chissà perché lo ignora, e allora è un modesto personale omaggio che mi sento di fargli). Richard Dawkins afferma che il Gene egoista – pilastro della riproduzione antropica - a volte acquisisce un Meme - comportamento diffuso – e lo trasforma in un Gene. Il passaggio da Meme a Gene implica una trasformazione biologica di enorme importanza, per il fatto che una abitudine può diventare componente bio-genetica e inficiare la capacità di evoluzione della specie (che poi sarebbe la nostra)! Personalmente appassionatissimo di calcio – anche se onestamente amo di più le corride - ma anche appassionato di ciclismo, rugby, cricket (che non capisco), baseball (che capisco a metà) sono grato alla TV per portare tanti spettacoli sportivi, ma se il Gene egoista, via Meme, trasforma in Gene il Calcio TV, c’ è un pericolo biologico-culturale, che sta alla pari e forse peggio del 1984 di Orwell, di Fahreneit 451, di Bradbury, di Brave New World di Huxley e di Noi di Zamjatin. Non vorrei che il contributo italiano ai grandi testi distopici fosse il Meme calcio TV.

A proposito di virus lo posso dire in quanto sono appassionatissimo di calcio sin da bambino. ma è bello vedere che di fatto il calcio è sparito senza che la maggior parte dei televedenti abbia sofferto e preferisca cantare dai balconi a las seis de la tarde, ora perfetta perché la gente riferita al CoronaVirus dica insieme al governo, caso mai cantando dai balconi, MATALO.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie