Domenica 12 Luglio 2020 | 02:14

NEWS DALLA SEZIONE

Analisi
Tanti candidati ma nemmeno uno straccio di programma

Tanti candidati ma nemmeno uno straccio di programma

 
Analisi
Il fascino della politica strega pure i virologi

Il fascino della politica strega pure i virologi

 
Il commento
Quei livelli di assistenza che massacrano il Mezzogiorno

Quei livelli di assistenza che massacrano il Mezzogiorno

 
L'Analisi
Didattica a distanza cioè scuola senza vicinanza

Didattica a distanza cioè scuola senza vicinanza

 
Analisi
Se il coronavirus smaschera i big

Se il coronavirus smaschera i big

 
Editoriale
Gli ostacoli al (doppio) binario della crescita

Gli ostacoli al (doppio) binario della crescita

 
Il punto
Quella voglia matta di tornare alle urne Prima pagina

Quella voglia matta di tornare alle urne

 
Analisi
Se basta un uccellino a far volare via la ferrovia

Termoli-Lesina: se basta un uccellino a far volare via la ferrovia

 
Il punto
La rivoluzione? Stop ai timbri e linguaggio comprensibile

La rivoluzione? Stop ai timbri e linguaggio comprensibile

 
L'analisi
Il luglio caldo della politica tra resistenze e spallate

Il luglio caldo della politica tra resistenze e spallate

 
L'opinione
Covid? Ci siamo illusi. Non siamo migliori

Covid? Ci siamo illusi. Non siamo migliori

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

Bari, si avvicina la sfida playoff, Simeri: «Daremo tutto»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI controlli
Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

Bari, pesce non tracciato e ricci: sequestrati 3 quintali da Guardia costiera

 
BatMusica
Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

Piero Pelù torna in Puglia per Battiti Live: immortalato ai piedi di Castel Del Monte

 
GdM.TVL'intervista
Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

Racale, chi rapì il piccolo Mauro? La mamma: « Dopo 43 anni chiediamo la verità e che torni a casa»

 
TarantoVino
Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

Primitivo di Manduria, stop di 3 anni a crescita dei vigneti

 
FoggiaFurto e riciclaggio
Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

Cerignola, sorpresi a smontare auto fuggono alla vista dei CC: 2 arrestati

 
PotenzaIstruzione
Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

 
BrindisiCriminalità
Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

Fasano, presto le ronde contro i furti nelle abitazioni

 
MateraIl ritrovamento
Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

Trafugata nel 2008 la scultura del cane di San Rocco torna in chiesa a Gorgoglione

 

i più letti

L'analisi

Dalla balena bianca alle sardine: è la politica

«Sardine» contro Salvini in Puglia: «Voglia di politica, manca un soggetto che faccia sintesi»

foto Ansa

In principio fu la Balena bianca. Era una, ma con un corpaccione enorme. Oggi sono le Sardine. Piccole, piccolissime ma tante, forse tantissime. La differenza fra i due appellativi animali è anche la metafora della politica che fu e della politica che è.
Da una parte il partito strutturato – nella fattispecie la Dc – con i vertici, le gerarchie, le procedure, i riti e i miti. Dall’altra parte una massa di persone indistinte che sente il bisogno di mostrarsi insieme per difendere un obiettivo o per contrastare un’idea. Le Sardine si sono ritrovate la prima volta in Piazza Maggiore a Bologna per arginare la piena salviniana mentre il leader leghista teneva un comizio nel PalaDozza. Visto il successo – effettivamente nella pur ampia piazza bolognese stavano stretti come sardine – sono nate altre manifestazioni analoghe.

Tutte a fare da contrafforte alla presenza di politici dichiaratamente sovranisti e populisti. E per ora l’anti-populismo sembra l’unico elemento che richiama e tiene unite le Sardine.

Certo, è rincuorante vedere così tanti giovani che sembrano riscoprire la passione politica, che con fantasia e ironia s’impongono sulla scena pubblica. In tv ha fatto un’ottima apparizione l’ispiratore della manifestazione bolognese, Mattia Santori. Faccia pulita, sorriso smagliante, filo di barba e riccioli da baciare, buca subito il video. Con semplicità ha chiesto: «Ci restituite una politica un po’ più seria?». Ottime premesse perché sia il leader di un movimento che potrebbe diventare qualcosa di più. Del resto è ancora viva l’esperienza dei 5Stelle che alle ultime Politiche hanno catalizzato il malcontento di tanti giovani e meno giovani. Anche se alle spalle c’erano una regia e una strategia che hanno pianificato il successo.
Oggi i 5Stelle dal punto di vista elettorale sembrano già nella fase discendente e sempre più forti appaiono le frizioni fra la base e il vertice, con Di Maio che non sembra in grado di reggere a lungo i colpi del fuoco amico.

La dimensione del successo elettorale e la nascita di due governi con due alleati diversi ha anche impietosamente evidenziato la scarsa preparazione politica e amministrativa dei 5Stelle. In Puglia si sta consumando la tragedia dell’ex-Ilva, il cui finale non conosciamo ancora, che ha fatto emergere tutte le contraddizioni del movimento in tema di ambiente e lavoro. Da qui la domanda: basta ritrovarsi tutti insieme in piazza a manifestare contro qualcuno o qualcosa per diventare un movimento politico?

In una lectio magistralis tenuta esattamente 10 anni fa all’Ordine dei giornalisti, Luciano Violante affermava: «In sostanza, mentre nel ‘900 il cittadino si sentiva rappresentato da partiti, si sentiva appartenente a partiti, la crisi dei partiti politici ha fatto sì che l’identificazione progressivamente sia scattata non nei confronti di partiti, ma nei confronti di persone, e che il leader politico abbia cercato quasi mai di apparire come leader di partito, come il capo di un partito, ma come persona che entrasse direttamente in comunicazione con l’opinione pubblica. Questo comporta innanzi tutto: 1) che c’è una personalizzazione del potere; 2) la scelta del capo modella il partito, non è il partito che modella il capo; 3) non è più il Parlamento ma il capo dell’esecutivo che tende ad assumere la rappresentanza del paese». E Violante parlava quando Salvini pensava ancora ai quiz televisivi e i 5Stelle, la cui identificazione con il capo all’inizio era così forte che si chiamavano grillini, cominciavano a muoversi ufficialmente sulla scena pubblica.

Nell’analisi del costituzionalista e studioso della politica si affermava anche che «i mezzi di informazione giocano un ruolo decisivo perché sono l’unico canale di collegamento tra la figura del leader e il paese. Tanto che in un recente studio molto approfondito attorno a questi processi pubblicato negli Stati Uniti ho letto questa espressione: “La democrazia del pubblico è regno dell’esperto in comunicazione”. Infatti, se vedete le grandi personalità che si stanno affermando sulla scena internazionale, e si sono affermate negli ultimi anni, sono anche grandi attori dell’informazione».

Apre il cuore pensare che le Sardine siano una ventata di aria fresca nella nostra politica, così bisognosa di cervelli, competenze e pulizia. Ma a ben guardare si intravede il rischio che ripropongano vecchi metodi e vecchi modelli, dettati più dai tempi che dagli uomini. L’Italia ha bisogno di gente in grado di affrontare sfide enormi come il lavoro che non c’è e la nuova emigrazione, l’ambiente e la devastazione del territorio, la legalità e i diritti dei singoli. Potrebbero bastare delle Sardine per tutto questo? Sì se sapranno nuotare nel mare magnum della politica, primeggiando nei suoi giochi ed evitando le sue sirene e le sue reti. La Balena bianca resistette per molti anni, prima di finire spiaggiata da Mani pulite.
Michele Partipilo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie