Giovedì 15 Aprile 2021 | 13:34

NEWS DALLA SEZIONE

Nuove uscite
«Fragile», in un EP la sensibilità della salentina Dalila Spagnolo

«Fragile», in un EP la sensibilità della salentina Dalila Spagnolo

 
Disco
Con Mauro Gargano il jazz risuona di «distanziamento»

Con Mauro Gargano il jazz risuona di «distanziamento»

 
Il brano
«Haumea», dal Salento Ariostea e il suo inno alla forza di andare avanti nonostante le difficoltà

«Haumea», dal Salento Ariostea e il suo inno alla forza di andare avanti nonostante le difficoltà

 
Nuovo singolo
«Omogeneizzato», con ironia il progetto Acquari canta il senso della vita

«Omogeneizzato», con ironia il progetto Acquari canta il senso della vita

 
Nuove uscite
«Sono arrivato qui», il salentino Mava e il coraggio di essere se stessi

«Sono arrivato qui», il salentino Mava e il coraggio di essere se stessi

 
L'ep
«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

 
Il disco
Creatività e pandemia, il pugliese Abbaticchio conquista le classifiche Usa

Creatività e pandemia, il pugliese Abbaticchio conquista le classifiche Usa

 
Musica
«Band Aid 2020», il mito degli anni '80 nel nuovo lavoro del gruppo leccese-bolognese

«Band Aid 2020», il mito degli anni '80 nel nuovo lavoro del gruppo leccese-bolognese

 
Colonne sonore
Le porno-vendette della serie Nudes e la musica del barese Cerasi

Le porno-vendette della serie Nudes e la musica del barese Cerasi

 
La recensione
Con «Tabacco e caffè» viaggio in Brasile attraverso le note

Con «Tabacco e caffè» viaggio in Brasile attraverso le note

 
Musica
«Una buona storia», nuovo singolo per il duo Bautista

«Una buona storia», nuovo singolo per il duo Bautista

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

Bari calcio, contro il Palermo torna Celiento?

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiNel Brindisino
Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

 
FoggiaPolitica
Foggia, sindaco Landella azzera la giunta: «Riconsiderare gli assetti»

Foggia, sindaco Landella azzera la giunta: «Riconsiderare gli assetti»

 
LecceTurismo
Terme di Santa Cesarea, Pagliaro: «Messa la prima pietra verso il rilancio»

Terme di Santa Cesarea, Pagliaro: «Messa la prima pietra verso il rilancio»

 
BariPovertà
Bari, la baraccopoli di Corso Italia

Bari, la baraccopoli di Corso Italia

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 
BariIl caso
Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

Taranto, la Procura barese indaga sui lavori del nuovo ospedale

 
PotenzaIl virus
Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

 
BatL'episodio
Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

 

i più letti

Nuove uscite

Tra Puglia e Balcani il jazz di Minafra contamina la tarantella

Esce il cd del pianista con Eugenia Cherkazova

Tra Puglia e Balcani il jazz di Minafra contamina la tarantella

Un tempo accompagnati dalla fama di «polveriera d’Europa» – il cancelliere tedesco Ottone von Bismarck ebbe a dire che il loro equilibrio pacificato non valesse «le ossa di un solo granatiere della Pomerania» –, per l’estensione dalla Turchia alla Bulgaria, passando per Grecia, Albania ed ex Jugoslavia, i Balcani rappresentano un’area geografica estremamente ampia e al contempo ricca di suggestioni musicali il cui dna è stato accomunato anche dalla secolare dominazione ottomana. Un’influenza, quella della musica etnica balcanica, che se ha attecchito nelle comunità jazzistiche di quei paesi (si pensi al pianista bulgaro Milcho Leviev o ad album come Swinging Macedonia del trombettista slavo Dusko Goikovic), non ha mancato di sedurre col proprio fascino anche molti artisti delle aree cosiddette «frontaliere» come ad esempio la nostra Puglia.
E Roundtrip Apulia Balkans è appunto il titolo dell’album che, con il sostegno di Puglia Sounds, propone una rilettura di questa tradizione ad opera di Livio Minafra, il trentottenne pianista di Ruvo di Puglia che non ha mai nascosto il proprio interesse per la cosiddetta musica dai tempi dispari.

Ad onta di una durata forse troppo breve (poco meno di 40 minuti), il cd propone una serie di esibizioni in duo con la fisarmonicista greco-ucraina Eugenia Cherkazova, registrate sia a Ruvo, in occasione dei Festival «Wanda Landowska» e «Talos», sia a Corato al Festival «Euterpe» e, se non ha l’ambizione di presentarsi come un progetto vero e proprio, brilla per quella comunicativa che è tipica delle registrazioni live.

Otto i titoli in scaletta, tre dei quali sono delle riletture, mentre gli altri sono tutti a firma di Minafra, a cominciare dalla frenetica Danza Tartara, nella quale un accorto uso del pedale fa sì che il pianoforte si appropri delle sonorità di un cymbalon. Lacrime stelle è un brano dalla melodia incantata, fiabesca, che a tratti riecheggia quella scritta da Nino Rota per la scena della bambola meccanica nel felliniano Casanova. Zefiro torna si basa su un tema malinconico dai motivi ridondanti, mentre Boomerang ha i tratti e le fragranze di una danza epiriota. Tatar Mix è invece l’unico tema che si ammanta di sonorità elettroniche e forse, proprio per questo, finisce per apparire un po’ troppo prigioniero di se stesso.

Venendo alle riletture, l’incontro fra Puglia e Balcani è inevitabilmente favorito dalla tarantella, a cominciare da quella celeberrima tramandataci dal seicentesco gesuita tedesco Athanasius Kircher, i cui studi sulla «iatromusica» e sul tarantismo a Lecce e a Taranto sono tutt’oggi fondamentali per chiunque voglia accostarsi alla materia. Si tratta probabilmente del brano meglio riuscito dell’intera registrazione, grazie alla capacità di Minafra e della Cherkazova di passare con grande facilità dalle sonorità barocche all’improvvisazione jazzistica, senza mai perdere il filo stilistico di riferimento.

Il tradizionale Tarantella di Ruvo parte da una melodia popolare per assumere i tratti di una fascinosa danza illirica, mentre la celeberrima Tarantella napoletana dalle Soirées Musicales di Gioacchino Rossini si arricchisce di una gustosa introduzione «balcanizzata».
Un lavoro senza dubbio suggestivo che avrebbe forse meritato una versione discografica più «meditata», ma che in ogni caso si fa apprezzare per le doti dei solisti, sempre in grado di unire musicalità e curiosità intellettuale grazie a un affiatamento che consente loro di superare anche i non sempre facili equilibri fra due strumenti come il pianoforte e la fisarmonica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie