Venerdì 16 Aprile 2021 | 02:00

NEWS DALLA SEZIONE

Nuove uscite
«Fragile», in un EP la sensibilità della salentina Dalila Spagnolo

«Fragile», in un EP la sensibilità della salentina Dalila Spagnolo

 
Disco
Con Mauro Gargano il jazz risuona di «distanziamento»

Con Mauro Gargano il jazz risuona di «distanziamento»

 
Il brano
«Haumea», dal Salento Ariostea e il suo inno alla forza di andare avanti nonostante le difficoltà

«Haumea», dal Salento Ariostea e il suo inno alla forza di andare avanti nonostante le difficoltà

 
Nuovo singolo
«Omogeneizzato», con ironia il progetto Acquari canta il senso della vita

«Omogeneizzato», con ironia il progetto Acquari canta il senso della vita

 
Nuove uscite
«Sono arrivato qui», il salentino Mava e il coraggio di essere se stessi

«Sono arrivato qui», il salentino Mava e il coraggio di essere se stessi

 
L'ep
«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

«Ho sconfitto il bullismo con la musica e la poesia», da Castellaneta la forza del flauto di Giuseppe Palmisano

 
Il disco
Creatività e pandemia, il pugliese Abbaticchio conquista le classifiche Usa

Creatività e pandemia, il pugliese Abbaticchio conquista le classifiche Usa

 
Musica
«Band Aid 2020», il mito degli anni '80 nel nuovo lavoro del gruppo leccese-bolognese

«Band Aid 2020», il mito degli anni '80 nel nuovo lavoro del gruppo leccese-bolognese

 
Colonne sonore
Le porno-vendette della serie Nudes e la musica del barese Cerasi

Le porno-vendette della serie Nudes e la musica del barese Cerasi

 
La recensione
Con «Tabacco e caffè» viaggio in Brasile attraverso le note

Con «Tabacco e caffè» viaggio in Brasile attraverso le note

 
Musica
«Una buona storia», nuovo singolo per il duo Bautista

«Una buona storia», nuovo singolo per il duo Bautista

 

Il Biancorosso

Serie C
Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

Palermo e Bari: rendimenti a confronto in vista del match di domenica al S.Nicola

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli guardia costiera
Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due persone denunciate

Taranto, sequestrati 8 quintali di cozze di dubbia provenienza: due denunciati

 
Potenzala preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
Barila sentenza
Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Striscgiuglio condannata a 16 mesi

Bari, aggredì cronista: moglie boss clan Strisciuglio condannata a 16 mesi

 
Foggiala nomina
Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

Foggia, comandante provinciale Gdf di Potenza entra nella Giunta Landella

 
Batla video-denuncia
Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

Andria, ragazzini appiccano incendio all'esterno del Palazzetto dello sport: «Mi cadono le braccia»

 
LecceMotori
Casarano, da domani il 27esimo rally

Casarano, da domani il 27esimo rally

 
BrindisiNel Brindisino
Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

Latiano, innamorata non corrisposta di un dipendente di banca, fa irruzione con un coltello: arrestata

 
MateraIl caso
Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

Matera, violenze sulla compagna e scappa in Albania per non farsi arrestare: trovato 70enne, ai domiciliari

 

i più letti

La recensione

Con «Wild Geese» il lascito musicale di Gianni Lenoci

L'album postumo del pianista monopolitano

Con «Wild Geese» il lascito musicale di Gianni Lenoci

foto M.Bizzochetti

È inevitabile provare una punta di rabbiosa commozione nell’ascoltare Wild Geese, l’album postumo di Gianni Lenoci che la salentina Dodicilune - con il sostegno di Puglia Sounds - distribuisce da qualche settimana per celebrare il primo anniversario della scomparsa del pianista monopolitano. E se, ovviamente, la commozione è legata al pensiero della sua prematura, inattesa scomparsa a soli 56 anni, a determinare la rabbia è la consapevolezza - appunto accresciuta da questo cd registrato nel 2017 - di quanto egli avesse ancora da dire in termini musicali.

Chi ha avuto modo di conoscere Lenoci negli anni, sa bene quale fosse il suo spessore intellettuale, la sua curiosità che lo spingeva ben oltre l’ambito della musica jazz, alla quale restava però intimamente legato attraverso personaggi e repertori sempre molto singolari. E non c’è dubbio che Wild Geese fotografi in pieno questa sua attitudine, a cominciare dalla scelta di concentrare quasi per intero la scaletta non su brani originali - come troppo spesso accade con altri musicisti -, ma sulle composizioni di due soli autori non proprio «facili», Carla Bley e Ornette Coleman, con l’unica eccezione di un brano, Moor, che reca invece la firma del contrabbassista Gary Peacock.

Compagni d’avventura di questa incisione sono innanzitutto il contrabbassista Pasquale Gadaleta, storico partner di Lenoci e il noto batterista statunitense Ra Kalam Bob Moses, la cui presenza assume un significato non secondario, specie alla luce dei suoi trascorsi - peraltro non sempre pacifici - con la Bley.
E diciamo subito che, così strutturato il cd ha come due volti, passando dalle atmosfere sospese tipiche di molti brani della Bley, alla più destrutturata libertà creativa che emerge invece dall’universo colemaniano, del quale vengono ovviamente fatti salvi, sia pure come frammenti materici, i temi ludici e danzanti cari al sassofonista texano.

I titoli scelti per Carla Bley sono And Now the Queen, Vashkar, Olhos de Gato e Ida Lupino, nei quali non è difficile cogliere la vena di ridondante minimalismo tipica della compositrice. Di Coleman sono invece Job Mob, il magmatico Sleep Talking, il danzante Latin Genetics, ma soprattutto The Beauty Is a Rare Thing, tratto dallo storico album del 1961 This Is Our Music. Si può dire anzi che proprio la scelta di questa composizione - che all’epoca della sua uscita face discutere non poco - offra la migliore chiave di lettura per avvicinarsi al Lenoci jazzista e allo sfrontato disincanto col quale sapeva confrontarsi con i capisaldi dell’avanguardia storica, riuscendo sempre a metterne in luce, se possibile, gli aspetti più fascinosi e al contempo meno evidenti.

Resterebbe da dire del Lenoci pianista, della sua grande padronanza di linguaggio e della sua capacità di vivificare la tradizione per poi passare a plasmare il caos rendendolo persino accettabile, quando non addirittura gradevole. Una caratteristica dei grandi alla quale si adeguano con rara sensibilità anche Gadaleta e Moses, creando un intelligente interplay.
Sarebbe troppo facile e scontato, davanti a una registrazione postuma di questo livello, parlare di testamento musicale. Ma per restare in tema successorio, definirla un «legato» non la porterebbe lontana dal suo significato più profondo: un ricordo indelebile del personaggio e anche un suggerimento artistico per capire non quale strada percorrere, ma come affrontare il cammino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie