Venerdì 15 Gennaio 2021 | 22:52

NEWS DALLA SEZIONE

La rassegna
Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

 
Inediti e rarità
Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

 
nuove uscite
«Navigare a vista»: i Salento All Stars in duetto con Cristiana Verardo, suoni caldi e atmosfere mediterranee

«Navigare a vista»: i Salento All Stars in duetto con Cristiana Verardo, suoni caldi e atmosfere mediterranee

 
Musica
«Ora», nuovo singolo dei tarantino Revortik: «Cantiamo la voglia di evadere»

«Ora», nuovo singolo dei tarantini Arevortik: «Cantiamo la voglia di evadere»

 
Musica
«Pezzo di cuore»: Emma e Alessandra Amoroso in un duetto tutto salentino

«Pezzo di cuore»: Emma e Alessandra Amoroso in un duetto tutto salentino

 
Musica
«Povera femmina», arriva il nuovo brano di Napoleone: una storia vera che dà voce a un mare in tempesta

«Povera femmina», arriva il nuovo brano di Napoleone: una storia vera che dà voce a un mare in tempesta

 
Nuova proposta
Vito Signorile mette in musica Bari e le sue tradizioni

Vito Signorile mette in musica Bari e le sue tradizioni

 
date e programmi
Bari, al Petruzzelli la musica continua ed è online per tutti

Bari, al Petruzzelli la musica continua ed è online per tutti

 
Il personaggio
Da Molfetta al teatro Ariston: il poeta visionario Gio Evan

Da Molfetta al teatro Ariston: il poeta visionario Gio Evan

 
il premio
Musici pugliesi: un riconoscimento ai Global music awards in in California

Musici pugliesi: un riconoscimento ai Global music awards in California

 
Martina Franca
Il Festival della Valle d'Itria celebrerà Napoli e Vienna

Il Festival della Valle d'Itria celebrerà Napoli e Vienna

 

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Potenzala «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Barila scorsa notte
Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

Valenzano, ignoti rubano olio prodotto da terre confiscate alla mafia

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
Bari
Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

Tra Bari e Matera accordo di collaborazione su cultura, turismo e ambiente

 
LecceNel Leccese
Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

Otranto, scatola con 20kg di petardi trovata in bidone immondizia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

Brindisi, muore a 19 anni al Perrino: 2 medici indagati

 

i più letti

L'evento

L'arte commemora al Redentore di Bari le vittime migranti

Sabato 'giornata' con Radiodervish, Orchestra di Lecce

L'arte commemora al Redentore di Bari le vittime migranti

Sono ancora vive nei nostri occhi e nei nostri cuori le immagini della strage di Lampedusa. Il 3 ottobre di sette anni fa, infatti, a poche miglia dell’isola siciliana morirono in mare 368 migranti, oltre a 20 presunti dispersi, che erano a bordo di un’imbarcazione libica. Numeri che la pongono come una delle più gravi catastrofi marittime nel Mediterraneo dall’inizio del XXI secolo.
Uomini, donne e bambini che scappavano dalla morte, causata da guerre, eccidi, torture e fame, nel tentativo di emigrare in Italia e nei paesi europei per costruire un futuro migliore. Dal 2013, ogni 3 ottobre si celebra «Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione», per ricordare i migranti che hanno perso la vita e che la perdono ancora oggi nel mar Mediterraneo.

Ricordando quel drammatico giorno, a Bari si è costituito il «Comitato 3 ottobre Puglia» al quale aderiscono 28 associazioni e movimenti pugliesi che, sabato 3 nel cortile dell’Istituto salesiano Redentore di Bari (via Martiri d’Otranto 65, info e prenotazione: comitato3ottobre@gmail.com), ha organizzato una serie iniziative tra incontri, dibattiti e musica dal vivo con i Radioderwish & Oles, Orchestra sinfonica di Lecce e Salento diretta da Valter Sivilotti. S’inizia, alle 17.30, con un incontro sul tema: «Mare nostro, naufraghi senza volto». Un pomeriggio di approfondimento, ascolto, dialogo su migranti, migrazioni, porti aperti e porti da aprire al quale parteciperanno don Gianni De Robertis (direttore Migrantes), Erminia Rizzi (Asgi – Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione), Azmi Jarjawi (CGIL Puglia). A seguire lo scrittore Maurizio Moscara, autore del libro omonimo «Mare nostro» (ed. la meridiana 2020), dialoga con il prof. Giovanni Capurso.

Le riflessioni e gli approfondimenti saranno intervallati da letture e testimonianze curate da Squola “Penny Wirton” di Bari e di «Sfruttazero». L’incontro sarà modera da don Francesco Preite, direttore dell’Istituto salesiano Redentore. «Con questa giornata- commenta don Francesco-, vogliamo riproporre il tema dell’accoglienza e integrazione con le risorse e le difficoltà che questo comporta nei fratelli emigranti. Allo stesso tempo, far ricordare che c’è questa triste vicenda che si gioca sulle vite delle persone migranti».

Dopo il dibattito, su prenotazione e acquisto dei biglietti in prevendita, seguirà il concerto dei Radioderwish & Oles, Orchestra sinfonica di Lecce e Salento, oppure si potrà aderire a una cena al Bistrot multietnico Ethnic Cook (sempre su prenotazione).
«È una iniziativa molto importante alla quale siamo fieri di partecipare- commenta Maurilio Manca, vice presidente e coordinatore artistico di Oles -. Questo concerto ci consente di tornare ad esibirci a Bari, dove siamo stati ospiti della rassegna “Notti sacre”. Il repertorio che eseguiremo non sarà di classico-sinfonico, ma portiamo il nostro primo progetto discografico con i Radiodervish. I brani che eseguiremo rispecchiano i contenuti del disco: i grandi successi della musica etno-world dei Radiodervish rivisti in chiave sinfonica arrangiati da Sivilotti. La contaminazione tra questi due generi musicali, assume un significato importante: un ponte tra l’Europa e il Mediterraneo, quello che poi è il progetto che da anni portano avanti i Radiodervish».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie