Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 16:56

Lettere alla Gazzetta

Lotta alla povertà o lotta all’iniziativa privata?

Ho visto che nel G7 appena conclusosi a Bari, il cosiddetto Anti-G7 ha fatto proposte che se fossero attuate determinerebbero la collettivizzazione del mondo. Evidentemente il Muro di Berlino è caduto invano per questi signori.
Come si fa a proporre un massiccio trasferimento di risorse pubbliche che, se realizzato, comporterebbe un aumento micidiale della pressione fiscale, che a sua volta provocherebbe il crollo della produzione e l’aumento della povertà? Bisogna agire contro la povertà, ma non a costo di uccidere le imprese private e le attività dell’uomo.
Altrimenti chi potrà finanziare la solidarietà? Lo Stato non è in grado di fare bene. Lo si è visto nei 70 anni di comunismo nell’Est Europa.

Arturo Festini, Foggia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400