Giovedì 24 Gennaio 2019 | 00:48

LETTERE ALLA GAZZETTA

Consultazione sul ponte e non sul nome

Direttore, quello del nome da dare al nuovo ponte di Bari è ormai diventato un tormentone che sta mettendo a dura prova la sopportazione dei baresi.
All'inizio poteva sembrare pure divertente misurarsi con la ricerca di un nome significativo ma col passare del tempo (quanto ancora c'è da aspettare?) si è capito che qualcuno la sta tirando alla lunga con la complicità dei media per dare più vita allo spot.
Il nome del ponte è un concorso nel quale non si vince nulla ma che serve a giustificare quello che si è «perso» ovvero i 24 e passa milioni di euro spesi per realizzare l'opera.
Magra consolazione decidere il nome quando non si è deciso nulla prima. Il referendum andava fatto sul ponte e non sul nome.

Mimmo De Lucia, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400