Lunedì 21 Gennaio 2019 | 03:10

LETTERE ALLA GAZZETTA

Monopoli, proposta per renderla più attraente

A Monopoli arrivano turisti da tutte le parti, complici un mare cristallino e le demolizioni di immobili ormai inservibili per far posto a nuove e moderne attivitá che contribuiscano ad abbellirla sempre di più. Ma oggi, un vacanziere attento che giungesse da Nord lungo la via Marina del Mondo, e imboccasse la via Giuseppe Ungaretti, e che volesse fare una nuotata nella splendida cala Verdegiglio, la logica vorrebbe che desisterebbe subito alla vista del segnale di divieto di balneazione ben in vista sul lungomare per dissesto idrogeologico di quel tratto di costa. Continuando a percorrerla, aggirando la bella rotatoria in fondo, si troverebbe poi in un vicolo cieco trovandosi al cospetto delle due possenti ciminiere superstiti dalla demolizione dello stabilimento della cementeria ex Italcementi. Non è un bello spettacolo trovarsi di fronte ad un segnale di divieto di accesso al mare e poi incontrare nella visuale due «torri» gemelle che sembrano vibrare al forte maestrale di questi ultimi giorni.
Detto questo, e visto che né la pubblica amministrazione né la cordata di ditte proprietarie prendono decisioni in merito alla permanenza o meno di quegli ingombranti enormi camini, vorrei proporre, nel caso si decidesse da ambo le parti alla loro conservazione, di voler costruire una idonea struttura per proteggerne la statica e tutelarne la sicurezza. Approfittando di realizzare in testa un belvedere rotante, con annessa sala di ristorazione, servito da due ascensori.

Franco Muolo, Monopoli (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400