Martedì 26 Gennaio 2021 | 20:06

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiatragedia
Orta Nova, donna morta in casa: si pensa ad un omicidio

Orta Nova, donna di 48 anni accoltellata in casa alla gola: sospetti su un 46enne.
A dare l'allarme alcuni vicini

 
Potenzaemergenza Covid
Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

Basilicata, riapertura scuole: intensificare controlli aree di sosta automezzi trasporto pubblico

 
Bariemergenza Covid
Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto e 4 feriti. Uno è in gravi condizioni

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Non condivido gli elogi per il ct Conte

Premetto che non condivido nella maniera più assoluta il parere dei commentatori sportivi su «Conte come un eroe».
La verità è che l’Italia di Conte ha smesso di giocare dopo 70 minuti del secondo tempo e si è limitata a controllare la partita per i restanti 30 minuti dei tempi supplementari, confidando sull’unica possibilità di vincere la partita ai calci di rigore. Sono stati 50 minuti, un’eternità, nei quali bisognava cercare di vincere la partita e non di controllarla.
Si sa, i calci di rigore sono «una lotteria» e offrono solo il 50% di possibilità di vincere la partita.
Ma per un allenatore perdere una partita ai rigori è come non averla persa, può essere stata solo sfortuna o colpa di un errore di qualche giocatore.
In conclusione, non si può escludere che Conte abbia scelto i rigori per costruirsi un alibi, in caso di un’eventuale sconfitta.
Come attenuante all’operato di Conte, possiamo considerare Pellè e Zaza i veri colpevoli della sconfitta dell’Italia. Aver tirato i due rigori senza inquadrare la porta, uno a lato e uno alle stelle è un grave errore per il livello dei due giocatori.

Antonio Bargelloni, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie