Venerdì 18 Giugno 2021 | 11:51

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

 
la vicenda giudiziaria
Taranto, Operaio morto al fiume Tara in 8 finiscono sotto inchiesta

Taranto, Operaio morto al fiume Tara in 8 finiscono sotto inchiesta

 
Il siderurgico
Ex Ilva Taranto, Emiliano: «Impianti area a caldo da fermare subito»

Ex Ilva Taranto, Emiliano: «Impianti area a caldo da fermare subito»

 
Il caso
Taranto, Picchia un farmacista e lo manda in ospedale

Taranto, Picchia un farmacista e lo manda in ospedale

 
La novità
Taranto, Ex Ilva, avvio campagna vaccinale per 1600 operai

Taranto, Ex Ilva, avvio campagna vaccinale per 1600 operai

 
Droga
Taranto, due arresti per spaccio

Taranto, due arresti per spaccio

 
Sicurezza
Aggredisce farmacista, 31enne fermato nel Tarantino

Aggredisce farmacista, 31enne fermato nel Tarantino

 
Il caso
Girone Latorre: Corte Suprema indiana chiude il caso

Girone Latorre: Corte Suprema indiana chiude il caso - La moglie di Latorre: «Mio marito vincolato al segreto»

 
L'episodio
Taranto, aggrediscono uomo su sagrato chiesa e prendono a schiaffi prete venuto in soccorso: 2 arresti

Taranto, aggrediscono uomo su sagrato chiesa e prendono a schiaffi prete venuto in soccorso: 2 arresti

 
Ladro seriale
Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

 
Il confronto
Sud, Letta a Taranto: «Pnrr dia risposte a disuguaglianze»

Sud, Letta: «Pnrr dia risposte a disuguaglianze. L'Italia deve risarcire Taranto»

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraIl caso
Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

Matera, aggredisce e rapina la compagna: arrestato e allontanato

 
LeccePaura in paese
Galatone, incendio in camera da letto: un ustionato

Galatone, incendio in camera da letto: un ustionato

 
BariIl fatto
Bitonto, sequestro ad imprenditore che imponeva a ditte edili lavori in subappalto

Bitonto, sequestro ad imprenditore che imponeva a ditte edili lavori in subappalto

 
TarantoIl caso
Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

Taranto, «L'aria non rispetta i limiti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità»

 
BrindisiIl fatto
Brindisi, Altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

Brindisi, altri 4 indagati per il 13enne costretto a prelevare forti somme dal bancomat

 
Foggiacovid 19
Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

Foggia, vaccini: è stato il giorno dei ragazzi

 

i più letti

il monito

Coronavirus, Taranto «Accendere i fuochi di S.Giuseppe è da delinquenti»

L'assessore Cataldino stigmatizza chi vuole c'è chi vuole continuare la tradizione in questo periodo emergenza e minaccia ripercussioni penali per i trasgressori

falò di San giuseppe

TARANTO -  Realizzare falò per la festa di San Giuseppe «in tempi di Covid-19 è da delinquenti. Delinquenti, perché in barba al restare in casa, costoro hanno ammassato tutto il possibile in diverse zone della città. Delinquenti perché così facendo hanno messo in pericolo le loro vite e quelli dei loro cari e conoscenti».

Lo sottolinea l'assessore comunale alla Polizia Locale di Taranto, Gianni Cataldino, precisando che in alcune zone della città c'è chi ha ammassato legna per realizzare i cosiddetti falò di San Giuseppe. Riferendosi a un intervento effettuato in via Pietro Nenni, l’assessore fa presente che «l'azione di sgombero di personale dell’Amiu e delle forze dell’ordine è stata accolta con improperi, lancio di pietre e messa a fuoco dei residui ancora da raccogliere».

Cataldino chiede ai cittadini di «restare in casa. Agli irresponsabili garantiamo denuncia penale o arresto. Si può stare da una sola parte, quella delle regole. Anche il 19 marzo restate in casa. Non è un invito, è un obbligo. Ci saranno - conclude - altri 19 marzo e li festeggeremo tutti insieme, rispettando regole e tradizioni, anche per esorcizzare un momento difficile da cui saremo usciti spero più uniti e più responsabili».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie