Venerdì 03 Aprile 2020 | 22:07

NEWS DALLA SEZIONE

Solidarietà
Covid 19, Gdf consegna 10mila mascherine ad Asl Taranto

Covid 19, Gdf consegna 10mila mascherine ad Asl Taranto

 
Controlli anti-caporalato
Grottaglie, bracciante costretto a lavorare fino a 20 h al giorno

Grottaglie, bracciante costretto a lavorare fino a 20 h al giorno

 
la richiesta
Coronavirus, sindacati Taranto alla Regione: «Stabilizzare i precari sanitari»

Coronavirus, sindacati Taranto alla Regione: «Stabilizzare i precari sanitari»

 
emergenza coronavirus
Mittal Taranto, attesa per la decisione del prefetto sulla prosecuzione della produzione

Mittal Taranto, attesa per la decisione del prefetto sulla prosecuzione della produzione

 
emergenza coronavirus
Mittal Taranto sospensione lavori Aia, il sindaco: «Erano essenziali»

Mittal Taranto, sindacati: «Se non vende acciaio impianti fermi. Misure anti-Covid non rispettate»

 
Controlli
Taranto, intervengono per un litigio in famiglia e trovano della droga: arrestato 33enne

Taranto, intervengono per un litigio in famiglia e trovano della droga: arrestato 33enne

 
buone notizie
Coronavirus Taranto, tre pazienti guariti lasciano l'ospedale

Coronavirus Taranto, tre pazienti guariti lasciano l'ospedale

 
la crisi e il virus
«Il nostro servizio è attivo ma il tassametro è fermo»

«Il nostro servizio è attivo ma il tassametro è fermo»: parlano i tassisti tarantini

 
la segnalazione
Mittal Taranto, «gravi carenze igieniche in Acciaieria»

Mittal Taranto, «gravi carenze igieniche in Acciaieria»

 
I controlli
Taranto, ladri sorpresi a rubare in un bar: arrestati all'arrivo della polizia

Taranto, ladri sorpresi a rubare in un bar: arrestati all'arrivo della polizia

 
le dichiarazioni
«Tutto il settore moda così rischia l’estinzione», parla presidente Federmoda Taranto

«Tutto il settore moda così rischia l’estinzione», parla presidente Federmoda Taranto

 

Il Biancorosso

emergenza coronavirus
Bari calcio, video di ex giocatori biancorossi per aiutare chi ha bisogno

Bari calcio, video di ex giocatori biancorossi per aiutare chi ha bisogno

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa ricerca
Emergenza Covid 19, positivi gli studi fatti dall'Oncologico di Bari sui test rapidi

Emergenza Covid 19, positivi gli studi fatti dall'Oncologico di Bari sui test rapidi

 
BrindisiIl caso
Covid 19, rubano alimenti donati alla Caritas di Brindisi: ritrovati in poche ore

Covid 19, rubano alimenti donati alla Caritas di Brindisi: ritrovati in poche ore

 
MateraIl virus
Coronavirus, guarito il Prefetto di Matera: dimesso dall'ospedale

Coronavirus, guarito il Prefetto di Matera: dimesso dall'ospedale

 
FoggiaLo scatto virale
Carabiniere dona mascherina ad anziana in fila alla Posta nel Foggiano

Carabiniere dona mascherina ad anziana in fila alla Posta nel Foggiano

 
TarantoSolidarietà
Covid 19, Gdf consegna 10mila mascherine ad Asl Taranto

Covid 19, Gdf consegna 10mila mascherine ad Asl Taranto

 
LecceLa novità
Nel parco sboccia il Fiordaliso di Punta Pizzo

Gallipoli, nel parco sboccia il fiordaliso di «Punta Pizzo»

 
BatL'idea - consegna a domicilio
«Niente abbracci? Allora: Damm nu ves»

«Niente abbracci? Allora: Damm nu ves»

 

i più letti

università

Medicina a Taranto, si continua: Melucci soddisfatto per lavoro Miur

Arriva l'ok del Miur al proseguimento delle lezioni. Per il sindaco di Taranto non c'erano motivi ostativi

Medicina a Taranto, si continua Melucci soddisfatto per lavoro Miur

«Grande lavoro di squadra, non ci sono motivi ostativi alla prosecuzione del canale formativo che l'ateneo pugliese ha acceso a Taranto per gli studi del primo anno in medicina». Lo afferma in una nota il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, a conclusione del confronto che si è tenuto al Miur a Roma, «alla presenza tra gli altri dei tecnici del dicastero guidato dal Ministro Lorenzo Fioramonti, del Sottosegretario Mario Turco, degli Assessori regionali Sebastiano Leo e Mino Borracino, del Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari Stefano Bronzini». Melucci esprime apprezzamento per il lavoro del ministero e aggiunge che «la questione era di per sé complessa e ne andavano legittimamente chiariti tutti i termini». «Il canale formativo in medicina a Taranto - aggiunge - resta una realtà e oggi siamo molto soddisfatti, continueremo a lavorare sulla specificità di Taranto e a spenderci senza riserve per la creazione di un polo di eccellenza della sanità e della ricerca ionica».

«L'incontro si è positivamente concluso con l’unanime constatazione che non vi sono ostacoli all’avvio delle attività didattiche del corso di Medicina dell’Università di Bari nelle aule della sede di Taranto». Lo annuncia in un comunicato il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca confermato quanto già annunciato dal sindaco di Taranto e dal sottosegretario Mario Turco a conclusione del tavolo convocato dal Miur «per l’apertura nella città di Taranto di un canale formativo del corso di laurea in Medicina dell’Università di Bari». Il corso di Taranto era stato sospeso pochi giorni dopo l’inaugurazione.
«All’incontro - riferisce la nota - hanno partecipato rappresentanti del Miur, dell’Università di Bari, della Regione Puglia e del Comune di Taranto. Presente anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Mario Turco». «La volontà comune, emersa nel corso della riunione a cui hanno preso parte, tra gli altri, gli assessori della Regione Puglia al Lavoro e Diritto allo Studio, Sebastiano Leo, e allo Sviluppo Economico, Cosimo Borraccino, il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, e il rettore dell’Università di Bari, Stefano Bronzini, è quella - conclude la nota - di consolidare sul territorio tarantino la presenza dell’istituzione universitaria e favorire lo sviluppo di nuove professionalità».

«A brevissimo riprenderanno le lezioni a Taranto e gli studenti ritorneranno a frequentare la sede jonica». Lo scrive su Facebook l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Cosimo Borraccino, dopo l'incontro al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca sulla sospensione del corso di laurea in Medicina dell’Università degli Studi di Bari nella sede di Taranto. Borraccino parla di «riunione positiva» riferendo, come esito dell’incontro, che «non sussistono motivi ostativi al canale formativo, peraltro già precedentemente autorizzato, a Taranto»

EMILIANO: L'IMPEGNO CONTINUA - «La Regione Puglia ci ha sempre creduto e l’accordo di oggi lo dimostra. L’impegno per la facoltà di medicina a Taranto continua». Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano e gli assessori regionali all’Università e allo Sviluppo economico, Sebastiano Leo e Mino Borraccino commentano l’esito della riunione al Miur sull'avvio delle lezioni del corso di laurea in Medicina dell’Università di Bari nella nuova sede didattica di Taranto.
«Abbiamo sempre creduto in questo risultato che riscatta una comunità intera. Non siamo stati con le mani in mano, - si legge nella nota della Regione - questo è un grande risultato per Taranto a cui la Regione Puglia aveva sempre creduto. Abbiamo fatto valere le nostre ragioni con un gioco di squadra con il Comune di Taranto e il Governo centrale. Adesso pronti a potenziare l’offerta formativa già dal prossimo anno per evitare ulteriori possibili sbavature che non dovranno più registrarsi». I due assessori, che oggi hanno partecipato all’incontro a Roma, assicurano che «a breve ripartiranno le lezioni a Taranto perché la sede didattica ha ricevuto nella riunione odierna un nulla osta, peraltro già rilasciato».

SOTTOSEGRETARIO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO TURCO: RISOLTA QUESTIONE SPINOSA - «Ringrazio il Miur e soprattutto il Ministro, Lorenzo Fioramonti, per la disponibilità dimostrata e per aver voluto celermente risolvere una vicenda spinosa». Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Mario Turco, al termine dell’incontro che si è svolto al Miur durante il quale si è discusso della sospensione delle attività nella sede didattica di Taranto del corso di Laurea in Medicina a pochi giorni dalla sua attivazione.
«Il Miur - aggiunge Turco - dopo un’attenta analisi, alla quale ho partecipato unitamente al Magnifico Rettore dell’Università di Bari, al sindaco di Taranto, e agli assessori regionali Borraccino e Leo, ha deciso di rilasciare il nulla osta per la continuazione delle lezioni nella sede di Taranto. Ovviamente ringrazio tutte le parti che si sono da subito attivate per raggiungere un risultato favorevole per il territorio ionico».

MONSIGNOR SANTORO: C'È UNITA' D'INTENTI - «Apprendo con soddisfazione che il lavoro congiunto degli enti che hanno a cuore il destino di Taranto sta producendo i risultati sperati. La Facoltà di chirurgia e medicina a Taranto viene a costruire nuove opportunità per i nostri ragazzi e per il territorio». Lo afferma l’arcivescovo di Taranto Filippo Santoro dopo il vertice al Miur sulla sede didattica del corso di Medicina e Chirurgia che dovrebbe riprendere dopo la sospensione decisa dal rettore dell’Università per problemi di accreditamento. «L'unità di intenti, la concertazione, diventino consuetudine - aggiunge mons. Santoro - al fine di raggiungere nuovi obiettivi così come avvenuto in questa circostanza, occasione anche questa nella quale ancora una volta mi preme ribadire la volontà di questa arcidiocesi a mantenere aperte le porte per al crescita culturale, sociale e umana della nostra città»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie