Domenica 20 Ottobre 2019 | 20:37

NEWS DALLA SEZIONE

La visita
Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

 
Università
Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

Taranto, facoltà di Medicina: ecco i nodi da sciogliere

 
MARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
Inquinamento
Taranto, genitori e ambientalisti al sindaco: tuteli salute cittadini

Taranto, genitori e ambientalisti al sindaco: tuteli salute cittadini

 
La sperimentazione
Taranto, su divise dei vigili arrivano le mini telecamere

Taranto, sulle divise dei vigili arrivano le mini telecamere

 
L'inchiesta
Taranto, evasione fiscale fatture false per concorsi di bellezza: chiesto processo per 30

Taranto, evasione fiscale fatture false per concorsi di bellezza: chiesto processo per 30

 
Dai Carabinieri
Martina, maltratta i genitori per il denaro: arrestata una 27enne

Martina, maltratta i genitori per il denaro: arrestata una 27enne

 
Infortunio sul lavoro
Tarantino morì folgorato in Friuli: chiesto processo per due persone

Tarantino morì folgorato in Friuli: chiesto processo per due persone

 
L'appello
Melucci alla Regione Puglia: «per l'ex Ilva chiusura area a caldo e accordo su programma»

Melucci alla Regione Puglia: «per l'ex Ilva chiusura area a caldo e accordo su programma»

 
L'incidente
Arcelor Mittal, tragedia sfiorata a Taranto: crolla una lamiera, nessun ferito

Arcelor Mittal, tragedia sfiorata a Taranto: crolla una lamiera, nessun ferito

 
Il caso
Taranto, spaccia ovuli di hashish mentre è ai domiciliari: in manette 24enne

Taranto, spaccia ovuli di hashish mentre è ai domiciliari: in manette 24enne

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
TarantoLa visita
Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Il siderurgico

Ex Ilva, Jehl: «Immunità necessaria per piano ambientale»

'Non responsabili per problemi che vogliamo risolvere'

Ex Ilva, oltre 700 esodi: per nuove assunzioni valutate esperienza, anzianità e carichi di famiglia

TARANTO - L’annuncio da parte di ArcelorMittal della Cassa integrazione ordinaria per 1395 dello stabilimento ex Ilva di Taranto per la crisi del mercato dell’acciaio è «un elemento di preoccupazione che ci dice che la congiuntura economica purtroppo non va secondo le aspettative di tutti».

Lo ha dichiarato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia intervenendo all’assemblea congiunta di Confindustria Taranto e di Federmeccanica nazionale che si sta svolgendo nel distaccamento dei vigili del fuoco dello stabilimento siderurgico di Taranto.

«A maggior ragione - ha proseguito Boccia - dobbiamo reagire con una politica economica che renda ancora più competitive le nostre imprese e permetta alle nostre imprese di esportare nel mondo e attrarre ricchezza nel Paese. Non bisogna tassare i fondamentali economici della produzione del Paese».

«Tutti noi qui stiamo lavorando per fare di Taranto il migliore e più sostenibile stabilimento d’Europa per standard di eccellenza ambientale, sicurezza sul lavoro, tecnologie d’avanguardia, qualità del prodotto, rispetto degli individui e della comunità stessa. Ma questo programma di investimenti e di impegno richiede tempo. Tempo che ci è stato concesso in base al quadro giuridico su cui si basa il nostro contratto». Così l’ad di ArcelorMittal Italia Matthieu Jehl parlando all’assemblea di Confindustria e Federmeccanica a Taranto e riferendosi alla norma del Decreto crescita, che secondo l’attuale formulazione, rivede l’immunità penale concessa ai gestori dell’Acciaieria.

SALVINI: «BISOGNA AGEVOLARE GLI INVESTITORI» - «La tutela dell’ambiente è fondamentale, se penso all’Ilva è fondamentale tutelare la salute di bimbi, mamme e lavoratori però, se c'è un imprenditore che mette sul piatto centinaia di milioni di euro per riportare a norma uno stabilimento non puoi complicargli la vita, dovresti agevolarlo e devi dirgli grazie": lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini al Festival del Lavoro a Milano «Ho incontrato Arcelor Mittal e stiamo lavorando», ha aggiunto

BOCCIA: GOVERNO CHIARISCA SE VUOLE PARALISI INDUSTRIA - «Questo governo deve chiarire se vuole portare alla paralisi dell’industria italiana, se questo è nei suoi fini o se pensa che la questione industriale sia un elemento centrale per questo Paese». Lo ha sottolineato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia intervenendo all’assemblea congiunta di Confindustria Taranto e di Federmeccanica nazionale che si sta svolgendo nel distaccamento dei vigili del fuoco dello stabilimento siderurgico. Presente anche l’Ad di ArcelorMittal Italia,Matthieu Jehl.

Boccia ne ha parlato con i giornalisti prima dell’assemblea congiunta dell’associazione degli industriali e di Federmeccanica che si tiene all’interno dello stabilimento ArcelorMittal di Taranto, riferendosi al Decreto crescita, che ha al suo interno una norma che rivede l'immunità penale per i gestori del Siderurgico.
«Negli altri Paesi - ha aggiunto - quando arriva un investitore si mettono i tappeti rossi, qui invece si creano incertezze. Speriamo che prevalga il buon senso perchè altrimenti il rapporto anche da parte nostra con questo governo diventa difficile».

L’annuncio da parte di ArcelorMittal della Cassa integrazione ordinaria per 1395 dello stabilimento ex Ilva di Taranto per la crisi del mercato dell’acciaio è «un elemento di preoccupazione che ci dice che la congiuntura economica purtroppo non va secondo le aspettative di tutti». Lo ha dichiarato il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia intervenendo all’assemblea congiunta di Confindustria Taranto e di Federmeccanica nazionale che si sta svolgendo nel distaccamento dei vigili del fuoco dello stabilimento siderurgico di Taranto.

«A maggior ragione - ha proseguito Boccia - dobbiamo reagire con una politica economica che renda ancora più competitive le nostre imprese e permetta alle nostre imprese di esportare nel mondo e attrarre ricchezza nel Paese. Non bisogna tassare i fondamentali economici della produzione del Paese».

MONS. SANTORO: TARANTO PAGA DEBITO ECOLOGICO - «Taranto ha già pagato un caro prezzo nei confronti dell’industria di tutto il Paese, quello che papa Francesco nella Laudato Sì chiama 'debito ecologicò. Ha prodotto acciaio per tutto il Pese e ora piangiamo per i nostri morti adulti e bambini. A ciò si aggiungono i gravi problemi degli alunni delle scuole del Rione Tamburi e delle loro famiglie. Ho sentito insegnanti e tante mamme davvero sconcertate. Non possiamo far cadere nel nulla il loro grido». Lo ha detto l’arcivescovo di Taranto Filippo Santoro, intervenuto all’assemblea congiunta di Confindustria Taranto e Federmeccanica all’interno dello stabilimento siderurgico.

«Torno anche a chiedere - ha aggiunto - che venga quanto prima disposta la Valutazione preventiva dell’impatto ambientale e sanitario: non possiamo più permettere che, a distanza di anni e senza la possibilità di mettervi riparo, si ripropongano le inefficienze del passato. Alla nuova proprietà riconosciamo un impegno serio come dimostra la copertura dei parchi minerali che procede anticipando i tempi previsti per la conclusione dell’opera. Chiediamo però che continui ad oltranza il negoziato con lo Stato sui temi ambientali e su tutti i punti caldi in questione, e con i sindacati per evitare l’empasse della cassa integrazione per altre 1.400 persone».

Qui, ha sottolineato mons.Santoro, «si gioca l’impostazione del futuro di buona parte dell’economia nazionale, ma soprattutto la qualità di un certo modello di sviluppo che finalmente ponga al centro non la massimizzazione dei profitti, ma il bene e la dignità delle persone, la difesa della salute e la cura della casa comune. Il clima di incertezza mina il clima sociale tanto che la coesione sociale vive una condizione di cronica disgregazione a Taranto e i motivi sono più che evidenti, ma non posso pensare che non ci siano percorsi per rendere più sereno il futuro delle famiglie».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie