Lunedì 26 Settembre 2022 | 23:42

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

SERIE B

Maita, tegola in casa Bari: forse fuori per due partite

Maita, tegola in casa Bari: forse fuori per due partite

Problemi fisici per il centrocampista messinese del Bari Maita

La caduta del centrocampista nel match contro la Spal gli procura problemi alla clavicola

06 Settembre 2022

Davide Lattanzi

Primo serio grattacapo per il Bari. Come si temeva, Mattia Maita dovrà fermarsi per l’infortunio subito contro la Spal. Inizialmente si sperava soltanto in una forte contusione, ma ieri è arrivato il responso ufficiale: trauma contusivo-distorsivo della spalla sinistra con sublussazione dell’articolazione acromion-claveare. Il calciatore messinese, passato qualche giorno di riposo, intraprenderà il programma di recupero. Scontata la sua assenza sabato nella trasferta con il Cosenza, ma molto probabilmente il giocatore salterà anche il match successivo, a Cagliari. La sosta del 25 settembre dovrebbe agevolarne il pieno recupero per l’incontro interno del 2 ottobre contro il Brescia.

Pedina unica

Maita ha peculiarità uniche nel centrocampo biancorosso. Per corsa, dinamismo e doti fisiche è la mezzala perfetta nella mediana a tre. Non solo: attualmente è l’unico in grado di sostituire eventualmente Maiello in regia, sebbene con caratteristiche differenti. Una soluzione che Mignani ha sperimentato più volte. Il ragazzo siciliano era anche in piena evoluzione: in un attimo ha fugato i dubbi sulla sua adattabilità ad una categoria che mai aveva frequentato, dimostrandosi più che all’altezza. Nel doppio viaggio dei Galletti, sarà un’assenza pesante.

Le soluzioni

Il suo sostituto naturale sarebbe Alessandro Mallamo. Pur essendo stato definito dal ds Ciro Polito un «tuttocampista» per l’abilità di coprire ogni ruolo della seconda linea, il 23enne lombardo è una mezzala a tutti gli effetti. Possiede intensità, resistenza, senso tattico, pur cedendo qualcosa sul piano fisico. In più, conosce a memoria il calcio di Mignani. Contro la Spal, però, è toccato a Leonardo Benedetti: il 22enne prelevato dalla Sampdoria ha una struttura molto più prestante, può garantire un maggiore filtro nel gioco aereo, ma ha pur sempre bisogno di rodaggio nella categoria. Contro il Verona in Coppa Italia la sua prestazione è stata un crescendo, ma sabato scorso il suo approccio non è stato altrettanto convincente. L’ex Imolese è parso contratto, timido, forse emozionato dal debutto al San Nicola: con il suo ingresso, la Spal ha preso campo sul versante destro. Avrà di certo modo di rifarsi. Le altre due opportunità avrebbero connotazioni molto più offensive e chiamerebbero in causa Andrea D’Errico e Nicola Bellomo. Se fosse scelto il primo, uno tra lui e Folorunsho dovrebbe traslocare sul versante destro, ma sarebbe il minore dei problemi per gente di tale tasso tecnico. Da verificare, invece se la squadra sia in grado di reggere due interni poco votati al contenimento.

Discorso analogo riguarderebbe Bellomo che, pur restando un trequartista, spesso in carriera ha giocato da mezzala ed è in grado di coprire il ruolo con profitto: anche lui non possiede doti da incontrista, ma sul piano tattico garantisce disciplina e applicazione. La certezza, comunque, è che sotto il profilo numerico il reparto è attrezzato: pur senza un pilastro, Mignani avrà le armi per proporre un Bari competitivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nastya.1vanova.89

    06 Settembre 2022 - 10:55

    Ottime notizie per i tifosi. Se sei un fan devoto, ti immergerai completamente in questo sport. A proposito, se vuoi guadagnare con la tua passione sportiva, leggi questo articolo: https://business-asset.com/ita/wiki-blog/varie/in-che-modo-gli-appassionati-di-calcio-possono-guadagnare-dalla-loro-passione-4979.html

    Rispondi

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725