Giovedì 05 Agosto 2021 | 12:57

NEWS DALLA SEZIONE

Accordo raggiunto
Bari calcio: bomber Antenucci rinnova fino al 2023

Bari calcio: bomber Antenucci rinnova fino al 2023

 
Intervento chirurgico
Bari, Iaquinta campione di Super Cup operato al policlinico dopo un incidente a Imola

Bari, Iaquinta campione di Super Cup operato al policlinico dopo un incidente a Imola

 
Serie B
Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

Lecce Calcio, arriva anche il  francese Valentin Gendrey

 
Calcio
Lecce, il terzino Arturo Calabresi pronto all'avventura in giallorosso

Lecce, il terzino Arturo Calabresi pronto all'avventura in giallorosso

 
Il 28 Luglio 1980
Quarant'anni fa a Mosca Pietro Mennea diventava campione olimpico nei 200 m

Quarantuno anni fa a Mosca Pietro Mennea diventava campione olimpico nei 200 m

 
Sport
Olimpiadi Tokyo: Dell'Aquila torna a casa domani, a Mesagne si prepara festa

Olimpiadi Tokyo: Dell'Aquila torna a casa domani, a Mesagne si prepara festa

 
Preparazione
Bari calcio; Belli: «Sono in una piazza che dà stimoli»

Bari calcio, Belli: «Sono in una piazza che dà stimoli»

 
Calcio
Trinchera nuovo direttore sportivo del Lecce

Trinchera nuovo direttore sportivo del Lecce

 
Covid
Calcio Bari, undicesimo giocatore positivo

Calcio Bari, undicesimo giocatore positivo

 
Olimpiadi tokyo
Non solo atleti, vedo anche diseguaglianze

Non solo atleti, vedo anche diseguaglianze

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Calcio femminile

La Pink Bari con le antenne allungate in Europa

Iachelli: cerco giocatrici veloci di testa e sul piano atletico

La Pink chiama a raccolta i tifosi"Abbiamo una possibilità. Aiutateci"

BARI - Lo staff della Pink Bari si arricchisce con la figura professionale del responsabile mercato e area scouting. A ricoprire il ruolo sarà Nicola Iachelli, 34 anni e una lunga carriera da scopritore di talenti nell’ambito del pallone a tinte rosa iniziata a Verona quando la squadra gialloblu, oggi contraddistinta dal suffisso Women, era conosciuta ancora come Bardolino Verona.
Nel curriculum del «nuovo acquisto» biancorosso ci sono anche esperienze nelle fila di Brescia e Chievo, la licenza da agente Fifa, ma soprattutto molta conoscenza del mercato estero con una rete di osservatori strutturata e pronta a segnalare i profili più interessanti in circolazione.

Iachelli, lei è nel mondo del calcio femminile da oltre 10 anni. Cosa porta alla Pink Bari?
«Credo di poter portare idee nuove e un modo di fare calcio diverso rispetto al trend generale. Ho contatti affidabili in diversi campionati europei e dunque la possibilità di arrivare a ottenere informazioni di prima mano su un gran numero di calciatrici. Cerco di creare squadre andando a pescare ragazze forti che gli altri club non vedono».

Quanto è difficile il calciomercato nel femminile?
«Molto. La parte più complessa consiste proprio nel reperire informazioni. I filmati di alcune calciatrici, ad esempio, per molti addetti ai lavori sono introvabili. Difficile anche ottenere report sulle caratteristiche caratteriali delle ragazze: un fattore molto importante che spesso viene sottovalutato».

Cosa si guarda in una calciatrice per capire se ha stoffa?
«Personalmente mi piacciono le calciatrici che sono in grado di pensare velocemente. Credo che nel calcio femminile la velocità di pensiero sia ancora lo spartiacque vero tra un’ottima atleta e una che forse lo diventerà. E poi guardo alla velocità in senso prettamente atletico: in Italia è una qualità in grado di fare la differenza».

Si dice Lana Clelland sia arrivata alla Pink per merito suo. È così?
«Mi fu segnalata questa attaccante scozzese molto forte, guardai i primi video e me ne innamorai. La proposi ad alcuni top club di A ma tutti mi risposero che la Scozia e il suo campionato non rappresentavano realtà competitive. Le uniche a credere nelle sue qualità e nella mia intuizione furono Alessandra Signorile e Isabella Cardone. La ragazza rispose alla grande. Due anni dopo ha vinto il titolo di capocannoniere con il Tavagnacco e nell’ultima stagione è stata la miglior realizzatrice della Fiorentina insieme a Ilaria Mauro».

Avrà visto il Mondiale di Francia, ci dice il nome della calciatrice che più l’ha impressionata?
«Le americane sono di un’altra categoria ma il mio pallino è sempre stata l’olandese Miedema. Oggi ha 23 anni e non è certo una sconosciuta ma più o meno 8 anni fa provai a portarla a Verona. Il percorso che ha fatto in questi anni è stato davvero impressionante».

Pink Bari in bilico tra A e B, mercato fermo in attesa del ripescaggio o qualcosa si muove?
«Ci stiamo muovendo sul mercato in prospettiva della serie A. Abbiamo già individuato un po’ di nomi e stiamo cercando di chiudere le trattative il più in fretta possibile. L’obiettivo è quello di consegnare a mister Caricola una squadra al completo per l’inizio del ritiro».
Vale a dire tra meno di tre settimane. La Pink, infatti, inizierà la propria stagione il 5 agosto a Bitetto con i consueti test fisici e partirà per il ritiro di Campitello Matese due giorni dopo. Praticamente chiuso l’affare che porterà a Bari una centrale di difesa canadese classe 1997. Un’altra centrale difensiva, classe 1991, dovrebbe arrivare dall’Inter. In partenza, con probabile direzione Firenze, l’attaccante spagnola Paloma Lazaro: 11 presenze e 6 gol nei suoi primi mesi in Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie