Domenica 26 Settembre 2021 | 12:13

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il racconto

Soli, nel museo vuoto... tra manichini e carezze

Novelle contro la paura: Nicola Amato e le stanze della cultura

Nicola Amato

Attraversiamo i grandi saloni del museo Civico di Bari, le sedie, gli arredi le opere, tutto in ordine e silenzioso. Ancora adesso echeggia le parole e la musica delle tante manifestazioni, dal vociare dei bambini alle voci silenziose dei turisti stranieri.
In punta di piedi percorriamo con Giorgio le stanze silenti, tra i quadri e documenti della famiglia Tanzi, le caricature ironiche di Frate Menotti dei primi anni del secolo, i cimeli di guerra con la documentazione fotografica, l’archivio fotografico Antonelli e la mostra sull’Amore e Eros nelle opere di Mimmo Avellis.

Dalla porta sulle scale si accede nella vecchia casa del custode Michele , dove sulle pareti sono ancora presenti le tracce dei pensili e degli armadi un tempo presenti. Poca luce ed è forte l’odore di antico. I libri la fanno da padroni, molti sistemati sui scaffali e molti ancora nei cartoni da scoprire. Sulle mensole i titoli dei libri, dove tutto è già stato scritto, tra codici giudiziari e itinerari turistici, tra poesia e letteratura. Giorgio mi precede e smuove la polvere che brilla sospesa dai raggi di sole come lame, attraverso le finestre, tra vecchie cornici, manifesti, uniformi militari e bandiere.
In un bagno, appaiono disordinati i vecchi manichini, un tempo presenti nel Museo Civico. Impettiti dalla divise ufficiali militari ora riposano e guardano il silenzio dei vicoli e la solitudine del museo. Nella penombra la sensazione è livida e spettrale, sembrano trasmettere messaggi codificati.

Restate fermi, restiamo a casa. La macchina fotografica trema dalla poca luce e dalla poca sensibilità. I tempi si allungano e l’apertura è al massimo. Ti senti circondato, i corpi statici diventano immagine «negativa», i colori si alterano e diventa tutto irreale, come in questo momento. Vorresti abbracciare, stringere le mani, avere una carezza, un bacio, tutto è negato.
Un giorno vicino, i manichini torneranno a guardare dalle vetrine dei negozi la gente passare con le storie di tutti i giorni e forse al museo si potrà esporre, nel memoria di questi tempi, manichini con le mascherine FFP2.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie